Semi di quinoa: 7 utilizzi innovativi in cucina

10 gennaio 2016

Protagonista del nuovo trend di alimenti antichi e di recente tornati in auge, la quinoa è forse quello che sta facendo maggiormente parlare di sé, probabilmente per il suo sapore non dissimile da quello di cerali come avena, orzo e frumento cui il nostro gusto è più abituato. Forse è anche per via delle sue proprietà nutritive, sbandierate ed enfatizzate da tutti i media possibili. Quale che sia la causa, l’effetto è una spasmodica ricerca di semi di quinoa da conservare in dispensa. Essi rappresentano la parte commestibile della pianta madre, la Chenopodium quinoa, pseudocereale appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae. I semi di quinoa hanno forma ovale e leggermente schiacciata, sono piccoli e molto chiari.

Proprietà

quinoa

Il novero delle proprietà nutrizionali è lungo, invitante, irresistibile: è assolutamente priva di glutine e possiede un apporto proteico elevato, poiché i semi di quinoa contengono tutti gli 8 amminoacidi essenziali, responsabili della sintesi di proteine dall’elevato valore biologico. Come molti cereali, con cui condivide diverse caratteristiche, è un’eccezionale fonte di fibre. Ultimi ma non ultimi, i minerali e le vitamine: fosforo, calcio, magnesio, vitamine del gruppo B, vitamina E, attestano la loro presenza con i rispettivi effetti benefici.

Utilizzo in cucina

quinoa

I semi di quinoa sono particolarmente consigliati per chi segue un regime alimentare controllato, poiché generano rapidamente senso di sazietà e ne prolungano la durata: ciò implica che con piccole quantità è possibile concludere pasti soddisfacenti. Per quel che riguarda l’utilizzo in cucina, il consumo a crudo è consigliato perché non ne viene alterato il potenziale nutriente; i semi cotti però si prestano a molteplici usi. In ogni caso, prima di essere consumati, vanno sciacquati con cura per liberarli delle saponine che rivestono la parete più esterna: si tratta di sostanze che, oltre a conferire un caratteristico sapore amaro, risultano dannose per l’organismo. Vediamo ora 7 idee per usare i semi di quinoa in cucina.

  1. 127 insalata di quinoa e polloInsalata di quinoa e pollo. Dopo aver cotto 200 g di quinoa in un litro di acqua, conditela con verdure di stagione e bocconcini di pollo o di tacchino.
  2. insalata di quinoa-1Insalata di quinoa con pomodori e avocado: ideale da servire nel periodo estivo, questa insalata si prepara condendo la quinoa (200 g da cuocere in un litro di acqua bollente) con avocado tagliato in pezzi, pomodorini ciliegini, formaggio quartirolo e un filo d’olio extravergine di oliva.
  3. polpette quinoa e zucchine-3Polpette di quinoa e zucchine: dopo aver bollito e lasciato raffreddare la quinoa, unitela a zucchine grattugiate, un cucchiaino di curry, uova, parmigiano e pangrattato. Regolate di sale e pepe, formate le vostre polpette che potrete friggere o cuocere in forno.
  4. cous cous di quinoa-3Cous cous vegano con quinoa: per il cous cous la quinoa va fatta tostare in padella per qualche minuto, va coperta di acqua e lasciata cuocere a calore moderato. A questa si aggiunge un misto di verdure saltate in padella con il cipollotto. Noi consigliamo peperoni, zucchine, melanzane ma potete scegliere le verdure di stagione che preferite.
  5. Quinoa burger finaleHamburger di quinoa: lessate 200 g di quinoa in un litro d’acqua, unite verdure scottate in padella come i peperoni e le erbe aromatiche che preferite. Date alla quinoa la forma degli hamburger e cuoceteli in padella.
  6. bulgur e quinoaBulgur e quinoa con pomodori: il bulgur e la quinoa vanno cotti insieme in acqua bollente salata; una volta scolati e raffreddati vi basterà condirli con le verdure che preferite. Provate ad aggiungere tocchetti di feta greca o petto di pollo alla piastra.
  7. zuppa di quinoaZuppa di quinoa rustica: la quinoa può essere gustata anche d’inverno in zuppe calde e saporite. Tostate 200 g di quinoa in una casseruola, coprite con un litro di brodo vegetale e lasciate cuocere per il tempo indicato sulla confezione. Unite 200 g di lenticchie lesse e 200 g di farro lesso, lasciate cuocere per 5 minuti aggiungendo un poco d’acqua se necessario. Regolate di sale e di pepe e servite con un filo d’olio a crudo e una grattugiata di noce moscata.

I commenti degli utenti