Burger King e McDonald’s: la pace con un panino

27 agosto 2015

È una di quelle contrapposizioni capace di scaldare davvero gli animi, almeno fra i consumatori. E quando l’argomento esplode casualmente in una placida serata con gli amici, la piacevole convivialità si trasforma in una vera e propria chiamata alle armi, da cui è difficile riemergerne illesi: meglio i panini di McDonald’s o quelli di Burger King? È forse per questo che proprio Burger King ha deciso di offrire, per la Giornata Mondiale della Pace del prossimo 21 settembre, un insolito e amichevole calumet: il McWhopper, il panino delle meraviglie perfetta sintesi dei due colossi del fast food.

Il panino

mcwhopper 3

Non si può dire che la proposta di Burger King non sia particolarmente suggestiva, sia dal punto di vista del consumatore che da quello mediatico. Con una curatissima campagna pubblicitaria, burger king ha proposto a mcdonald's di realizzare un panino congiunto per la giornata della pace partita con una lettera aperta sul New York Times e sul Chicago Tribune e poi proseguita su YouTube, il colosso della ristorazione fast ha proposto il cessate il fuoco al rivale. Nasce così il progetto del McWhopper, un panino realizzato con sei ingredienti del BigMac e altrettanti del Whopper, da vendersi durante la Giornata Mondiale della Pace in un pop-up store di Atlanta, negli Stati Uniti. Tutto verrà diviso equamente: oltre agli ingredienti, il packaging del panino sarà per metà rosso e per metà marrone, così da ricalcare le due società, e identiche saranno le divise del personale del ristorante temporaneo.

mcwhopper 2

Al grido di One Day, One Burger, lo slogan proposto per la tregua culinaria, si aggiungono le parole di Fernando Mechado, vice-presidente senior e responsabile della gestione globale di Burger King: “Siamo stati completamente trasparenti nella nostra proposta perché vogliamo essere presi sul serio. Sarebbe fantastico se McDonald’s accettasse di partecipare”. Naturalmente, nell’era dei social network non può nemmeno mancare un Tumblr dedicato.

 La risposta

La risposta di McDonald’s è arrivata dopo qualche ora, tramite un aggiornamento pubblicato dal CEO Steve Easterbrook sulla pagina Facebook ufficiale del gruppo. Uno status che, in realtà, la risposta del ceo di mcdonald's non ha lasciato intendere se il colosso abbia accettato non ha lasciato ben intendere se la catena di fast food abbia accettato l’insolita proposta del rivale, anzi un intervento dai commentatori social giudicato distaccato: “Amiamo l’intenzione, ma pensiamo che i nostri due brand possano organizzare qualcosa di più grande per far la differenza. Ci impegniamo nella sensibilizzazione a livello mondiale, forse vi unirete a noi per un significativo sforzo globale?”. E così prosegue: “Ogni giorno, riconosciamo come fra di noi vi sia semplicemente un’amichevole competizione e non certamente l’ineguagliabile circostanza del vero dolore e della sofferenza della guerra. Ci terremo in contatto. PS: la prossima volta basta una telefonata”. Il panino delle meraviglie, in definitiva, si farà? Non resta che attendere il prossimo 21 settembre.

I commenti degli utenti