I 10 hamburger più assurdi del momento

13 aprile 2016

Per tutti noi, principi e principesse annoiati nel proprio castello, la cucina è ormai un diversivo per sconfiggere la noia. Il pane bianco è per i banali, lo vogliamo almeno nero; la pizza con l’impasto di farina fa ridere i polli, un’insalata di lattuga ci appare vecchia come il mondo. Così, l’hamburger (originariamente il termine identificava solo il disco di carne pressata, ora l’intero panino, condito e farcito) non può più accontentarci: vecchio il pane, vecchia la carne, vecchissimi i condimenti. Ecco 10 degli hamburger più assurdi in cui ci siamo imbattuti ultimamente.

  1. sushi burgerSushi Burger. Il sushi è ormai una sorta di psicodramma collettivo: lo vogliamo sempre e ovunque; in questo caso, lo vogliamo al posto di qualsiasi cosa. Per un sushi burger rigoroso, ogni componente dell’hamburger tradizionale va sostituita dagli ingredienti giapponesi: il panino con dischi di riso (costellati di sesamo tostato), la carne con pesce (salmone, tonno), la lattuga con le classiche aggiunte da roll (cetriolo, avocado),  ketchup e maionese con le tipiche salse nipponiche (ponzu, tamari); il tutto da guarnire con alghe nori e wasabi.
  2. ramen burgerRamen Burger. Se non potete rinunciare alla pasta (benché giapponese) nemmeno quando mangiate un panino, ecco la soluzione al caso vostro, approntata per voi da uno chef newyorkese di tendenza. Le fette di pane sono qui comodamente sostituite da agglomerati di ramen: dovete cuocerli, mescolarli ancora caldi alle uova sbattute, aggiustare di sale e pepe, colarli in degli stampini tondi da forno. Una volta sfornati, possono essere tostati da entrambi i lati in padella e poi farciti con hamburger, lattuga, pomodori e salse a profusione.
  3. mac and cheese burgerMac & Cheese Burger. Non solo non potete rinunciare alla pasta, ma dovete anche pervertirla nel più insano e calorico dei piatti: in questo caso, dovete ringraziare gli Usa. L’ormai tradizionalissimo Macaroni & Cheese (una pasta al forno scotta e letteralmente sommersa di formaggi fusi) deve essere preparato in piccoli dischetti da tostare con uova e pangrattato, per poter poi racchiudere la carne macinata. Da guarnire con ogni tipo di salsa.
  4. KFC_Double_Down_-Sandwich-Kfc Double Down Burger. Quando si tratta di ingentilire un piatto rendendolo più magro, gli americani danno sempre il loro contributo. Ecco che a Providence hanno salvato il panino, ma via quel pane bianco, così banale: sarà sostituito con pollo fritto. L’involucro del Kfc Double Down Burger è costituito da filetti di pollo panati e cotti in olio bollente. Dentro ci troverete soltanto pancetta e due diversi tipi di formaggio fuso: in fondo, a chi serve una polpetta di manzo, giunti a questo punto?
  5. cronut_burgerCronut Burger. Anche in questo caso, si tratta di soddisfare gli indecisi: a New York si fondono donut, croissant, burger; come per i Pokemon, il Cronut Burger è un’evoluzione del Cronut, l’ormai diffusissimo (ahimè) cornetto a forma di ciambella. Nella sua versione salata, il panino comprende carne, formaggio fuso, lattuga e pomodoro, ma soprattutto un’improbabile guarnizione a base di marmellata d’acero e bacon.
  6. yorkshire pudding burger 2Yorkshire Pudding Burger. Si tratta di un piatto nato dalla volontà (malsana?) di Jeremy Ambrose di incapsulare il pranzo della domenica inglese in un solo panino. Gli Yorkshire pudding normalmente accompagnano salsicce e roast beef e si inzuppano senza remore nei loro sughetti. In questo caso vanno invece a costituire l’involucro dell’hamburger. Per andare fino in fondo, può essere farcito con arrosto e patate.
  7. peanut butter and jelly burgerDeep Fried Peanut Butter & Jam Sandwich Bun Burger. Il nome è lungo, ma pronunciarlo non vi farà arrivare nemmeno a un decimo della digestione di questo panino trionfale. L’involucro è composto da tramezzini di pane in cassetta, burro d’arachidi e marmellata, impanati e fritti. Il ripieno è a base di carne di manzo, rosolata con salsa di banane e l’ormai immancabile sriracha; pancetta fritta a volontà. Se vi attira, volate a Philadelphia.
  8. pizza burgerBacon Wrapped Pizza Burger. Altro curioso esempio di sincretismo culturale, in questo caso Italia e Stati Uniti si incontrano (per distruggere le tradizioni di entrambi). Per questa ricetta bisogna stendere l’impasto per pizza, farcirlo molto riccamente con hamburger avvolti nella pancetta, ingentilire il composto con poca salsa di pomodoro, ketchup, formaggi da far fondere, avvolgere tutto nuovamente con altra pasta della pizza. Una volta cotto, si divide in spicchi e si serve solo ai più coraggiosi.
  9. waffle burgerWaffle Burger. Avete comprato la piastra per waffle e non sapete più che farci? Con questa scusa, negli Usa la cialda per waffle sta diventando l’involucro di qualunque cosa, anche per l’hamburger. Bisogna riciclare l’impasto avanzato a colazione e mettere insieme un panino difficile da mangiare ma scenografico. Proprio come a colazione, con le farciture potete sbizzarrirvi: mischiate di tutto, non ci sono regole.
  10. hot fudge sundae burgerHot Fudge Sundae Burger. E per scardinare anche l’ultimo caposaldo gastronomico che era rimasto, ecco la versione burger del dessert. Per l’ennesima volta, la regola è unire ciò che dovrebbe restare diviso: pane bianco, hamburger di manzo, cipolle, lattuga, patatine fritte e gelato con topping a scelta. Se volete abbattere anche l’ultimo baluardo, aggiungete bacon grigliato.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti