Birraio dell’anno: l’edizione 2016

11 gennaio 2016

In Italia esistono molti riconoscimenti per le migliori birre artigianali ma solo uno che premia il birraio: si tratta di Birraio dell’Anno, uno dei riconoscimenti italiani in campo birrario più apprezzato, organizzato come ogni anno da Fermento Birra. Fin dagli inizi, sette anni fa, si tiene a Firenze, quest’anno da venerdì 15 a domenica 17 gennaio 2016, al teatro Obihall. Intorno alla premiazione, che si terrà sabato alle 21.30 con l’immancabile Kuaska come mattatore della serata, gli organizzatori hanno creato un vero festival, che conferma la formula birra artigianale + laboratori + street food già ampiamente collaudata e di sicuro richiamo.

Kuaska

Kuaska

Saranno quindi tre giorni di festa, workshop, degustazioni sotto il segno della birra (e del cibo) di qualità. Tra gli incontri di sabato, oltre alla premiazione, segnaliamo un approfondimento sulle West Coast Ipa in Italia a cura di Stefano Ricci (h 15/12 gettoni), l’incontro con Kuaska che racconterà qualche aneddoto sulla storia della birra artigianale italiana (h 18/12 gettoni) e, novità per un evento di questo tipo – meno per chi segue il dibattito online – il wrestling birrario con Marco Pion e Schigi di Extraomnes (h 19/gratuito).

Wrestling birraio

Tra una degustazione e l’altra, è sempre meglio mettere qualcosa sotto i denti. E qui ci sarà Cucine di Strada che porta una selezione di truck e banchi ricchi di bontà: hamburger di chianina di Panino Tondo, arancini e la cucina siciliana di Ara’, la porchetta artigianale umbra selezionata dal festival Porchettiamo, il lampredotto e il quinto quarto fiorentino a cura di Luca Cai del Magazzino, i Trapizzini, che speriamo di non dovervi spiegare cosa sono, e ancora le specialità dell’Ape Scottadito con arrosticini e olive all’ascolana direttamente dalle Marche.

Birraio dell'anno 2014

Come dicevamo, non si premia una birra, ma l’artigiano che l’ha ideata e creata. Sia quello di lungo corso, sia quello con meno di due anni di esperienza, per la categoria Birraio Emergente. Le persone che sono state individuate come meritevoli di questo riconoscimento li trovate nella lista qui sotto. Se invece volete sapere chi sarà il Birraio dell’Anno, dovrete aspettare sabato.

 Birrai candidati al titolo di Birraio dell’Anno 2015

  • Agostino Arioli del Birrificio Italiano di Limido Comasco (CO)
  • Alessio Selvaggio del birrificio Croce di Malto di Trecate (NO)
  • Bruno Carilli del birrificio Toccalmatto di Fidenza (PR)
  • Donato Di Palma del birrificio Birranova di Triggianello (BA)
  • Emanuele Longo del Birrificio Lariano di Dolzago (LC)
  • Fabio Brocca del Birrificio Lambrate di Milano
  • Francesco Mancini del Birrificio del Forte di Pietrasanta (LU)
  • Gino Perissutti, birrificio Foglie d’Erba di Forni di Sotto (UD)
  • Giovanni Campari del Birrificio del Ducato di Roncole Verdi di Busseto (PR)
  • Jurij Ferri del birrificio Almond ’22 di Loreto Aprutino (PE)
  • Leonardo di Vincenzo del birrificio Birra del Borgo di Borgorose (RI)
  • Lorenzo Guarino del Birrificio Rurale di Desio (MB)
  • Luigi “Schigi” D’Amelio del birrificio Extraomnes di Marnate (VA)
  • Marcello Ceresa del birrificio Retorto di Podenzano (PC)
  • Nicola Perra del birrificio Barley di Maracalagonis (CA)
  • Pietro di Pilato del birrificio Brewfist di Codogno (LO)
  • Pietro Fontana del birrificio Birra del Carrobiolo di Monza (MB)
  • Riccardo Franzosi del Birrificio Montegioco di Montegioco (AL)
  • Simone Dal Cortivo del birrificio Birrone di Isola Vicentina (VI)
  • Valter Loverier del birrificio Loverbeer di Marentino (TO)

Birrai candidati al titolo di Birraio Emergente 2015

  • Andrea dell’Olmo del birrificio Vento Forte di Bracciano (Roma)
  • Josif Vezzoli del birrificio Birra Elvo di Graglia (BI)
  • Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del birrificio MC 77 di Serrapetrona (MC)
  • Paolo Algeri e Gioia Ravasio del Birrificio Hop Skin di Curno (BG)
  • Stefano di Stefano del birrificio Argo di Lemignano (PR)

Tutte le informazioni

Bda

Le giornate dedicate all’evento sono: venerdì 15 gennaio dalle 19.00 alle 01, sabato 16 dalle 12 alle 01 e
domenica 17 dalle 12 alle 22. Entrare costa € 10 che include: 5 gettoni (del valore complessivo di 5 euro), un bicchiere in vetro serigrafato e la tracollina portabicchiere. Ogni gettone costa 1 euro e vale 1 euro. Con questi si può comprare mezzo bicchiere (da 0,15cl) pagandolo 2 gettoni (3 gettoni per alcune birre speciali), o un bicchiere pieno (da 0,30cl) per 4 gettoni (6 gettoni per alcune birre speciali). Il costo del cibo di strada va dai 3 ai 7 gettoni.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti