Il Parlamento UE sdogana i nuovi alimenti

29 ottobre 2015

Il Parlamento Europeo ha dato il via libera, in prima lettura, all’accordo con il Consiglio per semplificare le procedure di autorizzazione dei cosiddetti nuovi alimenti (novel food). alcuni alimenti come insetti, alghe e cibi costruiti in laboratorio potrebbero trovarsi presto sulle nostre tavole Dopo un’attenta valutazione sugli effetti che un alimento possa avere sulla salute umana, l’EFSA, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, deciderà se dare o meno l’autorizzazione alla sua commercializzazione. Insetti, larve, alghe, scorpioni, vermi ma anche cibi costruiti in laboratorio, sono tra gli alimenti che potrebbero presto finire sulle nostre tavole. Bocciata, invece, in blocco la proposta di direttiva che avrebbe concesso agli Stati membri il diritto di vietare a livello nazionale l’uso di alimenti e mangimi geneticamente modificati (OGM), che erano stati già approvati a livello comunitario.

alghe

Una ricerca Coldiretti-Ipmarketing ha rivelato però che gli italiani che assaggerebbero gli insetti sono appena l’8%; il 7% sarebbe disposto a mangiare ragni fritti e il 19% mangerebbe volentieri carne di coccodrillo. Alla luce degli ultimi pareri dell’OMS sulla carne rossa e gli insaccati e il relativo legame con il cancro, che sia questo il cibo del futuro?

I commenti degli utenti