Asia’s 50 Best Restaurants: la diretta

29 febbraio 2016

Tra poco, in diretta dalla Thailandia, vi racconteremo quello che succederà durante la notte degli Asia’s 50 best Restaurants, uno dei due spin off della lista più famosa: la The World 50 best Restaurants, sponsorizzata da San Pellegrino e Acqua Panna e voluta da Restaurant Magazine. Si celebrano qui i 50 ristoranti migliori d’Oriente e, come era già successo in Messico lo scorso giugno, i panel di votanti delle regioni coinvolte andranno a formare una lista dei top 50 per il 2016, molti dei quali già presenti nella classifica mondiale. Un italiano in gara: si tratta di Umberto Bombana, che con il suo 8 e 1/2 di Hong kong era ottavo nel 2015. Il nostro tifo è per lui.

umberto bombana

umberto bombana

Non siamo addentro alla vicenda, non abbiamo gossip e rumors sui vincitori, non conosciamo a memoria i nomi dei cuochi coinvolti, per questo siamo a BKK da qualche ora, alla ricerca delle anticipazioni che creino un po’ di aspettativa.

IL GIORNO PRIMA

Asia’s 50 best Reastaurant ha fatto molto bene ai cuochi da questo lato del mondo, è una questione d’amicizia“. Lo dice Darren Hausler, seduto al nostro tavolo nel suo Eat me Reastaurant, a Bangkok. È il numero 25 della classifica d’oriente per il 2015. L’ambiente è radical-chic come piace a New York, le creazioni di Tim Butler, il cuoco della Grande Mela da due anni al fianco del patrón australiano e di sua sorella Cherie, sono ottime. Un gusto Thai-Resto del mondo difficile da catalogare, con tanto coriandolo. “In che senso una questione d’amicizia“, chiedo. “Da questa parte del mondo chi fa cucina d’autore non aveva occasione di scambio prima degli Asia’s 50 best restaurants. Non c’erano grandi eventi che ci facevano incontrare né particolare interesse a conoscersi. Da quando invece è arrivata la lista, nel 2013, ogni edizione è stata una festa. Ci spostiamo nella capitale ospitante, ci conosciamo, assaggiamo le cucine degli altri chef, è fondamentale per noi e per il nostro lavoro“.

tim butler

tim butler

E festosa è in effetti l’atmosfera al Bunker, nuovissimo e surreale spazio che Tim Butler ha rilevato da poco non lontano da Eat Me, dove ci troviamo dopo cena. Qui si svolge l’opening party, ci sono i cuochi, i giornalisti, gli organizzatori e persino un rumor sulla lista: “Secondo me il primo di quest’anno potrebbe essere Paul Pairet – comementa Alessandra Gesuelli, food and tourism reporter di stanza a Milano – c’è molta attenzione intorno al suo nome e per i suoi ristoranti. Sono super tecnologi, pionieristici“. Già lo scorso anno il francese era terzo in classifica per il suo Ultraviolet di Shangai, una cucina sperimentale e multimediale dove affianco al piattio si svolge uno spettacolo di musica, profumi, performance dello staff.

paul pairet

paul pairet

Certo che che Gaggan Anand (Ristorante Gaggan qui a Bangkok) dovrà faticare per mantenere il suo primo posto, perché oltre al francese, in pole position c’è il grande Yoshihiro Narisawa, amatissimo chef di Tokyo che gareggia dal 2014 per riprendersi la vetta. Tra queste e altre considerazioni si fa tardi. Lasciamo il Bunker e rientriamo in albergo con 6 ore di jet leg da smaltire.

Celebration day: la lista

Aggiornate spesso la pagina per visualizzare i risultati dopo le 14, le 20 a Bangkok.

50 best asia

ore 13.45: siamo nel bellissimo hotel W dove tra poco avverrà la cerimonia. L’arrivo degli chef scatena, in Asia come negli altri eventi 50 Best, una divertita agitazione.

bombana

ore 13.48: i pochissimi italiani, tipo me, si stringono attorno a chef Bombana. Tifoseria da stadio pronta.

