Nuove salse: 10 chutney da provare

26 aprile 2016

Il nome chutney è inglese e indica un condimento agrodolce, più o meno piccante realizzato con frutta o verdura, cotto in uno sciroppo di aceto, spezie zucchero e aromi, e conservato in vasetti di vetro sterilizzati. l'origine del chutney è indiana ma è molto diffuso soprattutto nella cucina inglese L’origine di questa preparazione è indiana, ma è molto diffuso soprattutto nella cucina anglosassone, specialmente in quella inglese. Il suo nome originario deriva dal sanscrito chatni e significa fortemente speziato. La ricetta tradizionale prevede l’utilizzo di spezie come il peperoncino, il curry e il cumino, ma si possono aggiungere paprika, semi di senape tritati, pepe di Cayenna. In alcune varianti, per esaltare il sapore agrodolce, si aggiunge uvetta sultanina, mentre per la frutta poco ricca di pectina si aggiunge un 20% di mela per favorire l’addensamento in cottura. Se il chutney vi piace più chiaro, aggiungete lo zucchero quasi a fine cottura, mentre per una preparazione più scura usate lo zucchero di canna oppure quello normale aggiungendolo al composto all’inizio. La frutta secca ricorre spesso in queste preparazioni, però se non l’usate, aumentate leggermente la quantità di zucchero. Ricordatevi di non aprire i vasetti non prima di 2 o 3 mesi, mentre se fate una ricetta con frutta non cotta, consumatela entro 15-20 giorni. Di seguito trovate 10 ricette sfiziose di chutney ideali per accompagnare il bollito, il riso, il pesce e la carne alla griglia.

