5 modi per usare l’avena in cucina

5 dicembre 2015

L’avena è una pianta erbacea appartenente alla famiglia della Graminacee come l’orzo, il frumento o la segale. Come questi ultimi ha un fusto lungo, sottile e cavo al suo interno, l'avena contiene una buona quantità di proteine ed è utile per tenere basso il colesterolo nel sangue ma diversamente da questi non ha infiorescenze raccolte in lunghe spighe erette, bensì in piccole pannocchie semplici e pendenti. Rispetto ad altri cereali, poi, l’avena contiene una maggiore quantità di proteine, buone percentuali di calcio, ferro, fosforo e potassio ed è ricca di grassi, ma è facilmente deperibile poiché, anche una volta lavorata, mantiene il germe che irrancidisce velocemente; per questo motivo i chicchi temono particolarmente umidità e calore e, anche se cotti a vapore al momento del confezionamento, non possono essere conservati a lungo. La sua composizione la rende particolarmente utile per mantenere bassi i livelli di colesterolo nel sangue ed è consigliata per contrastare la stitichezza, soprattutto se assunta sotto forma di zuppa, e per disintossicare l’organismo.

avena

In cucina si presta a molteplici usi poiché può essere utilizzata in chicchi, farina o fiocchi. Noi vi consigliamo 5 ricette per cucinare con l’avena.

  1. biscotti all'avenaBiscotti ai fiocchi di avena e frutta secca. Per questa ricetta si usano i fiocchi d’avena, gli stessi che potete mangiare a colazione nel latte o nello yogurt. Amalgamandoli con zucchero e burro se ne ricava un impasto che può essere arricchito con frutta secca o cioccolato. Provate a prepararli seguendo la nostra ricetta.
  2. cime di rapaInsalata con cime di rapa. L’avena in chicchi si presta alla realizzazione di insalate a base di verdure da servire calde o tiepide come quella alle cime di rapa. Lessate l’avena. Stufate le cime di rapa con dell’aglio in poca acqua salata. Tagliate dei pomodori secchi a strisce e uniteli alle cime di rapa. Una volta pronta, scolate l’avena e unitela alle verdure e saltatela in padella con un filo d’olio e pepe.
  3. gnocchiGnocchi d’avena. Su una spianatoia fate un cratere con dei fiocchi d’avena, due parti di fiocchi d’orzo e due di farina integrale. Aggiungete un trito di rosmarino, maggiorana e salvia e del parmigiano grattugiato. Impastate aggiungendo uova e latte tiepido fino a ottenere un composto morbido, ma compatto. Dividete l’impasto e formate dei cordoncini da cui ricaverete gli gnocchi, avendo cura di mantenere costante la grandezza per una cottura più omogenea.
  4. zuppa di avenaZuppa di farina d’avena. Macinate i chicchi d’avena, tostate la farina ottenuta e allungatela con dell’acqua facendo attenzione a non formare grumi. Pulite e affettate porri e cipolle, uniteli alla farina assieme alla salvia e cuocete per almeno 15 minuti. Ultimata la cottura, addensate la zuppa con un tuorlo d’uovo. Aggiustate di sale e condite con pepe e olio extravergine. Servite con crostini di pane abbrustoliti.
  5. zuppa di spinaciCrema di avena e spinaci. Fate appassire una cipolla affettata sottile. Aggiungete gli spinaci tagliati grossolanamente e i fiocchi d’avena e allungate con acqua tiepida. Portate ad ebollizione, cuocete per un quarto d’ora, poi riducete tutto a una crema. Continuate la cottura a fuoco basso, condite con salsa di soia, aggiustate di sale e completate con un filo d’olio.

I commenti degli utenti