Un hashtag per salvare il pastificio Rummo

19 ottobre 2015

Salvare una delle più apprezzate realtà imprenditoriali italiane con un hashtag e una fotografia. È questa l’iniziativa nata dalla Rete per sostenere il pastificio Rummo, in difficoltà a seguito dell’alluvione che ha colpito la zona di Benevento tra il 14 e il 15 ottobre scorsi: il pastificio rummo, così come altre realtà del beneventano, è stato gravemente danneggiato dall'alluvione l’acquisto di un pacco di pasta, da immortalare e pubblicare sui social network sotto l’hashtag #SaveRummo. Nella notte tra il 14 e il 15 ottobre un violento nubifragio si è abbattuto su gran parte del beneventano, provocando l’esondazione di alcuni corsi d’acqua locali, tra cui il fiume Calore. La furia dell’acqua ha trascinato con sé alberi e auto, ha danneggiato i primi piani delle abitazioni, ha ricoperto le strade con una lunga distesa di fango. Fra le realtà colpite dalla calamità anche il pastificio Rummo, un marchio apprezzato su tutto lo Stivale, dove le condizioni atmosferiche hanno dapprima bloccato 30 operai all’interno del pastificio, liberati dai vigili del fuoco con i mezzi anfibi, poi danneggiando macchinari, materie prime e quintali di prodotto. Dei danni importanti, non ancora completamente quantificati, che potrebbero mettere a repentaglio il destino di moltissimi dipendenti. “Ci basta guardare i volti degli operai per capire quanto sia grave quello che è successo”, commenta l’azienda, ma il popolo dei social network decide di rispondere compatto per offrire una speranza.

Le iniziative social

#saverummo

A pochissime ore dalla notizia dei danni subiti dall’azienda, sui social network è partita una vera e propria gara di solidarietà. “Sono la figlia di uno dei dipendenti del pastificio Rummo – si legge su Twitter, in un messaggio condiviso da moltissimi utenti – Ho visto per la prima volta la disperazione sulla faccia di mio padre e credo non ci sia cosa peggiore per una figlia. Ma in lui come nei suoi colleghi ho visto tanta voglia di andare avanti, tanta determinazione nel volersi rialzare per essere persino più forti di prima. Ci sarebbero tante altre cose da dire, ma la più importante credo sia #SaveRummo”. E così è stato: in pochissime ore l’hashtag #SaveRummo è stato preso d’assalto, mentre su Facebook la condivisione ha raggiunto i 72.000 contatti.

Alluvione Benevento

La rete ha scelto un modo molto semplice, ma efficace, per cercare di portare sollievo all’azienda e ai suoi lavoratori, una delle realtà più floride del Mezzogiorno. Tanto facile quando acquistare un pacco di pasta Rummo, per garantire alla società un primo ritorno economico, dopodiché fotografarlo e pubblicarlo sotto l’hashtag #SaveRummo, così da sensibilizzare e coinvolgere altre persone nella gara di solidarietà. Non solo Rummo, però: l’intera zona industriale del beneventano è stata colpita dalle alluvioni e, da prime stime non ancora ufficializzate, pare che possano essere stati coinvolti fino a 1.500 dipendenti. E sempre i social rispondono, dove possibile.

I commenti degli utenti