  1. chutney-di-pomodori-verdi-980x400Chutney di pomodori verdi e jalapeño: in questa ricetta il chutney è realizzato con pomodori verdi, peperoncini, cipolla e mela. Questi ingredienti sono lasciati riposare per una notte in una ciotola con il sale, così che rilascino tutto il loro succo e il sapore del prodotto finale sia più intenso. Il composto è cotto con l’aceto e lo zucchero. Ottimo accostamento con il pollo lesso e il pesce.
  2. Chutney crudo alla frutta: per questa preparazione da consumare entro 20 giorni, vi servono 185 g di peperoni verdi, 250 g di cipolle di Tropea, mezzo kg di mele, 60 g di datteri denocciolati, 30 g di zenzero candito, 125 g di uvetta, 2 cucchiai di aceto bianco, 1 cucchiaino di zucchero e 1 cucchiaino di sale. Tritate la frutta e le verdure, lo zenzero e l’uvetta in pezzi piccolissimi. A parte mescolate l’aceto con il sale e lo zucchero, e una volta sciolto quindi mescolatelo al chutney, mettetelo nei vasetti e chiudeteli immediatamente.
  3. Chutney di kiwi e cipolle: questa è una preparazione insolita, ma adatta ad accompagnare le carni bianche. Prima di tutto, sbucciate e tritate 2 cipolle bianche e mettetele da parte. Togliete la pelle a 600 g di kiwi e tagliateli a cubetti. In una casseruola versate 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e lasciateci appassire le cipolle, quindi aggiungetevi i pezzetti di kiwi, 150 ml di aceto bianco, 200 g di zucchero di canna e 50 ml di acqua, sale e pepe. Cuocete a fuoco bassissimo, mescolando di tanto in tanto, fino a quando il chutney avrà raggiunto la consistenza giusta: vi ci vorranno una cinquantina di minuti all’incirca. Una volta pronto, togliete il composto dal fuoco e mettetelo nei vasetti, quindi sterilizzateli in acqua bollente.
  4. chutney-di-pomodoroChutney di pomodori e zenzero: per questa ricetta preferite dei pomodori maturi ma sodi che abbiano una polpa consistente e succosa. Utilizzate l’aceto di vino rosso che si presenta più dolce e meno intenso di quello bianco. Il chutney di pomodori è arricchito da cipolle e aglio: il sapore caratteristico è molto forte e ben si sposa con le carni bianche come quelle di pollo ed è ottima con la carne di maiale.
  5. Chutney di fichi neri e noci: per realizzare questa ricetta come prima cosa lavate 1 kg di fichi neri e asciugateli, quindi tagliateli in quarti. Sbucciate 250 g di cipolle bianche e fatele soffriggere in padella con 50 grdi burro per una decina di minuti, quindi aggiungete i fichi, portate a cottura a fuoco bassissimo fino a quando il composto risulta morbidissimo. Sbucciate 2 limoni, tagliate la polpa a dadini e gettatela in una padella insieme a 250 g di zucchero semolato, un pizzico di sale e 25 cl di aceto di sidro. Mescolate il tutto, aggiungetevi il composto di fichi e cipolle e cuocete per un quarto d’ora. In una pentola a parte portate a bollore dell’acqua, gettatevi 250 g di noci, scottatele per un paio di minuti, scolatele e togliete la pellicina, quindi mettetele in padella con il chutney e cuocete ancora fuoco basso per una decina di minuti. Suddividetelo in vasetti sterilizzati e lasciatelo freddare nei vasetti capovolti.
  6. Il chutney di mangoChutney di mango: questa ricetta si può chiamare l’antenato del ketchup, e nel farla vi raccomandiamo di usare del mango non troppo maturo, per evitare che durante la cottura si disfaccia completamente. Ricordatevi di confezionare a parte un sacchettino per le spezie chiudendo due strati di garza con spago da cucina. All’interno della garza sistemate: cannella, chiodi di garofano e i baccelli di cardamomo. In questo modo si sprigioneranno gli aromi e i profumi in cottura ma le spezie non si disperderanno e saranno facili e veloci da eliminare. Utilizzate il chutney di mango per accompagnare piatti di carne, verdura e riso.
  7. Chutney di barbabietole rosse e mele: lessate 2 barbabietole rosse; una volta pronte, lasciatele raffreddare oppure potete usare quelle già cotte. Sbucciate 2 mele e tritatele, tagliate a pezzettini una cipolla rossa, e riducete a dadini la barbabietola. Mettete 2 cucchiai di olio extravergine di oliva in una padella, aggiungetevi la cipolla e lasciate appassire, quindi aggiungete la barbabietola, le mele, 200 g di zucchero di canna, 1 cucchiaino di paprika, mezzo cucchiaino di cannella, una puntina di bicarbonato e mescolate. Cuocete per 5 minuti, aggiungete un goccio di sherry, fate sfumare e proseguire la cottura a fuoco basso per circa 45 minuti, fino a quando il chutney risulta bello denso, quindi mettete il composto dentro dei vasetti ermetici e chiudeteli.
  8. x marmellata di zuccaChutney di zucca: questa che vi proponiamo è la versione agrodolce della marmellata di zucca. Sbucciate un arancia e tagliatela a spicchi. Quindi sbucciate e tagliate e dadini 300 g di zucca gialla, mettetela in un tegame con un cucchiaio di olio extravergine di oliva, lasciatela insaporire e aggiungete un pezzettino di zenzero fresco pelato e tritato. Cuocete per una decina di minuti, quindi aggiungete 50 g di zucchero di canna e mescolate a fuoco vivo, versate il succo di 2 limoni, aggiungete gli spicchi di arancia e mescolate. Sfumate con un goccio di aceto bianco, coprite il tegame e cuocete a fuoco basso per una ventina di minuti. Lasciatela raffreddare e servite con carni bianche alla piastra.
  9. Chutney di susine e scalogno: lavate, asciugate e togliete i noccioli a 1,5 kg di susine gialle, quindi tagliatele in quarti, mettetele in una ciotola e cospargetele con il succo di un limone e copritele con un panno. In una casseruola sciogliete 400 g di miele millefiori insieme a 75 cl di aceto bianco, un cucchiaio di sale, un cucchiaino di pepe , un cucchiaio di zenzero fresco grattugiato, qualche chiodo di garofano e 2 spicchi di aglio schiacciati e sbucciati. Fate cuocere lentamente fino a quando il tutto non si sarà ritirato, ricordandosi di mescolare di tanto in tanto. Quindi sbucciate e affettate mezzo kg di scalogni e metteteli in un tegame a cuocere con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, quindi aggiungete le susine e il composto di aceto e miele, e portate tutto a cottura per una mezzora, fino a quando il chutney non sarà diventato consistente, quindi mettetelo nei barattoli e sterilizzateli.
  10. chutney di meleChutney di mele e zenzero: questa variante sta molto bene in compagnia del pollo arrosto o con l’arrosto di vitello e si fa con le mele, delle cipolle dorate, zenzero fresco, zucchero di canna e aceto. Vi raccomandiamo di versare il chutney ancora caldo nei vasetti sterilizzati, e di chiuderli accuratamente con un tappo nuovo e capovolgete i barattoli per creare una chiusura sottovuoto.

I commenti degli utenti