10 usi alternativi per usare i noodles istantanei

1 aprile 2016

In Italia il cibo cinese è conosciuto da tutti: sono passati oltre 40 anni da quando hanno aperto i primi ristoranti che offrivano involtini primavera e riso alla cantonese a prezzi economici, i noodles sono facili da friggere, precuocere e da utilizzare in diverse preparazioni insolite e da allora la cucina cinese è diventata sinonimo di pasti saporiti e a buon mercato, oggetto di legende metropolitane quanto di golosità smodata. Eppure, forse per una sorta di competizione culinaria, i noodles ci hanno messo molto più tempo per entrare nelle cucine del Bel Paese. Il loro nome deriva in effetti dal tedesco Nudeln, utilizzato in Germania anche per gli spaghetti italiani: ma, aspetto a parte, i due alimenti sono piuttosto diversi. I noodles sono realizzati con farina di grano tenero, riso, soia o grano saraceno: per questo sono molto morbidi, facili da friggere o da precuocere, e anche adatti a una quantità di preparazioni insolite. Vi proponiamo 10 modi alternativi per preparare i noodles.

  1. noodlesIl modo più semplice di preparare i noodles è di utilizzare le confezioni per preparazioni istantanee. Le tipiche scatole a forma di bicchiere si trovano ormai anche nei supermercati italiani: basta aggiungere acqua bollente e il contenuto di un paio di bustine di condimento per ottenere un ramen (cioè una zuppa di noodles) semplice ed economico, con il minimo sforzo. Ma se volete impegnarvi poco di più, arricchite i vostri noodles: a quelli alla carne aggiungete degli straccetti di pollo saltati in padella, ai piccanti delle verdure cotte o crude, a quelli al pesce una manciata di gamberetti.
  2. Mul NaengmyeonIn estate, valutate se trasformare il vostro ramen in una zuppa fredda: il Mul Naengmyeon è un piatto coreano molto apprezzato perché rinfrescante e saporito. In questo caso dovrete preparare in anticipo un brodo di manzo e zenzero fresco: nell’attesa che si raffreddi per alcune ore in frigorifero avrete tutto il tempo per cuocere dei noodles tradizionali, di grano tenero o di grano saraceno.
  3. nem cuonPerché non provare i noodles anche come secondo piatto? In Vietnam gli spaghetti di riso si usano come ripieno per i Nem Cuon, involtini freddi di maiale, gamberi e verdure. Gli ingredienti, compresi i noodles, vanno cotti separatamente: sono poi disposti su una sfoglia di riso inumidita e racchiusi insieme a uno stelo di erba cipollina.
  4. ramen cacio e pepeSe avete voglia di qualcosa di più tradizionale, sappiate che negli Stati Uniti sono ormai sdoganati i noodles cacio e pepe. Lo chef David Chang è stato il primo a proporne una versione d’autore: il suo consiglio è di preparare un’acqua al formaggio, aggiungendo a un fondo di acqua bollente burro, olio e abbondante pecorino romano. I noodles precotti (che potete recuperare da una delle già citate confezioni, tralasciando le bustine di condimento) andranno cotti direttamente in questa miscela, con l’aggiunta finale di una grattata abbondante di pepe nero.
  5. ramensagnaSempre David Chang è l’autore della ramensagna: la lasagna di noodles. In questo caso è necessario ridurre i noodles precotti in polvere, con l’aiuto di un frullatore o di un food processor: aggiungete un uovo e acqua fino a ottenere un impasto malleabile e friabile. Stendete con le mani a pochi millimetri di spessore, tagliate in forme quadrate o rotonde adatte a porzioni singole. Cuocete in forno in piccole cocotte, disponendo su più strati e aggiungendo a ognuno besciamella e ragù di carne o funghi.
  6. ramen burgerCon i noodles precotti si può anche preparare un veicolo per hamburger. Cuoceteli secondo le indicazioni in acqua bollente, scolateli e mescolateli con un uovo. Modellateli con le mani nella forma di due mezzi panini, lasciateli raffreddare in frigo per circa un’ora e passateli in una padella ben calda con poco olio fino a quando i due lati saranno coloriti. Aggiungete la polpetta di carne, l’insalata, i pomodori e le salse secondo i vostri gusti.
  7. ramen pizzaUna volta cominciati gli esperimenti, non fermatevi: preparate la pizza di noodles. Utilizzate uno strato di quelli precotti: cuoceteli direttamente in padella, in un fondo di sugo al pomodoro. Aggiungete formaggio grattugiato o in piccoli pezzi e completate la cottura al grill per pochi minuti.
  8. frittata di noodlesUsate il forno anche per preparare la frittata di noodles. Questa volta cuocete i noodles precotti in acqua calda, secondo le istruzioni. Scolateli e mescolateli con uova, formaggio grattugiato, sale, pepe e un goccio di latte; aggiungete, se lo desiderate, funghi o spinaci già cotti in padella. Disponete l’impasto della frittata di noodles in una teglia antiaderente e informate fino a quando la superficie si sarà colorata.
  9. insalata di noodlesPer qualcosa di più fresco, utilizzate i noodles di grano saraceno o insaporiti al te matcha per un’insalata. Cuocete gli spaghetti in acqua calda bollente: passateli quindi sotto l’acqua corrente e lasciateli raffreddare fino a temperatura ambiente. Mescolate con foglie di verza, spinacini, spicchi di mandarini, un filo d’olio d’oliva e qualche stelo di erba cipollina.
  10. spaghetti di verduraPerché non provare anche i noodles di verdure? Non si tratta in realtà di una specialità cinese, ma di un piatto che può preparare chiunque possegga uno spiralizzatore, un utensile simile a una grattugia che consente di ottenere spaghetti di zucchine e carote. In questo caso, la cottura non è necessaria: se lo desiderate, potete comunque far saltare in padella o nel wok ben caldo per qualche secondo i noodles di verdure. Conditeli quindi con aglio, olio e peperoncino; o magari con una salsa di formaggio, zafferano e pepe nero.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti