Gambero Rosso e IULM aprono la Città del Gusto di Milano

8 ottobre 2015

Milano diventa protagonista di un progetto di alta formazione professionale nel settore enogastronomico. Dall’incontro tra l’Università IULM e il Gambero Rosso, nasce un percorso di formazione, apprendimento e approfondimento sui temi del cibo e del vino, con un occhio di riguardo alla qualità e alle tecnologie moderne. Una joint venture unica nel suo genere, pronta a rivoluzionare e ribadire l’importanza dell’alimentazione all’interno della cultura italiana.

Il progetto

iulm milano

Giovanni Puglisi, Rettore dell’Università IULM di Milano, e il Presidente di Gambero Rosso Paolo Cuccia, hanno costituito ieri la società a responsabilità limitata Città del Gusto – IULM Milano. L’obiettivo è quello di aprire, nel capoluogo lombardo, la prima Città del Gusto all’interno dell’Università IULM, approfittando di uno spazio di 900 mq, progetti di formazione professionale, ma anche approfondimento sul cibo e sul vino per gli appasionati del settore dove verranno avviati progetti di formazione professionale, ma anche approfondimenti sui temi del food e del vino pensati per gli appassionati del settore. Uno spazio aperto a tutti, non solo agli studenti della Libera Università di Lingue e Comunicazione, per un’iniziativa fresca e dinamica. I due partner partecipano equamente al 50% nella società, mentre il progetto segue il percorso già tratteggiato dalle precedenti Città del Gusto. La prima è nata a Roma nel 2002, ne sono quindi seguite altre 5 – aperte a Torino, Napoli, Lecce, Catania e Palermo – nonché dei centri formativi esteri a Tokyo, Seoul, Hong Kong, Bangkok, Istanbul, Miami e Pechino.

città del gusto corsi

Non solo formazione e degustazione, ma anche un importante coinvolgimento della didattica, con l’ampliamento dei Master e dei corsi di specializzazione sulla comunicazione e il giornalismo enogastronomico, organizzati dall’ateneo in partnership con il Gambero Rosso. Oltre alla parte teorica, infatti, saranno introdotti dei percorsi a carattere pratico, per garantire il massimo della preparazione anche in linea con le moderne tecnologie.

Milano e i fondatori

paolo cuccia e giovanni puglisi

La Città del Gusto meneghina giunge nell’anno dell’Expo, dove il capoluogo lombardo è diventato la capitale mondiale dell’alimentazione, della buona cucina e dell’attenzione verso il futuro di una gastronomia rispettosa dell’ambiente. Così, dopo il Lazio, la Campania, il Piemonte e la Sicilia, anche la Lombardia si pregia di un tanto ambito traguardo, all’interno di un contesto fortemente multiculturale come quello dell’Università IULM. Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso dal 2009, porterà nell’iniziativa milanese tutta la sua esperienza e il know-how nel settore enogastronomico. Giovanni Puglisi, rettore di IULM dal 2001, continuerà con il suo percorso di marcata integrazione tra Università e città, già ampliato di recente con lo IULM Open Space, un complesso polivalente per le attività sociali e culturali del territorio.

I commenti degli utenti