10 modi per cucinare le vongole

18 agosto 2015

Protagoniste indiscusse delle tavole estive italiane, le vongole si prestano bene alla preparazione di molti piatti e, tra il gran numero di varietà in tutto il mondo, la nostra vongola verace è una delle più apprezzate. Dal punto di vista nutrizionale, sono ricche di proteine, vitamine A e B e sali minerali come il fosforo e potassio. prima di adoperarle per una ricetta è necessario lavarle e lasciarle spurgare Prima dell’uso bisogna aver cura nella preparazione: si inizia spazzolando bene il guscio e si procede tenendole in ammollo nell’acqua salata per farle spurgare fino a che non abbiano rilasciato tutta la sabbia che si trova al loro interno. Per aprire le conchiglie, bisogna passarle in un tegame coperto e scuoterlo ogni tanto in modo che il calore si distribuisca in modo uniforme, ed è molto importante scartare quelle che non si aprono perché significa che l’animale all’interno era già morto prima della cottura. Il liquido rilasciato sul fondo della padella, dopo essere stato filtrato, può essere usato per la preparazione del piatto. Ecco 10 modi per cucinare le vongole.

  1. vongole saltateVongole in potacchio: fate aprire le vongole, in una casseruola coperta, con olio e uno spicchio d’aglio. Aggiungete poi trito di aglio e rosmarino, regolate di sale e pepe e unite un po’ di concentrato di pomodoro diluito in un bicchiere di vino bianco. Fate insaporire e servite subito.
  2. Vongole al profumo di erbe e limone: tritate finemente la parte bianca e quella verde più chiaro d iun cipollotto e rosolatelo a fuoco dolce. Unite le vongole assieme a un paio di spicchi di aglio interi, qualche rametto di timo, uno di rosmarino, una foglia di alloro spezzettata e sfumate con un po’ di vino bianco. Fate evaporare e lasciate aprire le vongole. Regolate di sale e pepe e, fuori dal calore, grattugiate sopra la buccia di un limone.
  3. Vellutata di zucchine con vongole e crostini: imbiondite una cipolla possibilmente fresca, aggiungete delle patate tagliate sottili e rosolatele. Continuate la cottura, bagnando con un po’ d’acqua, per qualche minuto e unite le zucchine tagliate a rondelle. Regolate di sale e pepe, aggiungete un po’ d’acqua e cuocetele al dente, frullatele quindi a crema e tenete in caldo. Saltate le vongole con olio, aglio e peperoncino a fiamma vivace quindi preparate il piatto mettendo sul fondo la vellutata e adagiando sopra i molluschi sgusciati e dei dadini di pane saltato in padella con un po’ d’olio al rosmarino.
  4. Mini spiedini di vongole e polentina: fate schiudere le vongole con olio e peperoncino e aggiungete dei pomodorini tagliati a metà e regolate di sale e pepe. In una padella friggete dei cubetti di polenta preparata in anticipo e componete dei piccoli spiedini alternando la polenta con qualche vongola infilzata assieme. Sistemate il fondo di cottura in piccole salsiere e adagiatevi gli spiedini.
  5. Farro dell’orto con vongole: saltate in padella delle verdure tagliate a cubetti (zucchine, carote, peperoni, piselli) aggiungete il farro, precedentemente lessato, profumate con foglie di basilico e timo e unite le vongole saltate e sgusciate. Ripassate un minuto a fiamma forte e componete le porzioni con un coppapasta.
  6. Vongole alla Pellestrina (isola della laguna di Venezia): saltate le vongole con olio e prezzemolo sminuzzato, aggiungete della polpa di pomodoro cubettata e regolate di sale e pepe. Proseguite la cottura per una decina di minuti poi eliminate la parte vuota della conchiglia, lasciando il mollusco allaccato all’altra valva, e servite ben caldo con della polenta appena scodellata.
  7. Vongole in salsa all’uovo: preparate un soffritto di aglio, olio, pomodoro e prezzemolo tritato, aggiungete le vongole e cospargete di pepe. Quando si sono aperte, trasferitele in piatti individuali, filtrate il fondo e legatelo con due tuorli lavorati a crema con un cucchiaio di farina e il succo di un limone. Versate la salsa calda sulle vongole e servite subito con fettine di polenta gialla.
  8. Vongole inciocchite di Gabicce: lavate bene le vongole e ponetele in un canovaccio che tufferete nell’acqua in ebollizione. Appena l’acqua riprende il bollore, lasciate cuocere le vongole per 2 minuti poi toglietele e servitele subito.
  9. Zuppa di ceci e vongole: lessate i ceci, ammollati precedentemente, in acqua aromatizzata con uno spicchio d’aglio, salateli e passateli al setaccio, tenendo da parte un po’ della loro acqua di cottura. Soffriggete aglio e peperoncino, aggiungetevi la passata di ceci, la loro acqua messa da parte allungata con brodo di vegetale e lasciate cuocere per una decina di minuti. Da parte fate aprire le vongole, togliete i frutti e aggiungeteli, insieme al loro liquido di cottura filtrato, alla crema di ceci. Insaporite e servite con crostini di pane tostato.
  10. zuppa di vongoleZuppa di vongole: soffriggete uno scalogno e unitevi le vongole, coprite e fate aprire le conchiglie. Versate mezzo bicchiere di vino bianco, fate evaporare e togliete dal fuoco. Macinate del pepe nero e spolverizzate con prezzemolo tritato molto finemente. Servite con fettine di pane casereccio leggermente tostato.

I commenti degli utenti