11 ricette ideali da preparare con la Crock-Pot

17 dicembre 2015

I vantaggi di una cottura lenta sono molti, ma mai così tanti quante le ricette che richiederebbero tempi lungi e attenzione vigile per una buona riuscita. le ricette tradizionali della cultura gastronomica italiana partono da una cottura a fiamma bassa Del resto le ricette tradizionali della cultura gastronomica italiana partono proprio da una cottura a fiamma bassa, spesso su cucine economiche a legna. Sono ricette che pervadono l’aria della casa con il profumo del ricordo, che raccontano di pranzi conviviali tra amici e parlano di sapori casalinghi e autentici. Con la vita di oggi, frenetica e di corsa, non è sempre facile riproporre questi piatti: la Crock-Pot ci viene incontro permettendoci una cottura lunga e lenta a temperatura controllata. Insomma la tecnologia rispolvera la tradizione in cucina, senza togliere nulla al gusto ma consentendoci di risparmiare tempo, utilizzandolo in altro modo. Tra le innumerevoli possibilità, abbiamo scelto 11 ricette che possiamo preparare nella Crock-Pot sfruttandone le potenzialità.

  1. Il ragù alla bolognese è prontoRagù. Dopo aver preparato un battuto di sedano, carota e cipolla, tagliato finemente, con un solo cucchiaio di olio di oliva si lasciano stufare le verdure in una pentola fino a che non siano ammorbidite; in seguito si aggiungono le carni macinate e, una volta rosolate a fiamma viva, si sfumano con mezzo bicchiere di vino rosso. Trasferita la carne e il trito aromatico nella Crock-Pot, si aggiunge il concentrato e i pomodori pelati, si regola di sale: per concludere basta avviare la cottura in modalità low per almeno 6 ore. Durante questo tempo non sarà necessario aggiungere liquido o controllare continuamente, il ragù pippierà come nella migliore tradizione.
  2. genoveseGenovese. La polpa di manzo in un unico pezzo che cuoce lentamente nel tegame sommersa da cipolle finemente affettate è uno dei profumi più tipici della case napoletane: deve cuocere a lungo, in base alle dimensioni e al taglio scelto. Una volta adagiata la carne, le cipolle e gli aromi nel contenitore di cottura, basta selezionare la modalità high fino a che le cipolle non siano appassite, per passare poi alla modalità low per almeno 6 ore o fino a cottura della carne.
  3. Brasato. Dopo aver marinato la carne nel vino, insieme a sedano, carote e cipolla steccata con un chiodo di garofano, una stecca di cannella, alcuni grani di pepe nero e una foglia di alloro, è necessario soltanto scolare la carne e riporla nel contenitore di cottura. Versate il liquido di marinatura fino a raggiungere i due terzi dell’altezza del contenitore, chiudete con il coperchio e avviate la cottura in modalità low fino a completa cottura.
  4. Il pollo al curry indianoCurry. Soprattutto i curry di agnello prevedono l’utilizzo di tagli di carne meno pregiati, che non si disfino durante la cottura come la spalla; una volta disossata, anche dal macellaio, e tagliata a tocchetti, lasciate marinare in un composto di yogurt e spezie a scelta, che non escludano comunque cipolle, zenzero fresco, aglio, foglie di curry e un masala, prima di trasferire tutto nel recipiente di cottura e impostare su modalità low.
  5. Legumi. Dopo il preventivo ammollo dei legumi secchi, necessario per tutti fuorché per le lenticchie, si dispongono i legumi sciacquati dall’acqua di ammollo nella Crock-Pot insieme eventualmente a uno spicchio di aglio e una foglia di alloro o un bouquet garni di salvia e rosmarino; avviate la cottura high fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Da questo momento si deve scegliere in base ai gusti se scolare e condire a crudo o se proseguire la preparazione con aromi e pasta o cereali per avere una minestra di legumi.
