Piade da Chef al Kalamaro Piadinaro di Riccione

7 agosto 2015

Quando si parla di piada ognuno ha da dire la sua. C’è chi riconosce come piadina solo ciò che è fatto con farina rigorosamente 0, strutto, acqua e sale; chi timidamente si distacca dalla tradizione sostituendo lo strutto con l’olio extravergine d’oliva; al kalamaro piadinaro di riccione dal 24 agosto arrivano le piade di oldani e cammerucci ma c’è anche chi osa, giocando con impasti e farciture. A Riccione, Kalamaro Piadinaro (viale Ceccarini, 134) coniuga l’attenzione per la tradizione con la curiosità di provare accostamenti nuovi e la volontà di andare incontro alle esigenze e ai gusti dei propri clienti. Largo quindi alla farina di farro, di grano spezzato e di grano arso, tutte 100% bio, per gli impasti e grande creatività nei ripieni. Se pensate che le farciture classiche – come prosciutto crudo, squacquerone e rucola o salsiccia e cipolla stufata – non vi tentino abbastanza, potete provare con le speciali, ad esempio quella con wurstel bianco bavarese, crauti e una particolare squacquerone sauce o quella con salmone marinato con salfiore di Cervia, burrata pugliese DOP, spinaci novelli e aneto.

Davide-Oldani_980x571

davide oldani

Ma per chi osa davvero non è ancora abbastanza e dal 24 agosto al Kalamaro Piadinaro arriva la piada dei foodies: 3 Piade da Chef che a partire dalla fine di agosto affiancheranno le oltre 40 tipologie di piadine al momento disponibili in menu. A idearle, prepararle e presentarle, in una serata speciale di assaggi in anteprima, saranno gli chef Davide Oldani del ristorante D’O e Vincenzo Cammerucci – allievo di Marchesi e oggi titolare dell’agriturismo Camì – assieme al maestro gelatiere Angelo Grasso – autore di libri sull’arte della gelateria e docente.

kalamaro

Ai 3 guru della cucina è stato chiesto di raccontare l’evoluzione della piadina dalla azdora allo chef, coniugando tradizione e creatività. Non c’è limite alla fantasia che Oldani, Cammerucci e Grasso metteranno nelle loro ricette per creare una farcitura unica e originale, realizzata a partire da prodotti esclusivamente italiani. E se le ricette sono ancora segrete, siamo convinti che saranno all’insegna del “semplice, ma buono”, da sempre motto del Kalamaro Piadinaro.

I commenti degli utenti