Top 3 delle pizze di Santarpia a Firenze

20 gennaio 2016

L’attesa è stata tanta, un rincorrersi di date, luoghi, nomi, come se stesse per arrivare a Firenze una delle più grandi rockstar, e per un certo verso è così: Giovanni Santarpia finalmente ha aperto la sua pizzeria a Firenze, dopo mesi di rumors.  Santarpia, la pizza vincitrice dei 3 spicchi del Gambero Rosso per la categoria pizza napoletana, arriva nei nuovi spazi in largo Annigoni 9/c, la pizzeria che ha conquistato 3 spicchi secondo la guida del gambero rosso è finalmente giunta a firenze proprio sotto gli uffici del quotidiano La Nazione. I segreti della sua pizza sono l’impasto, fatto con acqua, lievito e le farine del Molino Quaglia e Petra, e la lunga lievitazione di almeno 36/48 ore, dove Giovanni mette l’esperienza di tanti anni, ma utilizza anche il ricordo, gli incontri, e le sensazioni. La pizzeria, aperta per ora solo la sera, è un locale a forma di L, dove all’entrata appare subito il forno a legna e la postazione del pizzaiolo, con tavoli posizionati di fronte per vedere Giovanni all’opera; si sfocia poi in una sala dominata dal colore e dall’allegria. A far compagnia in menu alle pizze, sono i fritti napoletani: arancini, crocchè, frittatatine di bucatini, mozzarella in carrozza. Tra le pizze, oltre alle classiche marinara, la regina del Vesuvio con i pomodori del Piennolo, la margherita gialla con provola, pomodori gialli e ricotta di pecora, ci sono anche le pizze fritte; inoltre c’è una sezione dedicata alle pizze del giorno come ad esempio quella con gamberi marinati, crema di piselli, guanciale e conciato romano oppure l’accostamento tra burrata e tartufo. Ecco quali sono, secondo noi, le 3 migliori pizze di Santarpia, più una fuori classifica.

  1. pizza-salsiccia-e-friarelli-rossa.jpg (1)Salsiccia e friarielli con salsa di pomodoro: la sua classica interpretazione è bianca con salsicce, friarielli e mozzarella, ma per chi ha problemi con il lattosio, Giovanni si è inventato questa variante con la salsa di pomodoro, ed è davvero perfetta.
  2. pizza-zucca-e-pancetta.jpg (1)Zucca & pancetta: la crema di zucca delicata e dolce si scontra con la più rustica pancetta, e quello che ne viene fuori è un insieme allo stesso tempo deciso e morbido, una pizza dal doppio carattere che conquista anche i più scettici.
  3. pizza-margherita.jpg (1)Margherita: la regina delle pizze con il cornicione alto e il condimento giusto è il capolavoro assoluto. Ingredienti scelti come i pomodori San Marzano Dop, la mozzarella fior di latte Il Casolare, basilico e olio buono. Le cose semplici, se fatte come si deve, diventano fuoriclasse, come questa margherita.

Fuori classifica: pizza fritta con salsa di pomodoro.

pizza-fritta.jpg (1)

Eseguita ad arte. C’è anche la versione tosco-campana, che vede l’unione della pizza fritta al lampredotto di Luca Cai, servita con salsa e brodo a parte.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti