Barbecue: modelli a carbone o a gas?

1 luglio 2015
di Gianfranco Lo Cascio

Non si fa nemmeno in tempo ad assimilare il concetto che esista qualcosa di alternativo al solito braciere per preparare le amate costine che già si prospetta dietro l’angolo la difficile scelta di quale modello di barbecue acquistare. La scelta è ampia, ma cerchiamo di andare al sodo. Se andiamo sul pratico, i modelli a carbone di comune accesso sono il Kettle, il Bullet Smoker (o affumicatore verticale) e lo smoker offset, ai quali aggiungo l’intera categoria degli apparecchi a gas, esistono due famiglie principali tra cui scegliere: i modelli a carbone e gli apparecchi a gas senza entrare in merito alle differenze di potenza e di dimensione, ma solo come polo alternativo nell’ancestrale diatriba tra queste e gli apparecchi a carbone. Limitarsi a queste famiglie già rende i confini della scelta maggiormente percepibili. Per renderla ancora più agevole occorre un parallelismo con un ambito con il quale il popolo latino abbia maggior dimestichezza. I barbecue sono anche definiti in gergo macchine: allora quale miglior parallelismo di quello con i motori? Ipotizziamo di dover acquistare una nuova auto. Lasciamo stare le Porche e le Ferrari (i barbecue professionali), a noi serve un mezzo di trasporto, non uno status symbol. Nella scelta dobbiamo tenere conto delle esigenze della nostra famiglia, del nostro budget e, naturalmente, delle nostre legittime aspirazioni. Approfondendo la metafora, possiamo dire che la portata della nostra auto rappresenta la quantità di carne che riusciamo a preparare con il BBQ; la sua velocità è la temperatura esprimibile con il BBQ; il suo consumo, l’efficienza del nostro BBQ. Vediamo quali modelli a carbone scegliere.

  1. kettle grillL’utilitaria: il Kettle. È la macchina più versatile, quella che si adatta un po’ alle esigenze di tutti. Si comporta bene sia spingendola ad alte velocità che contenendola a bassi regimi, purché si prenda un po’ di dimestichezza con le reazioni nervose dell’acceleratore. Ha una portata che soddisfa nelle maggior parte delle occasioni in cui è usata, pur avanzando di rado dello spazio utile. I consumi sono abbastanza contenuti, variando in ogni caso sensibilmente in funzione della velocità media sostenuta. Il costo è più che accettabile, soprattutto se raffrontato a ciò che la macchina è in grado di dare.
  2. bullet smokerLa berlina: il Bullet Smoker. Una macchina pensata per viaggiare a lungo a velocità costanti. La reazione alle sollecitazioni è piuttosto lenta e questo la rende poco adatta ad altre applicazioni. In termini di portata è sicuramente più comoda di un Kettle ma se si misura lo spazio utile non è che cambi la vita. I consumi sono sensibilmente più alti, così come il costo. Si tratta di una macchina affascinante e che svolge molto bene il proprio lavoro. Ha il limite di essere molto specifica.
  3. smoker offsetIl van: lo Smoker Offset. Il principale pregio è la grande capacità di carico, difficilmente raggiungibile altrimenti; di contro è un modello ancora più goffo del Bullet Smoker. Per raggiungere la velocità desiderata occorre un po’ di pazienza e di convinzione; i consumi sono molto alti. È una macchina il cui utilizzo ha un senso solo se a pieno carico. Il costo è paragonabile a quello del Bullet Smoker. Si tratta di una bella macchina, anche questa abbastanza specifica e richiede che si prenda un po’ di dimestichezza in più rispetto alle altre prima di poterla utilizzare bene.

Apparecchi a gas

gas bbq grill

Per ciò che riguarda gli apparecchi a gas, non vedo tanto la metafora con una categoria di auto, bensì con il sistema di cambio automatico. Questa soluzione consente di viaggiare sicuramente più rilassati, ci si stanca di meno e le possibilità di errore sono ridotte. gli apparecchi a gas sono paragonabili a modelli d'auto con il cambio automatico Esiste da sempre una amichevole controversia tra i sostenitori del cambio manuale, che prediligono il divertimento della gestione delle variabili aggiuntive, e i sostenitori del cambio automatico, che predicano concretezza ed efficacia. In ambito commerciale il mercato dell’auto è ritenuto uno di quelli più trasparenti in assoluto, nel senso che la circolarità delle informazioni e il loro livello di completezza sono talmente elevati da consentire a qualunque acquirente di avere il pieno possesso di tutte le leve decisionali, tali da consentire in qualunque momento un acquisto pienamente consapevole. Purtroppo in questo, il parallelismo tra il mondo delle automobili e quello del barbecue cessa di esistere: il mercato dei modelli di barbecue è ancora molto, troppo ermetico. Il mio auspicio è che da oggi lo sia un pochino di meno.

E voi cosa aspettate a recarvi dal vostro concessionario? Vedremo inoltre alcune di queste macchine all’opera durante il Prime Uve Invitational Barbecue Championship a Gaiarine (TV) il 4 e 5 luglio.

I commenti degli utenti