Paul Pairet 50 best

ore 13.50: all’ingresso qualcuno approfitta di una birra, ad esempio il favorito: Paul Pairet.

ministro del turismo thailandese

ore 13.55: arrivano le autorità, come il Primo Ministro thailandese.

gaggan anand

ore 13.57: alla fine arriva anche Gaggan Anand, primo classificato per la Asia’s 50 Best del 2015.

asia 50 best 2016

ore 14.00: siamo entrati nella sala dove la classifica prenderà forma a breve. Vi invitiamo a sedere con noi, aggiornare spesso la pagina e vedere cosa succederà.

Ecco la lista dei magnifici 50 dell’Asia, dalla 50esima posizione alla prima.

  1. La Yeon – Seoul, Corea del Sud.
  2. Locavore – Bali, Indonesia.
  3. Ta Vie – Hong Kong, Cina.
  4. Nihonbashi – Colombo, Sri Lanka.
  5. Raw – Taipei, Taiwan.
  6. Bukhara – New Delhi, India.
  7. Wasabi by Morimoto – Mumbai, India.
  8. Cuisine Wat Damnak – Siem Reap, Cambogia.
  9. Kikunoi – Kyoto, Giappone.
  10. Bo Innovation – Hong Kong, Cina.
  11. L’Atelier de Joel Robuchon – Hong Kong, Cina.
  12. Gallery Vask – Manila, Filippine.
  13. Wild Rocket – Singapore.
  14. Den – Tokyo, Giappone.
  15. Iggy’s – Singapore.
  16. Robuchon Au Dome – Macau, Cina.
  17. Fook Lam Moon – Hong Kong, Cina.
  18. Tenku RyuGin – Hong Kong, Cina.
  19. Tippling Club – Singapore.
  20. La Maison de La Nature Goh – Fukuoka, Giappone.
  21. Le Mout – Taichung, Taiwan.
  22. Jaan – Singapore.
  23. Mr and Mrs Bund – Shanghai, Cina.
  24. The Chairman – Hong Kong, Cina.
  25. Sushi Saito – Tokyo, Giappone.
  26. Ministry of Crab – Colombo, Sri Lanka.
  27. Takazawa – Tokyo, Giappone.
  28. Eat Me Restaurant – Bangkok, Thailandia.
  29. Jung Sik Dang – Seoul, Corea del Sud.
  30. Shinji by Kanesaka – Singapore.
  31. Quintessence – Tokyo, Giappone.
  32. Issaya Siamese Club – Bangkok, Thailandia.
  33. Fu He Hui – Shanghai, Cina.
  34. Corner House – Singapore.
  35. L’Effervescence – Tokyo, Giappone.
  36. Mingles – Seoul, Corea del Sud.
  37. Burnt Ends – Singapore.
  38. 8 1/2 Otto e Mezzo Bombana – Hong Kong, Cina.
  39. Les Amis – Singapore.
  40. Hajime – Osaka, Giappone.
  41. Lung King Heen – Hong Kong, Cina.
  42. Indian Accent – New Delhi, India.
  43. Nahm – Bangkok, Thailandia.
  44. Ultraviolet – Shanghai, Cina.
  45. Waku Ghin – Singapore.
  46. Nihonryori RyuGin – Tokyo, Giappone.
  47. Amber – Hong Kong, Cina.
  48. Restaurant Andre – Singapore.
  49. Narisawa – Tokyo, Giappone.
  50. Gaggan – Bangkok, Thailandia.

asia 50 best

ore 15.30: così, alla fine, in cima alla lista troviamo ancora il giovane indiano Gaggan, e dopo di lui il grande Narisawa. Tra due giorni saremo a pranzo dal primo della lista, chissà se terrà fede a tutte queste aspettative. Da Bangkok è tutto: sawasdee ka.

I commenti degli utenti