Schiscette del dopo Natale: tutti a dieta!

4 gennaio 2016

Rientrare a lavoro dopo le vacanze natalizie è dura, ammettiamolo, soprattutto se ripensiamo a quello che di buono abbiamo mangiato durante la pausa festiva. Con la scusa del Natale e del Capodanno ci lasciamo andare a lauti cenoni e dolci a volontà, così la bilancia diventa praticamente un oggetto da evitare. Ma poi bisogna fare i conti con i chili presi che ci ritroviamo puntuali all’appuntamento con il controllo peso e quindi dobbiamo tornare a regime per rimetterci in forma.

colazione dieta dello sportivo

“Da domani mi metto a dieta”, ipse dixit, ed ecco comparire in ufficio le schiscette portate da casa che contengono pranzi più leggeri, giusto per tornare ad un’alimentazione corretta dopo gli stravizi delle vacanze.Se non avete idea di cosa cucinare per tenervi leggeri, ecco dieci idee che vi aiuteranno nella scelta. Cercheremo di non essere troppo drastici e di proporvi piatti che provino in qualche modo a mettervi un po’ di allegria, nonostante tutto.

  1. 00.Insalata_Pollo_Light.StillLife02Insalata di pollo e verdure alla griglia: la prima cosa a cui si pensa, naturalmente, quando si vuole tenere d’occhio il peso oppure quando ci si vuole disintossicare dai bagordi natalizi, sono le verdure, meglio se grigliate o bollite, e per la carne la scelta non può che ricadere sulle carni bianche, quindi pollo o tacchino, rigorosamente alla griglia. No alla maionese. C’è bisogno di dirlo?
  2. NasellofornotimoStiilLife03Nasello al forno, con limone e semi di finocchio: anche il pesce è tra gli alimenti da preferire nel periodo detox post natalizio. Il nasello è uno di quei pesci che ha un buon sapore, gradito anche da chi non ama il pesce. Basta mettere il filetto in una terrina ricoperta di carta da forno, con i semi di finocchio, succo di limone e un filo d’olio e lasciare cuocere in forno per 20 minuti. Certo, è preferibile mangiarlo caldo, quindi conviene conservarlo in un porta vivande termico.
  3. Polpette di verdure-8Polpette di verdure saporite al forno: di solito questa ricetta si utilizza soprattutto per far mangiare le verdure a chiunque, anche ai bambini che sono poco avvezzi al mondo vegetale. In questo caso, piuttosto che friggerle in olio bollente, sempre meglio cucinarle al forno. Ci vorrà un pochino di tempo in più di preparazione, ma si mantengono bene, anche se le cuocete prima. Si possono utilizzare vari tipi di verdure, ma in questo caso vi consigliamo una ricetta con zucchine, patate, carote e piselli.
  4. spezzatino_tacchino 9Spezzatino di tacchino: torniamo di nuovo alle carni bianche e quindi al tacchino. Questa ricetta è leggera, il tacchino contiene poche calorie ed è privo di grassi. Poiché questo tipo di carne non è adatto alle lunghe cotture, così come suggerisce la ricetta, il petto di tacchino viene semplicemente rosolato con olio, sedano, carota e cipolla, sfumato con poco vino, speziato con rosmarino ed alloro, ultimando la cottura con due bicchieri di brodo vegetale.
  5. polpette di tacchino2Polpette di tacchino con salsa yogurt: un’altra ricetta sfiziosa per cucinare il tacchino. Per velocizzare i tempi, meglio procurarsi della carne di tacchino già tritata, che va impastata con cipollotti, prezzemolo, uovo, mollica di pane ammollata nel latte e strizzata e scamorza. Le polpette poi vanno cotte in forno per venti minuti e si possono accompagnare con una salsa a base di yogurt con erba cipollina, basilico, olio, miele e zenzero grattugiato.
  6. petti di pollo alla pizzaiola Still life 2Petti di pollo alla pizzaiola: a casa siamo abituati a mangiare le classiche fettine alla pizzaiola, questa volta le sostituiamo con i petti di pollo. La ricetta è semplicissima e non richiede molto tempo per realizzarla, però se proprio non sopportate quella fettina di pollo rinsecchita alla griglia, questa è un’ottima variante. Basta cuocere il pollo nella passata di pomodoro, con olio ed origano, senza far asciugare troppo la salsa.
  7. AgrodolceVellutata di verza: armati sempre di thermos, questa è una ricetta ideale soprattutto d’inverno. Le foglie di verza vanno rosolate prima in padella con un filo d’olio insieme alle patate tagliate a cubetti e poi vengono lasciate cuocere nel brodo vegetale. Infine alla verza va aggiunto un cucchiaio di panna e deve essere frullata fino ad ottenere una crema. La vellutata può essere accompagnata da mandorle, pistacchi e pinoli tostati.
  8.  frittataFrittata al forno: giusto per mangiare qualcosa che sia sostanzioso ma che non ci faccia venire troppi sensi di colpa, nella schiscetta possiamo mettere una bella frittata al forno. Se volete impreziosire la ricetta, potete aggiungere alle uova verdure di stagione, l’importante è sbattere le uova per molto tempo, in modo che incorporino molta aria, e si cuoce semplicemente con un filo d’olio in forno per venti minuti e temperatura moderata.
  9. AgrodolceInsalata di spinaci freschi: le insalate risolvono il pranzo velocemente, perché si preparano in poco tempo e si possono inoltre conservare a lungo. Gli spinaci si devono lavare in acqua corrente e vanno privati dei gambi più duri. Ad essi si aggiungono spicchi di arancia privati della pellicina, per dare un sapore più ricco. Il tutto va condito con olio, succo d’arancia e sale. Se dovesse risultare un piatto troppo leggero, potete accompagnarlo con un secondo di carne o pesce alla griglia.
  10. La vellutata di cavolfioreVellutata di cavolfiore light: per purificarsi, questa zuppa è la giusta soluzione. Il cavolfiore di per sé è un ortaggio ipocalorico, ricco di vitamine e antiossidanti. Le cime vanno rosolate prima nell’olio con il porro, poi si aggiungono patate, semi di finocchio e brodo vegetale. Una volta portata a termine la cottura, va frullato il tutto e si aromatizza la vellutata con erba cipollina.

I commenti degli utenti