  6. La polenta pronta con parmigianoPolenta. Una delle cose più sfiancanti della cucina è la lunga cottura della polenta, specie se non si vuole cedere alle farine precotte. Per guadagnare in gusto, usare la farina di mais o di grano saraceno per la polenta taragna è la scelta più opportuna. Avendo a disposizione un contenitore antiaderente che non porti a bollore l’acqua ma solamente a sobbollire, mantenendo i 97 °C, si evita il bisogno di girare in continuazione durante la cottura.
  7. Canditi. Chiunque abbia comprato dei canditi sa bene che spesso ci si imbatte in pezzi di frutta dolce e insapore, che i canditi artigianali hanno ben altre consistenze e fragranze. Chi li fa in casa sa quanto sia lungo il processo di canditura. Con la funzione warm si riesce a mantenere il bagno di canditura a temperatura costante, poi una volta che le scorze di agrumi saranno morbide, basterà sgocciolarle e avviare la cottura high per far sì che il liquido di acqua e zucchero si concentri fino al livello desiderato e immergere nuovamente le scorze con la modalità di cottura low per un breve periodo. Continuando così l’iter di canditura si ha il vantaggio di non sporcare troppi recipienti e il controllo sulla temperatura che impedisca allo zucchero di cristallizzare.
  8. Conserve. Riuscire a intrappolare in un barattolo il sapore e il profumo delle frutta o della verdura di una stagione per poterne poi godere nei mesi successivi è lo scopo delle conserve: marmellate, sciroppi, confetture. La cottura sul fuoco richiede costanza di attenzione e controllo della temperatura, oltre a tempi che variano in base alla ricetta specifica. Usare la Crock-Pot consente di cucinare le conserve senza dover girare il composto in continuazione e avere una confettura pronta mentre si svolgono altri lavori anche fuori casa.
  9. brodo di pollo stillBrodo. Preparare un buon brodo di carne è una cosa che richiede non grande attenzione ma indubbiamente molto tempo a disposizione. Poste alcune accortezze sui differenti tempi di cottura delle diverse carni, nel caso di un brodo misto, la possibilità che offre la Crock-Pot di avviare la cottura delle carni in acqua profumata con sedano e cipolla, è di notevole interesse soprattutto se si considera la possibilità di avere il brodo pronto per cena avendo messo la gallina in acqua prima di uscire la mattina. Altrimenti, impostando il timer sulle differenze di tempi, si possono aggiungere in momenti successivi i vari tagli di carne partendo dai più ricchi in collagene terminando con quelli più teneri che richiedono tempi inferiori.
  10. Pollo. Preparare un pollo al tegame, per esempio arricchito con erbe aromatiche e limone, è un’ottima soluzione per un pasto in famiglia; con la Crock-Pot è sufficiente adagiare il pollo, eventualmente fiammeggiato e massaggiato con sale e pepe macinato, all’interno del contenitore di cottura. Le erbe aromatiche possono essere inserite nella cavità addominale o cosparse sulla pelle, così come il limone intero o a fette, purché sia privo di pesticidi per poterne apprezzare a pieno il sapore della scorza. Una volta riposto tutto in cottura low si avrà la sicurezza di un pollo succulento e morbido, che grazie alla temperatura contenuta non avrà perso i liquidi interni senza che la carne sia diventata secca e stopposa.
  11. torta al cioccolato-minTorta al cioccolato. La Crock-Pot si può sfruttare anche per preparare dolci. Sciogliete il cioccolato fondente e il burro; lasciate intiepidire, a parte montate le uova con lo zucchero. Unite gli ingredienti umidi, del cacao amaro in polvere, la farina e il lievito: mescolate fino a ottenere un composto senza grumi. Per una torta al cioccolato golosa, morbida e umida al punto giusto, è necessario rivestire la Crock-Pot con carta da forno bagnata e versarvi l’impasto preparato. Cuocete a temperatura low per un’ora.

I commenti degli utenti