Come hackerare una cioccolata calda

3 gennaio 2016

Un must nei rifugi di montagna, immancabile compagna delle merende invernali e onnipresente sui tavolini dei bar nelle domeniche pomeriggio dalle temperature rigide: varie sono le interpretazioni di questa ricca bevanda, dal dolce all'amaro la cioccolata calda è un dolce sollievo alla stanchezza di fine anno e un ottimo alleato durante i rigidi mesi che precedono la primavera. Nata con gli atzechi come bevanda sacra a base di fave di cacao e fagioli, è oggi il comfort food ideale per chi vuole concedersi momenti di pace e relax, ma anche la prima scelta dei bambini che non posano mai la tazza senza aver baffi di cioccolata intorno alla bocca. Varie sono le interpretazioni di questa ricca bevanda, che spaziano, a seconda dell’estro dello chef, dalla dolce all’amara, passando per versioni impreziosite con spezie e liquori, più o meno dense. Andiamo insieme a vedere come hackerare la cioccolata calda, che da sempre combatte il freddo con amore e conviviale calore.

Aggiungere frutta di stagione

cioccolata calda all'arancia

La frutta e la cioccolata, si sa, sono ottime alleate che danno vita a mix vincenti in cui il dolce, l’amaro e l’acidità si amalgamano in maniera uniforme e gustosa. Uno degli abbinamenti stagionali più amati è quello fra cioccolata e arancia. Per fondere al meglio i sapori, basta sbucciare un’arancia e far bollire la scorza con il latte e, se amate le spezie, anche con una stecca di cannella. Una volta raggiunta la temperatura desiderata mescolate il tutto con del cacao amaro in polvere e, a seconda della vostra propensione dolce, con dello zucchero di canna. Versate nelle tazze e guarnire con zest di arancia e stecche di cannella.

Arricchire con gli alcolici

whiskey

Quando fuori è freddo e siete alla ricerca di calore, niente è più rincuorante di una bella cioccolata calda alcolica. Certo, sale alla testa e fa fare grade risate in compagnia, ma è un modo ottimo per scaldare gli animi dopo una giornata di sci o di fronte al camino. Rum o whiskey sono due distillati possibili, ma va bene anche con grappa e sambuca, se avete un debole per l’anice.  La ricetta è semplice e veloce: dopo aver fatto bollire il latte e aggiunto la polvere di cacao, versate un goccetto di liquore.

Usare le spezie

cioccolata calda speziata

Le spezie danno note originali e interessanti alla cioccolata calda, trasportando in tazza sapori di altri continenti piacevoli e ammalianti. Fra gli evergreen troviamo cioccolata calda e cannella o vaniglia, ma ce ne sono altri che variano in base ai gusti. Per chi preferisce accostamenti ricercati merita aggiungere al latte fave tonka grattugiate, mentre chi cerca sapori piccanti non può astenersi da aggiungere del curry o del peperoncino in tazza, meglio se in polvere, ma attenzione alle dosi.

Utilizzare le erbe aromatiche

cioccolata alla menta

Anche le erbe aromatiche possono essere ottime alleate per le vostre cioccolate calde. Imperdibile è l’abbinamento con la menta. Basta far bollire del latte con delle foglie di menta e lasciar riposare per circa 10 minuti. A quel punto portare di nuovo a ebollizione il latte e aggiungere il cioccolato in polvere. È possibile sostituire la menta in foglie con dello sciroppo, ma il sapore non sarà lo stesso.

Giocare con le consistenze

cioccolata con nocciole

Per stupire i vostri amici con intriganti sorprese potete optare per giochi di consistenze e contrasti fra il liquido della cioccolata, la spumosità della panna montata e la croccantezza della frutta secca. Basta preparare una classica cioccolata calda, versarla nella tazza, aggiungere nocciole trilobate e pistacchi tagliati grossolanamente e guarnire con della panna.

I commenti degli utenti