Spesa a rischio: sciopero dei supermercati

6 novembre 2015

Spesa a rischio sabato prossimo 7 novembre. I lavoratori di supermercati e delle catene di grande distribuzione hanno indetto uno sciopero per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti nazionali di settore e per difendere diritti e salario. La manifestazione nazionale indetta da Filcams Cgil, Fisacat Cisl e Uiltucs Uil, riguarderà gli addetti alle vendite che sono aderenti a Federdistribuzione, Confesercenti e Distribuzione Cooperativa. Lo sciopero, che ha come slogan Fuori tutti, potrebbe ripetersi anche il 19 dicembre, quindi sotto Natale, se non si raggiungerà un accordo tra le parti.

pasta supermercato

I sindacati nello specifico si oppongono all’aumento della produttività attraverso il taglio delle retribuzioni ma anche a “l’annullamento degli scatti di anzianità, la negazione del passaggio dal 5° al 4° livello, l’eliminazione di 32 ore di permesso retribuito, la sterilizzazione di 13esima e 14esima ai fini del calcolo del Tfr e il ritorno alle 40 ore di lavoro con una maggiore flessibilità gestita unilateralmente dalle aziende, alla decorrenza del contratto dal 2016 al 2018”.

I commenti degli utenti