Alla fine qualcuno l’ha fatto: arriva Fudstock a Lucca

24 giugno 2015

La provincia di Lucca è sempre più uno stimolante punto di ritrovo per gli appassionati di cibo e vino: soltanto a maggio ci sono stati Anteprima vini della Costa e Feast Food Factory e una interessante giornata dedicata agli uomini e donne di sala. Non finisce qui: a suggello di questa fitta e interessante stagione, domenica 28 giugno, lungo le strade di Migliano, piccolo paesino alle prime pendici delle Alpi Apuane, a pochissimo da Camaiore, ci sarà Fudstock. Citazione, non casuale naturalmente, del leggendario concerto di Woodstock del 1969, Fudstock è nato da un’idea di Cristiano Tomei (l’Imbuto di Lucca) e dei proprietari dell’azienda produttrice di zafferano Croco e Smilace, si propone di essere una jam session dedicata al cibo in cui interagiscono chef e produttori, della zona e non, con il pubblico partecipante. Una giornata, come dicono gli organizzatori, di pa(n)ce, amore e cibo.

Cristiano_Tomei

cristiano tomei

Lungo l’itinerario si alterneranno le postazioni di produttori di confetture e composte (Maestà della Formica), grandi macellai (Michelangelo Masoni, Macelleria Falaschi), casari (Fattoria dell’antica Filiera, Le Ramate), oleifici (Azienda agricola Doria), molini (Janas), birrifici (San Marco di Pietrasanta), gelatai (De’Coltelli) e pizzaioli (ZenZero). E accanto a loro gli chef che la materia prima tasformeranno in diretta: oltre a Tomei, tra gli altri, ci saranno Damiano Donati (Punto Officina del Gusto), Irina Steccanella (Osteria Vini d’Italia), Aurora Mazzucchelli (Marconi), Cristoforo Trapani (La Magnolia), Nikita Sergeev (L’Arcade) e Giuseppe Iannotti (Kresios). Per saperne di più, date un’occhiata alla pagina Facebook dell’evento.

fudstock 2

E poi il bere coordinato da Tery Nesti, Gino Della Porta e Gae Saccoccio, musica e chiacchiere: un lungo pomeriggio, ricco e intenso a partire dalle 16 fino a mezzanotte. L’ingresso è libero, il biglietto per degustare i piatti costa 25 euro.

I commenti degli utenti