Profumi dal Mediterraneo: il timo

1 ottobre 2015

Il timo è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae o Labiatae. Il timo, come il rosmarino, la salvia o la maggiorana (tutte piante appartenenti alla stessa famiglia) è considerata una pianta aromatica perché alla base delle foglie presenta ghiandole ricche di oli essenziali. Esistono numerose varietà di timo: alcune di queste hanno un profumo agrumato, come il timo-limone; altre più speziato, come il timo Herba Barona.le foglie di timo, molto usate in cucina, possono avere un profumo agrumato o speziato e dai fiori si ricava un miele dorato Le diverse specie mostrano lievi differenze nel colore o nella forma delle foglie e dei fiori ma, in linea di massima, il timo si presenta come un arbusto a cespuglio piuttosto compatto, non troppo alto, con foglie piccole, leggermente allungate e ricoperte di peluria, di un verde-giallognolo-argentato e fiori bianco-rosati. È molto diffuso nel bacino del Mediterraneo e preferisce terreni ben drenati e ghiaiosi poiché mal tollera i ristagni d’acqua. Dai suoi fiori, ricchi di nettare, si ricava un miele dorato, dal sapore intenso e persistente, utilizzato come coadiuvante nel trattamento dell’insonnia, antisettico e febbrifugo. Il timo infatti contiene alte percentuali di timolo che, oltre a conferirgli il suo aroma caratteristico, ha proprietà balsamiche in grado di combattere i germi e si rivela utile in caso di affezioni alle vie respiratorie.

Timo

In cucina può essere usato fresco o essiccato poiché, a differenza di altre erbe aromatiche, mantiene inalterato il suo profumo. È ideale in abbinamento a verdure, carni e pesce, ma è possibile anche usarlo per aromatizzare l’olio o farne un liquore, come il Benedictin la cui ricetta però rimane segreta. Se aggiunto ai legumi in cottura ne facilita la digestione ed evita il gonfiore intestinale. Ecco 5 ricette con il timo che vi consigliamo di provare.

  1. peperoni sulla grigliaPeperoni alla griglia. Anche in abbinamento a prodotti con un gusto deciso e spesso prevaricante come i peperoni, il timo riesce a donare quella nota in più. Grigliate e spellate i peperoni e conditeli semplicemente con sale, olio e timo.
  2. 72 polpette di gamberiPolpette di gamberi. La polpetta – che sia di carne, verdure o di pesce – è sempre un piatto sfizioso e molto apprezzato, da presentare come secondo o come aperitivo finger food. Seguite il nostro consiglio e preparate le polpette di gamberi sostituendo il prezzemolo con il timo: nel mixer tritate i gamberi sgusciati insieme a uno spicchio d’aglio e delle foglie di timo fresco, unite il tutto a delle patate che avrete precedentemente lessato e schiacciato. Regolate di sale e pepe, formate delle polpette, impanatele e friggetele.
  3. x carote al burroCarote al burro. Ci sono piatti che, dietro la loro semplicità, nascondono la capacità di riempire la cucina di profumi invitanti, da far venire l’acquolina in bocca. Tra questi le carote al burro meritano di essere nominate: lessate le carote senza buccia, e unitele in una padella dove avrete fatto rosolare una cipolla tritata con il burro. Lasciate cuocere a fuoco lento per circa 5 minuti, regolate di sale. Servite completando con un rametto di timo.
  4. spezzatino di vitello alle prugne2Spezzatino di vitello alle prugne. Tanti sono i modi per preparare lo spezzatino di vitello, ma se vi va di provare un piatto particolarmente profumato, vi consigliamo di provare la ricetta dello spezzatino alle prugne: si prepara con le prugne secche che vengono fatte rinvenire direttamente in casseruola con la carne. A questa base vengono aggiunte timo, salvia e maggiorana e il tutto è sfumato con il marsala. Il gioco tra frutta secca, erbette e vino liquoroso regala al piatto intense note agrodolci.
  5. 132 soufflè al salmoneSoufflé al salmone. Il soufflé non è uno dei piatti più facili da realizzare in cucina, ma con qualche accorgimento vi riuscirà perfettamente: dopo aver unito il salmone tritato a un po’ di besciamella, sale, pepe e qualche foglia di timo, unite i tuorli uno alla volta montando il tutto con una frusta. A parte, montate gli albumi e uniteli delicatamente al composto. Cuocete in appositi pirottini a 180 °C per 20 minuti.

I commenti degli utenti