Ristoranti d’Italia 2016 Gambero Rosso in diretta: che ne sarà di Bottura?

12 ottobre 2015
Quest’articolo è pubblicato in diretta. Aggiornatelo continuamente in modo da conoscere in tempo reale tutte le novità sui premiati dalla Guida ai Ristoranti d’Italia 2016 del Gambero Rosso

Ore 09.58. Soltanto pochi giorni fa Massimo Bottura è stato incoronato Re degli chef italiani da L’Espresso: l’Osteria Francescana infatti ha conquistato 20/20 sulla guida I Ristoranti d’Italia 2016, un risultato che non ha precedenti per nessun altro ristorante. Una volta raggiunta la vetta delle vette, lo chef emiliano potrà soltanto mantenersi stabile o scendere di ventesimi, almeno per L’Espresso. La classifica World’s 50 Best Restaurants gli ha affidato il secondo posto, quindi c’è ancora un margine di crescita. E per il Gambero Rosso, notoriamente più severo e tirato nei giudizi? Nell’edizione dello scorso anno l’Osteria Francescana ha mantenuto le 3 forchette con un punteggio di 95, il più alto della guida: riuscirà Bottura a conquistare altri punti?

Massimo-Bottura-Osteria-Francescana

Ore 10.30. Per la guida del Gambero Rosso i migliori ristoranti sono contraddistinti dalle forchette e da un punteggio (che prende in esame cucina, cantina, servizio e ambiente) in centesimi. Da 75 a 79/100 il ristorante in questione prende una forchetta; da 80 a 89/100 due forchette, mentre da 90 a 100 le forchette diventano 3. Le trattorie, altra categoria, possono conquistare da 1 a 3 gamberi; i wine bar da 1 a 3 bottiglie, le birrerie da 1 a 3 boccali e i ristoranti etnici da 1 a 3 mappamondi. Vediamo quindi chi si è accaparrato quali premi nella Guida 2016 durante la diretta.

stazione di posta, gambero

la guida dell’anno scorso

Ore 11.08. Lo scorso anno i riflettori erano puntati su Marco Martini, giovane chef di Stazione di Posta, un ristorante misteriosamente assente dalla guida Roma del Gambero Rosso 2015. Martini e Stazione di Posta sono poi comparsi sulla guida Ristoranti D’Italia 2015: una forchetta e 77 punti. Che punteggio prenderà quest’anno il locale di Testaccio?

foto 2 (5)

Ore 11.45. Siamo in attesa con Ilario Vinciguerra, Antonino Cannavacciuolo e Massimo Bottura. Quest’anno la premiazione del Gambero Rosso non è più alla Città del Gusto ma all’Hotel Sheraton (viale del Pattinaggio) in zona EUR.

gambero 2016

Ore 12.09. Ecco i primi risultati. In cima alla vetta delle 3 forchette rimangono invariati i risultati dell’Osteria Francescana di Massimo Bottura e de La Pergola di Heinz Beck, entrambi con un punteggio di 95. Ne deduciamo che, per il Gambero Rosso, Massimo Bottura non ha compiuto passi avanti rispetto allo scorso anno, al contrario di quanto valutato dalla guida de L’Espresso.

foto (12)

heinz beck e massimo bottura

Ore 12.10. I primi della classe esultano in un comico abbraccio.

il sorriso di pino cuttaia

il sorriso di pino cuttaia

Ore 12.17. Gli altri 3 forchette dell’edizione 2016: Don Alfonso 1890 (Sant’Agata sui Due Golfi), La Torre del Saracino (Vico Equense) con 94 punti. Le Calandre (Rubano), La Madia (Licata), Villa Crespi (Orta San Giulio), Casa Vissani (Baschi) conquistano un punteggio di 93. Laite (Sappada), Lorenzo (Forte dei Marmi), Dal Pescatore (Canneto sull’Oglio), Reale (Castel di Sangro), St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina (San Cassiano), Uliassi (Senigallia) ricevono 92 punti. Devero Ristorante (Cavenago di Brianza), La Madonnina del Pescatore (Senigallia), La Trota (Rivodutri), Ilario Vinciguerra Restaurant (Gallarate), Da Vittorio (Brusaporto) raggiungono il punteggio di 91. Berton (Milano), Piazza Duomo (Alba), Povero Diavolo (Torriana), Romano (Viareggio), S’Apposentu di Casa Puddu (Siddi), Seta del Mandarin Oriental (Milano), Enoteca La Torre (Roma) concludono la lista dei 3 forchette con 90 punti.

