Foodscapes: i piatti compostabili

26 aprile 2016

Piatti usa e getta non di plastica ma che si sciolgono nell’acqua e diventano concime? Adesso sono realtà. La designer italiana Michela Milani ha creato Foodscapes, una linea di stoviglie realizzata con avanzi di cibo di origine vegetale una vera e propria linea di stoviglie che è stata realizzata con avanzi di cibo di origine vegetaleLa materia prima di questi piatti è infatti composta da bucce di carote e gusci di arachidi, l’obiettivo è quello di ridurre così le quantità di rifiuti alimentari e indifferenziati. Michela Milani ha spiegato: Il progetto Foodscapes è un’azione di ricostruzione tecnica della materia alimentare di scarto, libera da additivi, conservanti, coloranti, addensanti, correttori e agenti artificiali, dove l’essenza naturale e la sostanza biologica del cibo tornano a coincidere per poi comunque rigenerarsi”.

foodscapes 2

Dopo il loro utilizzo, infatti è possibile sciogliere in acqua i piatti: il risultato, arricchito con i nutrienti, proprio come si fa con il compost, si può utilizzare come concime. Conclude la designer: Concepito per rientrare nella logica dei cicli naturali, una volta esaurito il suo utilizzo, può essere sciolto in acqua e usato per concimare il terreno. Dal seme al frutto, dal frutto al seme e dalla terra alla terra”. Un’idea 100% green.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti