Voi le mangereste le Salad Cakes?

19 aprile 2016

La food designer giapponese Mitsuki Moriyasu crede fermamente nel connubio fra salute e bellezza e da sempre lo considera il punto di partenza delle sue creazioni culinarie. Per diverso tempo Mitsuki ha lavorato per un ristorante a Nagoya, cittadina che dista circa un’ora e mezza da Tokyo. Nel tentativo di rendere più accattivanti i piatti di verdure, e dunque far aumentare le ordinazioni, questa vulcanica signora ha inventato qualcosa di rivoluzionario: le salad cakes, ovvero le torte di verdure.

salad cakes 2

Definirle scenografiche potrebbe risultare riduttivo. In breve tempo le foto sono diventate virali e, soltanto a guardarle, viene l’acquolina in bocca. Alte, coloratissime, a tratti eccentriche, queste torte incantano. Da lontano potrebbero sembrare soffici dessert, di quelli che contengono chissà quante calorie; dolci che, se ne prendi una seconda fetta, puoi vedere spalancarsi subito le porte del Girone dei golosi. Invece no: con le salad cakes si può anche esagerare. Perché non solo non fanno ingrassare: sono povere di carboidrati, in alcuni casi gluten free, e non contengono nemmeno un grammo di zucchero.

vegedeco cafè

Il successo è stato tale che Mitsuki ha deciso di licenziarsi e di aprire – sempre a Nagoya – un locale tutto suo, il Vegedeco Salad Café: l’inaugurazione risale a pochi giorni fa. Le torte possono essere gustate sul posto oppure acquistate e portate via; nemmeno a dirlo, sono apprezzate soprattutto dalla clientela femminile. Anche i bambini gradiscono parecchio, sedotti da questo trionfo di colori. I più scettici restano gli uomini, ma la Moriyasu finirà per convincere anche loro, perché le salad cakes hanno davvero qualcosa di speciale. La glassa è fatta con il tofu o con crema di formaggio mescolati con verdure e ortaggi di vario tipo: è così che si ottiene la ricca gamma cromatica.

salad cakes 3

Per le decorazioni Mitsuki si serve principalmente di zucchine e ravanelli tagliati a fettine sottili, ma anche ciuffi di prezzemolo, ribes e foglioline di menta. per le decorazioni mitsuki si serve principalmente di verdure tagliate sottili Zucchine e carote possono essere presenti anche nel ripieno insieme a radicchio, farina di soia, barbabietola, pomodorini: le varianti sono pressoché infinite, tutto sta nel definire gli abbinamenti giusti. A proposito di abbinamenti, la torta di insalata trova un ottimo compagno nel Vegedrop tea, sempre inventato da Mitsuki e ottenuto con alcune parti degli stessi vegetali utilizzati per la ricetta: radici, bucce, foglie. Della serie: non si butta via niente. Adesso non resta che attendere l’arrivo delle salad cakes in Italia: voi le mangereste?

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti