In quali Paesi si mangia meglio al mondo? La CNN prova a rispondere

8 luglio 2015

Quali sono i paesi in cui si mangia meglio al mondo? È la domanda cui di recente ha provato a dare risposta la CNN. Per molti, si sa, la vacanza è viaggio e il viaggio è scoperta. Chi si perde in un paesaggio, chi in una danza, chi in un museo. Ma oggi più di ieri c’è un nuovo desiderio di scoperta: è la scoperta del cibo e dei suoi riti, sapori e storie di tradizioni e comunità.La CNN ha stilato una classifica dei 10 paesi in cui si mangia meglio al mondo: l'Italia è solo terza, non classificate spagna e francia La CNN, chiamando in causa i suoi lettori globetrotter, ha stilato una classifica delle 10 culture culinarie migliori del globo: i gastronauti di tutto il mondo hanno risposto a un sondaggio aperto su Facebook, contribuendo con i loro giudizi alla stesura di questa improbabile classifica sulle mete gastronomiche più ambite del pianeta. Da questo elenco di dubbia validità emerge un inaspettato panorama circa le preferenze dei viaggiatori gourmet: l’Italia, il bel paese, l‘Italia è superata in classifica dalle Filippine e da Taiwan. Non invochiamo a gran voce il primo posto con tanto di targa placcata in oro, ci chiediamo, però, che errori abbia commesso la Grecia, già troppo mortificata dagli ultimi eventi di natura politica, per meritarsi un misero nono posto? E la Spagna, con il gazpacho, la paella e le tortillas, che fine ha fatto? Per non parlare dei non classificati cugini francesi. Prescindendo da una visione eurocentrica della cucina, manca anche un solo accenno all’America Latina. Vediamo e analizziamo la classifica nel dettaglio:

  1. shutterstock_91361072Vietnam: per i viaggiatori consultati dalla CNN il decimo Paese in cui si mangia meglio al mondo è il Vietnam.
  2. shutterstock_83025709Grecia: i formaggi, lo yogurt, il profumo dei pomodori e delle olive, l’olio e l’origano che coprono i piatti, non meritano il podio, anzi, la Grecia è relegata in penultima posizione.
  3. shutterstock_indian foodIndia: non convince neanche l’ottavo posto della cucina indiana. Si è imposta da tempo nel mondo grazie ai suoi profumi e i suoi colori, ma oggi i ristoratori indiani che abitano le capitali del mondo guardano, sconfitti, al loro ottavo posto.
  4. shutterstock_hong kong foodHong Kong: cucina ibrida, commistione di culture asiatiche e occidentali, quella di Hong Kong è una realtà gastronomica varia e non sorprende affatto che sia in classifica. Delude il terzultimo posto.
  5. shutterstock_malesia Malesia: il vasto panorama di sapori e profumi è valso alla cucina malese un posto di tutto rispetto. Peperoncino, citronella e foglie di pandan rappresentano gli aromi principali.
  6. shutterstock_252787048Giappone: la cucina nipponica si aggiudica il punto di mezzo, ma per gli aficionados del sushi sarà comunque un duro colpo.
  7. shutterstock_thaiThailandia: la cucina thailandese è ormai in ascesa, questo è indubbio. Congratulazioni per il quarto posto, complimenti a chi ne ha saputo riconoscere i meriti. Ma questo non basta a farci cambiare idea, la classifica ancora non ci convince del tutto.
  8. shutterstock_256042003Italia: è bronzo per il vecchio Stivale. L’Italia che vanta la più ampia varietà di tradizioni gastronomiche divise per regioni (e nelle regioni divise per province e nelle province divise per famiglie e i loro segreti culinari gelosamente custoditi), è terza. Col capo chino saliamo sul podio e ci uniamo, poco convinti, alla gioia degli asiatici vincitori.
  9. shutterstock_249080383Filippine: andiamo con l’argento. 7000 isole, mari che brillano di tutta la gamma di azzurri, alberi che nascono dall’acqua e in acqua si tuffano di nuovo. D’accordo, ma la cucina? Si legge di riso, pesce e frutti tropicali; di contagi tra diverse culture, qualche volta compare il pollo e più raramente il maiale. Un secondo posto che non ci convince del tutto.
  10. shutterstock_taiwanTaiwan: signore e signori, the winner is Taiwan o Repubblica di Cina. La cucina taiwanese si è strutturata nei secoli grazie alla convergenza di molteplici influenze: dall’aborigena a quella della Cina continentale a quella, ultima ma non ultima, giapponese a seguito dell’invasione del Giappone che per un periodo governò l’isola. Chicche storiche che ci servono un po’ per comprendere un po’ per convincerci della giustizia di questo primo posto.

Quali sono per voi (prendendo in prestito il consiglio della cara vecchia guida Michelin) i Paesi per cui la sosta merita il viaggio? Esprimente il vostro giudizio e proviamo a fare la nostra classifica dei Paesi in cui si mangia meglio al mondo.

I commenti degli utenti