foto 4 (1)

Ore 12.20. Passiamo quindi alle migliori trattorie che conquistano i 3 gamberi: Angiolina (Pisciotta), Antica Osteria del Mirasole (San Giovanni in Persiceto), Antichi Sapori (Andria), Armando al Pantheon (Roma), All’Osteria Bottega (Bologna), La Brinca (Ne), Ai Cacciatori (Cavasso Nuovo), Consorzio (Torino), Caffè La Crepa (Isola Dovarese), La Locanda delle Grazie (Curtatone), La Locandiera (Bernalda), La Madia (Brione), Osteria del Treno (Milano), Un Posto a Milano (Milano), Pretzhof (Val di Vizze), Sora Maria e Arcangelo (Olevano Romano), La Tana degli Orsi (Pratovecchio Stia), Tischi Toschi (Taormina), Vecchia Marina (Roseto degli Abruzzi), Osteria della Villetta dal 1900 (Palazzolo sull’Oglio).

un sorridente moreno cedroni

un sorridente moreno cedroni (e mauro uliassi sullo sfondo)

Ore 12.22. Ecco le migliori cucine e punti relativi (il punteggio totale si raggiunge infatti con cucina, ambiente, servizio e cantina): 57 per Le Calandre (Rubano), Osteria Francescana (Modena), La Madia (Licata), La Torre del Saracino (Vico Equense). 56 punti invece alle cucine di Piazza Duomo (Alba), Il Povero Diavolo (Torriana), Reale (Castel di Sangro), St Hubertus (San Cassiano). Con il punteggio di 55 abbiamo: Le Colline Ciociare (Acuto), Laite (Sappada), La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri (Roma), Uliassi (Senigallia), Villa Crespi (Orta San Giulio) e Casa Vissani (Baschi).

foto (13)

la premiazione dei 3 mappamondi

Ore 12.24. Passiamo agli etnici: quest’anno i 3 mappamondi li conquistano Dao Restaurant (Roma), Iyo (Milano) e Wicky’s Wicuisine Seafood (Milano).

festeggiamenti per il Consorzio (Torino)

festeggiamenti per il Consorzio (Torino)

Ore 12.40. Continuiamo con i premi. Le 3 bottiglie: La Baita (Faenza), Casa Bleve (Roma), Le Case della Saracca (Monforte d’Alba), Damini Macelleria & Affini (Arzignano), Del Gatto (Anzio), Al Donizetti (Bergamo), Le Giare dell’Hotel Rondò (Bari), Lanzani (Brescia), Enoteca Marcucci (Pietrasanta), Oste della Mal’ora (Terni) e Roscioli (Roma).

Ore 12.46. La novità dell’anno è il ristorante L’Argine a Vencò a Dolegna del Collio (Gorizia), mentre il bistrot dell’anno è il Donatella Bistrot di Oviglio (Alessandria).

foto 3 (2)

Ore 12.50. Passiamo ai premi speciali. Il ristoratore dell’anno è Lorenzo Viani (Lorenzo – Forte dei Marmi); pastry chef dell’anno se lo aggiudica Sara Simionato dell’Antica Osteria da Cera (Campagna Lupia). Il miglior pane è del Reale di Niko Romito (Castel di Sangro). Il miglior servizio di sala va al Quattro Passi di Massa Lubrense (Napoli), mentre il miglior servizio di sala in albergo è de Il Pellicano a Porto Ercole (Grosseto).

foto 1 (4)

Ore 13.00. Dall’Hotel Sheraton è tutto per quest’anno. Ci vediamo alla prossima guida!

I commenti degli utenti