10 ottimi forni da provare a Napoli

20 ottobre 2015

Panifici, panetterie, forni: a Napoli sono chiamati in tutti i modi. Si passa da quelli storici ai nuovi centri di eccellenze territoriali che sono forniti di ogni tipo di pane, da quello classico, qui definito cafone, alle baguette, al pane di farine miste, integrali, il pane all’olio, con le olive, con le noci, con misto di salumi e formaggi, fino ad arrivare alla nuova tendenza del pane al carbone vegetale. si passa dai forni storici ai nuovi centri di eccellenze territoriali forniti di ogni tipo di pane Non c’è una tipologia specifica preferita dai partenopei: le rosette son comode per i pasti veloci e preferite dai bambini, il pane cafone è più roba da grandi. Ma perché è chiamato così? Perché proviene da una zona della città, i Camaldoli, dove ancora oggi si produce, e che è situata nella parte collinare, un tempo considerata e sfruttata come luogo di vacanza, dove si poteva godere di un po’ d’aria fresca. Inizialmente il pane cafone, ottenuto con lievito naturale o con pasta da riporto del giorno precedente, era cotto a legna, oggi pochissimi lo fanno ancora, perché il forno elettrico ha stravinto su tutto per una questione di praticità. La crosta preferibilmente deve essere croccante, mentre la mollica all’interno molto soffice, non gommosa. Questi sono alcuni suggerimenti dove poter comprare un buon pane a Napoli. Diteci nei commenti quali forni abbiamo dimenticato.

  1. ambrosinoPanificio Ambrosino (via Scarlatti 49, via Kerbaker 54): al Vomero il pane di Ambrosino è un vero must. I negozi sono aperti sempre, anche la domenica mattina, il pane esposto in vetrina spazia dalle pezzature classiche ai pani aromatizzati. Il panificio produce anche dolci e nel tempo si è trasformato in una vera e propria gastronomia.
  2. griecoPanificio Grieco (via Luca Giordano, 81): i vecchi ricordi, soprattutto per chi ha frequentato la scuola materna e le elementari alla Vanvitelli, sono legati a questo posto. Si trova proprio di fronte all’entrata della scuola, infatti, e per questo risulta una comodità per i genitori che vanno a fare la spesa, ma soprattutto è una garanzia in fatto di prodotti. Da provare sicuramente il pane pizza, una focaccia bassa salata: non ve ne pentirete.
  3. rescignoRescigno (via Domenico Cirillo, 74): una tradizione in fatto di prodotti da forno, quella di Rescigno. È un panificio storico che è diventato tanto famoso nel tempo da essere uno dei principali fornitori di pane in buona parte delle botteghe della città. Anche in questo caso la struttura si è modificata nel tempo, fino a diventare una delle gastronomie più richieste in città.
  4. La Fragranza (via Alessandro Scarlatti, 53): questo forno ha da poco aperto i battenti al Vomero, oltretutto a pochi metri di distanza proprio da Ambrosino, quello più noto. Nonostante la scelta coraggiosa, ha riscosso subito un notevole successo. Oltre al pane, molto buono, vi consigliamo le pizze rustiche, i tortani e il pane ai cereali.
  5. Coppola (via Pignasecca, 35): nel cuore della Pignasecca, tra mercatini e negozietti, Coppola è uno dei panifici più gettonati nella zona del centro storico. Un’attività che nasce nel 1927 e che da generazioni coltiva la passione di un’intera famiglia per la produzione del pane. Impossibile non recepirne il profumo passando in quella zona, sarete subito catturati dalla curiosità di conoscere i prodotti.
  6. mocciaMoccia (via San Pasquale, 21-22-23): non c’è napoletano che non abbia assaggiato almeno una volta nella vita le mitiche pizzette di Moccia. Il segreto non si conosce e non lo sveleranno mai: sta di fatto che intere generazioni di studenti delle scuole limitrofe si sono sfamate, dalla colazione, alla merenda, fino al pranzo, con le pizzette tonde condite solo con olio, mozzarella e pomodoro di questa struttura.
  7. Grangusto (via Nuova Marina, 5): Grangusto è un vero e proprio polo enogastronomico nella zona della Marina. Un forno molto moderno è utilizzato tutti i giorni per produrre pane fresco, utilizzando tronchetti biologici di faggio per la cottura del pane. I produttori provengono dai paesi vesuviani, dove da sempre il pane è un elemento caratteristico, come nel caso del pane di San Sebastiano al Vesuvio. Tra le varie proposte, i pani farciti.
  8. gourmeetGourmeet (via Alabardieri, 8-11): sì è vero, stiamo parlando di un supermercato e non di un forno. Ma da Gourmeet c’è la possibilità di trovare pani realizzati con farine macinate a pietra e la lievitazione è naturale. Anche in questo caso, la scelta è molto varia, proprio per soddisfare ogni tipo di palato.
  9. Panificio Luongo (via Vicinale Pietro Micca, 9): ci troviamo ad Agnano, terra di Campi Flegrei. Il panificio Luongo fornisce anche altri negozi in città, il pane è realizzato con farina doppio zero e farro insieme e risulta molto croccante.
  10. panePanificio Marigliano (via Ferrara, 38): in zona Piazza Nazionale, la famiglia Marigliano si è fatta conoscere nel tempo per la produzione di un ottimo pane, tanto da aprire vari punti vendita, più o meno nella stessa area, gestiti dagli eredi di Gennaro. Oltre al classico pane cafone, sono consigliate anche le focacce ripiene, nella fattispecie quella con i friarielli.

I commenti degli utenti