Pizza Formamentis: a Napoli il futuro della pizza napoletana

19 gennaio 2016

Pizza Formamentis: forse non esiste titolo più appropriato per l’evento che si terrà a Napoli nei giorni 25 e 26 gennaio 2016, una kermesse  interamente dedicata alla pizza napoletana e a tutto quello che concerne la sua vera identità. pizza formamentis è un evento creato per discutere dell'evoluzione e del futuro della pizza napoletana La pizza napoletana rappresenta una solida tradizione nella città di Napoli, una tradizione che si è evoluta parecchio negli ultimi anni pur mantenendo delle solide radici ben assestate nei costumi e abitudini cittadine. La pizza napoletana, se mi si permettete la metafora, è come un bel vestito classico che può adattarsi a ogni occasione e tempo semplicemente variando qualche accessorio. Ed è questo che sta accadendo a Napoli, un fermento sempre più forte che trasporta la pizza oltre i confini campani e nazionali per farla diventare una bandiera del made in Italy più vero in contrapposizione ai troppi tentativi di imitazione.

pizza napoletana

Pizza Formamentis è il primo convegno che si occuperà finalmente dell’evoluzione della pizza napoletana e del suo futuro prossimo con un punto di partenza individuato nelle tecniche di cottura alternative al forno a legna. Una tavola rotonda che nei due giorni previsti vedrà una pletora di esperti raccontare tutte le sfaccettature della tradizione partenopea passando dagli impasti alle cotture fino alle strategie di comunicazione legate al simbolo pizza. Il convegno organizzato da Forma Mentis insieme a Le Strade della Mozzarella di Albert Sapere e in collaborazione con Luciano Pignataro e Maurizio Cortese si terrà a Palazzo Caracciolo (via Carbonara, 112).

Eccellenze Campane

eccellenze campane, il luogo dell’evento

Il programma quanto mai vasto e ben articolato nei due giorni della manifestazione, prenderà il via il 25 gennaio con un simposio che tratterà tematiche squisitamente tecniche come le diverse tipologie di impasto rapportandole all’analisi del disciplinare di produzione ed evoluzione dello stesso. il centro del dibattito è la cottura in forni differenti rispetto a quelli a legna Saranno affrontati tutti i punti chiave che rappresentano la tipicità della pizza napoletana fino ad arrivare al centro del dibattito che come già accennato tratta una questione ampiamente discussa: la cottura in forni differenti rispetto a quelli tradizionali a legna. La squadra di relatori, competente e variegata, rappresenta le migliori professionalità del settore partendo dai rappresentanti delle associazioni di categoria e arrivando fino a un folto gruppo di pizzaioli tra i più conosciuti e talentuosi del territorio campano.

Pizzafestival

A supportare le discussioni interverranno esperti nutrizionisti e tecnologi alimentari insieme ad alcuni giornalisti enogastronomici  che racconteranno il mondo della comunicazione legato al brand pizza napoletana. Il secondo giorno sarà dedicato al futuro della pizza e alla percezione del prodotto fuori dai confini campani e nazionali grazie agli interventi diretti di imprenditori e pizzaioli con attività nazionali ed estere. Non mancheranno degustazioni a tema con l’allestimento di postazioni da lavoro e forni per sfamare il pubblico e creare un’esperienza diretta indimenticabile. Il 25 gennaio si inizia alle 10 per terminare alle 18; il 26 invece il convegno inizierà alle 10 e si concluderà dopo l’ultimo intervento delle 11.30.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti