Bologna: 10 cibi da non perdere e dove trovarli

1 marzo 2016

Bologna è una regola canta Luca Carboni, ma in realtà la vera regola di Bologna è: non smettere mai di assaggiare. Perché ogni giorno questa città potrebbe sorprendervi con un accostamento insolito, potrebbe farvi rilassare con il gusto della tradizione eccellente e potrebbe farvi viaggiare di cuore e di pancia tra le cucine di paesi lontani. Potreste non stancarvi mai di ricercare tra le sue strade la novità del momento, lasciandovi lentamente allietare umore e narici dai profumi dei suoi ristorantini. Se, però, preferite andare sul sicuro, ci sono 10 cibi che proprio non potete non assaggiare. Vi diamo anche 10 indirizzi sicuri, per essere sicuri di non perderli.

  1. regina di quadriIniziamo dalla colazione: le brioche di Regina di Quadri (via Castiglione, 73/a) sono imperdibili, soffici e colme di crema all’interno, soddisfano in maniera unica e creano una certa dipendenza. Potete provare cioccolata, crema e pistacchio: qualsiasi sia la vostra scelta, difficilmente sbaglierete.
  2. biagiProseguiamo con la tradizione, grande padrona di questa città, che regala momenti unici di felice godimento culinario: se diciamo Bologna, spesso e volentieri diciamo tortellini. Prenotate un tavolo nel Ristorante Biagi (via Saragozza, 65), leggete tutto il menu, acculturatevi, ma poi scegliete loro: in brodo o alla panna. C’è chi bisbiglia tra le strade che siano i più buoni della città, così piccoli e preziosi da sembrare perfetti nella loro irregolarità.
  3. osteria dell'orsaSe la tradizione vi conquista, allora anche di ragù e di tagliatelle non si può fare a meno. La tagliatella, si sa, è una cosa seria, potreste assaggiarle tutte e non convincervi di quale sia la migliore, nella sua semplicità rimarrà sempre il piatto più discusso e la ricerca della tagliatella perfetta non finirà mai. Se siete in città in compagnia, però è d’obbligo provare almeno una volta il piatto dell’amicizia all’Osteria dell’Orsa (via Mentana, 1), abbondanza e perfezione si incontrano sui tavoli da osteria, non siate schizzinosi, arrotolate con sentimento le tagliatelle, perché è un’esperienza da provare dall’indiscusso fascino.
  4. cantine bentivoglioDi tagliatelle si parla anche alla Cantina Bentivoglio (via Mascarella, 4/b), ma questa volta abbandonate il ragù e scegliete quelle con prosciutto e limone. La semplicità e il gusto inimitabile di questo piatto vi aprirà il cuore e, se avete scelto la serata giusta, ballerà con voi a ritmo di jazz.
  5. casa minghettiPer concludere il tuffo nella tradizione è d’obbligo una tappa a Casa Minghetti (piazza Minghetti, 1/a), dove tra due chiacchiere con i simpatici proprietari dovrete gustare i bocconcini di crescente bolognese al prosciutto. Difficile fermarsi solo a uno, difficilissimo non tornarci.
  6. san gervasioParliamo di pesce: in una delle stradine brulicanti di voci e piccoli locali si trova la Pescheria San Gervasio (via Belvedere, 13) dove, con un bicchiere di vino e un fritto di pesce, vi sentirete in perfetta armonia con il panorama. Sperate in un raggio di sole e gustatevelo nei tavolini all’aperto.
  7. miles bolognaPoco tempo e voglia di qualcosa di sfizioso? C’è un panino che dovete assolutamente provare. Chiamarlo panino pare molto riduttivo, esperienza preziosa è forse il nome più corretto. Andate da Miles (via Caduti di Cefalonia, 1), a pochi metri da piazza maggiore, la scelta è ampissima, ma la perfezione della mozzarella di bufala, la bottarga e la scorza d’arancia rendono il panino Cannolo Siciliano irrinunciabile.
  8. ranzani 13Anche in fatto di hamburger a Bologna piace fare sul serio e, dove se non da Ranzani 13 (via Camillo Ranzani, 13), potete trovare quello imperdibile? Si chiama Magalì e le cipolle caramellate che si sposano con il pecorino aggiungono l’asso di briscola a una cucina praticamente eccellente in tutto.
  9. cremeria funiviaÈ tempo di gelato e il gusto amarenata della Cremeria Funivia (via Porrettana, 158) sembra essere uno dei più amati della città. La coda fin sotto al portico nelle sere d’estate conferisce a questa gelateria la nomea di tempio del gusto.
  10. capo nordLo stracchino della duchessa, che dal nome tradisce una certa nobiltà di sapore, è un’altra delle eccellenze che non potete tralasciare. Questo semifreddo dal gusto unico si mangia da Capo Nord (via Murri, 38/d) e vi lascerà in bocca la voglia di portarvene a casa porzioni esagerate.

Clicca qui per visualizzare la mappa

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti