Polpette: 10 modi per cucinarle

19 giugno 2015

Chi le preferisce fritte, chi al sugo, ma anche al forno o in padella: stiamo parlando di cottura delle polpette, questi graditi bocconcini da gustare sia come finger food, magari accompagnati da un bicchiere di prosecco, come nei bacári di Venezia, oppure come secondo piatto, il più amato soprattutto dai bambini. Agrodolce vi suggerisce 10 modi per cucinarle.

  1. polpette di pesce still lifeFritte. La cottura classica, quella preferita dalla maggior parte delle persone è la frittura. Facendo attenzione che l’olio non superi mai i 180 °C, immergete un po’ per volta le polpette in abbondante olio di arachidi e cuocetele fino a farle dorare. Scolatele e asciugatele con fogli di carta cucina.
  2. polpette in padellaIn padella. Se non volete friggerle, riscaldate bene una padella antiaderente, abbassate la fiamma e sistemate le polpette. Coprite e cuocete per un quarto d’ora circa. Portate a cottura togliendo il coperchio. I liquidi rilasciati a cottura coperta manterranno morbide le polpette.
  3. polpette bolliteBollite. Se invece preferite una versione ancora più light, fate bollire 1 litro d’acqua o di brodo vegetale, tuffate le polpette e lasciatele nell’acqua per circa 25 minuti a fuoco lento. Servitele condite con una macinata di pepe e un giro di olio extravergine.
  4. polpette in salsaCon la besciamella. Per renderle più succulente, diminuite la bollitura di 5 minuti e sistematele in una teglia leggermente unta d’olio, versate su ognuna un cucchiaio di besciamella e infornate 5 minuti. Servite le polpette calde con una grattugiata di formaggio stagionato: se è al tartufo il gusto sarà ancora più inebriante.
  5. spiedini di polpetteSpiedini. Infilate le polpette su grossi spiedini e mettetele a cuocere 5 minuti per parte sulla griglia. Non hanno bisogno di nessun altro condimento e sono gustosissime.
  6. polpette grigliateAlla piastra. Simile è la cottura alla piastra che va scaldata molto bene prima di adagiare le polpette leggermente unte in superficie. Per evitare bruciature, dannosissime per la nostra salute, sarebbe meglio considerare questa tecnica di cottura per polpette preparate con il bollito avanzato.
  7. polpette al fornoAl forno. Ungete la teglia e fate scaldare l’olio a 175 °C poi appoggiate le polpette, distanziandole tra di loro per far sì che in cottura non si attacchino, e cuocetele finché la parte superiore non diventi dorata. Girate e fate dorare anche dall’altra parte.
  8. polpetteAl microonde. Un’alternativa al forno, per una cottura più veloce, è il microonde con la funzione crisp. Mettete le polpette nell’apposito piatto leggermente unto d’olio, programmate la funzione crisp per 6 minuti. Girate e continuate la cottura per altri 6 minuti. I tempi di cottura variano a seconda delle dimensioni delle polpette.
  9. polpetteIn umido. Per una cottura in umido, dopo aver rosolato le polpette in una padella con l’olio, deglassate il fondo con mezzo bicchiere di vino bianco, aggiungete un po’ d’acqua, coprite e portate a cottura a fuoco moderato, togliendolo il coperchio quasi alla fine per far addensare il sughetto.
  10. Le polpette al sugoAl pomodoro. Un altro modo per cucinare le polpette in umido è l’aggiunta della salsa di pomodoro dopo aver deglassato il fondo con il vino bianco. In questo caso vanno portate a cottura nella casseruola coperta fino alla fine.

I commenti degli utenti