Alloro, un profumo da re

27 settembre 2015

Simbolo di trionfo e saggezza, l’alloro, che noi oggi utilizziamo semplicemente per festeggiare i laureati o in cucina per profumare le nostre ricette, ha una storia antica e affascinante. molto usato in cucina, l'alloro è anche ricco di proprietà digestive e allieva i sintomi del raffreddore Secondo la mitologia greco-romana era infatti la pianta sacra al dio Apollo, figlio di Zeus o Giove, perché proprio in questo esemplare si è trasformato il suo grande amore non corrisposto, la ninfa Dafne. Per questo suo legame con il mondo delle divinità, la corona di foglie di alloro ha indicato per secoli un segno di onorificenza riservato ai vincitori, ai grandi poeti, agli imperatori. L’alloro è anche ricco di proprietà: è infatti un potente digestivo, allieva i sintomi di un forte raffreddore o dell’influenza, favorisce la diuresi e la depurazione.

alloro

Le foglie e le bacche di questa pianta non sono difficili da trovare: il suo habit naturale è rappresentato infatti dalle zone con clima temperato come il bacino del Mediterraneo e nella nostra tradizione culinaria sono ben presenti come ingredienti di tante ricette diverse.  L’alloro è infatti in grado di donare un profumo unico a court bouillon, pesci, carni, zuppe, conserve, castagne bollite. Attenzione però a quando usate troppe foglie fresche in cottura perché potreste rischiare di coprire gli altri sapori. Ecco 5 ricette per usare l’alloro in cucina.

  1. peperoncini sottacetoPeperoncini sottaceto: qualche foglia di alloro nelle vostre conserve può far sprigionare profumi davvero inebrianti alla vostra dispensa. Provatele con i pomodori pelati, i carciofini, le olive, ma anche con i peperoncini sottaceto. Prepararli è facile e veloce: lessateli velocemente in acqua e aceto profumata con alloro, aglio e pepe e conservateli in barattoli pronti all’uso, magari per insaporire un piatto di pasta.
  2. capretto alla marchigiana3Capretto alla marchigiana: i peperoncini sottaceto sono molto diffusi nella tradizione dell’Italia meridionale ma l’alloro è presente nelle tradizioni di tutta la Penisola. Ne è un esempio la ricetta del capretto alla marchigiana al forno, in cui la carne tenera e delicata acquista un sapore intenso proprio grazie all’aggiunta in cottura delle erbe aromatiche, in primis l’alloro. Le foglie profumate della pianta del dio Apollo sono particolarmente indicate per le carni bianche come quella del tacchino o del coniglio.
  3. fagioli al fornoFagioli cannellini al forno: dalla carne a verdure e legumi. L’alloro è un ingrediente versatile e adatto a gusti ed esigenze diverse. Provate ad aggiungere qualche foglia a un contorno di fagioli cannellini e passata di pomodoro e trasformerete il vostro contorno in qualcosa di cui non poter più fare a meno.
  4. polpo alla greca4Polpo alla greca: l’alloro è una pianta tipica del Mediterraneo e non è utilizzata come materia prima solo nella cucina italiana. In Grecia per esempio si trova in piatti di mare, come il polpo stufato. Questa erba aromatica si sposa bene con il pesce, ma soprattutto con molluschi e crostacei. In questo modo garantirete un profumo unico ai vostri antipasti o secondi piatti marini.
  5. ketchup still lifeKetchup fatto in casa: lo sapevate che la più famosa e diffusa salsa americana è aromatizzata proprio con l’alloro? Serve proprio a garantire complessità e profumo a una ricetta facile da riprodurre anche in casa con ingredienti di tutti i giorni. Erbe aromatiche, sugo al pomodoro, aceto, zucchero e la salsa è pronta.

I commenti degli utenti