Vinòforum: cosa mangiare tra chef stellati, pizza e street food

16 giugno 2015

Vinòforum, il più grande parco giochi del cibo e del vino, fino al 21 giugno su lungotevere Maresciallo Diaz a Roma allieta i gourmand con degustazioni, cene stellate, food show, corsi e tanto, tantissimo vino. Ma come orientarsi tra i sapori di uno degli eventi enogastronomici più attesi dell’anno? oltre agli appuntamenti di cantine da chef, vinòforum accoglie i suoi ospiti con diversi temporary restaurant Come vi abbiamo già accennato, anche quest’anno ritorna Cantine da Chef quindi, se volete sedervi alla tavola dei grandi chef e lasciar sciogliere tra il palato e la lingua piatti d’eccezione amalgamati ai sapori enologici scelti appositamente per l’occasione, non vi resta che affrettarvi e prenotare il vostro posto. Alle proposte dello chef sudafricano Sacha Kingston (13 giugno), di Francesco Apreda (15 e 19 giugno), Giuseppe Costa (16 giugno), dei fratelli Christian e Manuel Costardi (17 giugno) e del mitico Heinz Beck (18 giugno) si aggiungono le pietanze dello chef Massimo Viglietti abbinate ai vini di Marchesi De’ Frescobaldi (12 giugno). Aria di grazia e femminilità si respira durante la cena del 14 giugno con i manicaretti di Katia Maccari abbinati ai vini di Cecchi. Le serate conclusive del 20 e del 21 giugno vanno rispettivamente alla chef Begoña Rodrigo del ristorante La Salita (Valencia) che abbinerà le sue prelibatezze ai vini di Castello di Ama, e alla chef Iside De Cesare (1 stella Michelin) che invece si avvarrà delle etichette enologiche di Falesco.

vinòforum

Dall’ambiente ovattato di Cantine da Chef passiamo però adesso ai piaceri dei Temporany Restaurant che si srotolano lungo i corridoi a cielo aperto del Vinòforum, dirimpetto agli stand delle più rinomate aziende vinicole. Qui potete concedervi, con una cifra di 4, 5 o 6 € i piatti dei migliori ristoranti italiani, che si alterneranno ogni 2 giorni, permettendovi di assaporare il sogno di una cena di gran classe ma low cost, a 360 gradi. Vediamo meglio quali sono le proposte e cosa, secondo noi, vale la pena assaggiare.

vinòforum 2

Sicuramente è da non perdere il Calamaretto ripieno con riso e cozze su vellutata di peperoni di Secondo Tradizione e il Supplìzio de L’Arcangelo; lo stellato Pascucci al Porticciolo ci sarà domenica 14 e lunedì 15 col suo panino con alalunga o il pesce spada marinato con pane e alici dissalate, ristretto di erbe di campo e olio al peperoncino. Dallo stellato Aroma non perdete invece il Polpo su pesto di prezzemolo.

Supplizio

Se amate i sapori veraci avete l’imbarazzo della scelta tra il noto Flavio al Veloavevodetto e Bistrot 64, che vi ammalia il 18 e il 19 giugno con Pane croccante con stracotto di guancia di manzo, coda, pastrami di lingua, salsa verde e il suo fondo, mentre nella stessa sera Settembrini Libri & Cucina presenta i Noodles di grano saraceno profumati all’olio di sesamo con funghi shitake, pleorotus, seitan, zenzero, zucchine, carote, soia, cipollotto, prezzemolo e peperoncino dolce. Tra gli stellati che mirano ai piatti a base di crostacei provate Il Tino e, anche se non ha stelle, non perdete il gusto della Matriciana di confine de L’Angolo d’Abruzzo.

00100

Chi adora il regno della pizza potrà immergersi tra i viali farinosi del famigerato disco di pasta lievitata che, dalla pizza con patate, birra e salsiccia di Stefano Galligari agli impasti semintregali di Matteo Tambini; dal campione di pizza acrobatica Pino Arletto al mitico Antonio Esposito, arriva fino al pizzaiolo e friggitore napoletano Salvatore Di Matteo, regalandovi tutte le anime di una delle pietanze più amate del mondo. Al Vinòforum non mancherà lo street food, ma con una nota gourmet. Se amate il caviale il Calvisius bar vi aspetta al solito posto, ma tra le new entry vi consigliamo assolutamente Freetto: vi stupirete di quanto possa essere leggero.

I commenti degli utenti