ZUM, il tiramisù delle donne a Roma

11 aprile 2016

Zucchero, uova e mascarpone creano nel cuore della vecchia Roma un acronimo di cremoso gusto. Parliamo di ZUM (piazza del Teatro di Pompeo, 20) che, modulando bio-ingredienti sani e produzione artigianale, dai savoiardi alle ricche creme, realizza un ricco repertorio di ottimi e gustosi tiramisù. Il format, tutto al femminile, dedicato a un unico prodotto, si caratterizza con le eclettiche personalità di Laura Iucci, Barbara Agosti e Dominica Kosic e nasce per dare una nuova identità al dolce italiano più rappresentativo nel mondo, ma troppo spesso maltrattato.

Zum (10) (1)

Poche ed originalissime le sedute per questo piccolo locale dove si respira aria di artigianalità, già dal suo ingresso, dalle pareti decorate con materiali semplici e originali, come cesti di paglia e utensili di alluminio su progetto di Simona Iuzzi, un laboratorio a vista per mostrare come si lavora e quali materie prime si utilizzano alle originali lampade realizzate dai ragazzi del carcere di Lisbona. La volontà è quella di cercare di trasmettere l’artigianalità del prodotto anche all’esterno del laboratorio usando materiali poveri, come stecche di legno e pagliette di alluminio che formano creative immagini. Il laboratorio a vista, per mostrare come si lavora e quali materie prime si utilizzano, risponde alla stessa logica: prodotti semplici che sapienza e creativià trasformano in deliziosi risultati. È qui che la Compagnia dei Tiramisù è lavorata, montata espressa e riposta in una piccola vetrina frigo che è rifornita di continuo.

Zum (1) (1)

La ricetta della crema al mascarpone è un incontro tra le ricette delle nonne, quella di Laura e quella di Barbara, poi ottimizzata dal celebre pasticciere francese Stéphane Betmon, che le ha anche affiancate nella gestione della produzione. Da ZUM è lavorato solo 1 kg e mezzo di mascarpone per volta che permette di mantenere freschezza e stesso standard qualitativo. Mascarpone e panna sono bio, della Centrale del Latte di Brescia, così come le uova. I savoiardi sono invece preparati in casa, in teglia e poi coppati, così da facilitare l’assemblaggio e produrre un effetto torta che non lascia spazio a vuoti di sapore. Il savoiardo è preparato nella versione classica o con farina di mandorla o di pistacchio per rafforzare il sapore delle rispettive due versioni di tiramisù.

Zum (7) (1)

Il menu prevede infatti interessanti varianti, anche stagionali, oltre al più noto tiramisù (prossimamente forse anche in versione salata), come lo ZUM, caratterizzato da crema Novi e Gentilini (matrimonio tra Roma e Novi Ligure, città. di Barbara). Esiste poi la versione alla nocciola, con crema base e pasta di nocciole di Piemonte IGP tostata, quella al pistacchio di Bronte, lo Zum Rum con caffé e cioccolato extrafondente, quello ai frutti di bosco, quello Kids con l’orzo e poi le versioni gluten free, lattosio free e light per soddisfare ogni esigenza. Il tutto in una coppetta take away rigorosamente compostabile.

Zum (9) (1)

L’offerta non termina qui perché oltre al tiramisù ci sono anche i TrameZum (versione semifredda al mascarpone del tramezzino), i cookies farciti, lo stecco da passeggio, le torte al cioccolato servite con crema al mascarpone, i succhi bio e le interessanti varianti di caffè da sorseggiare al banco, in un’atmosfera fresca, distensiva ed accogliente.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti