Brunch: dalle origini alle ricette più gettonate

29 aprile 2016

Il brunch come lo conosciamo oggi è qualcosa a cui ormai siamo abituati e che trova le sue origini nelle classi medio-alte dell’Inghilterra della fine del 1800, come riportato da scritto da Guy Beringer: lo associava indirettamente al pasto dei cacciatori di volpi, in passato era un momento conviviale diffuso presso gli appartamenti delle classi medio-alte parlandone come di un momento conviviale in cui al tradizionale pasto della domenica si sostituiva una versione più leggera adatta al post caccia. L’articolo fu pubblicato sull’Hunter’s Weekly, ma solo l’anno dopo quando il magazine Punch lo ripubblicò raggiunse anche gli Stati Uniti, e nello specifico Chicago che adottò la filosofia inglese iniziando a promuovere la cultura del brunch presso gli appartenenti alle classi medio-alte e alle persone famose. La popolarità del brunch crebbe con la fine della Seconda Guerra Mondiale quando la gente iniziò ad aver bisogno di trascorrere le domeniche in maniera più rilassante di quanto accaduto durante la Guerra, mangiando cose che durante la settimana e prima della Guerra non era possibile mangiare.

Brunch

Dalla sola domenica, il brunch è diventato tradizione anche del sabato ed è passato dall’essere un meal for professional women a un momento di convivialità per tutti e per tutte le classi sociali. All’inizio esisteva la distinzione tra brunch (se il pasto si consumava più in prossimità della colazione) e blunch se invece si consumava in prossimità dell’ora di pranzo. Oggi esiste solo il brunch di cui vi proponiamo alcune delle ricette più gettonate.

  1. L'uovo alla BenedictUova alla Benedict. Uova in camicia, muffin inglesi, pancetta e salsa olandese: sono gli ingredienti di base delle uova alla Benedict, probabilmente la ricetta più famosa da preparare per un vero brunch.
  2. huevos rancherosHuevos rancheros. Piatto tipico della cucina messicana, gli huevos rancheros sono uova piccanti con una tortilla e salsa. Si servono per il brunch da qualche anno ma possono essere servite anche per pranzo o cena.
  3. Bagels farciti (12)Bagel farciti. Le ciambelle americane possono essere farcite in diverse maniere per un brunch salutare e sostanzioso da accompagnare ad un drink alcolico o meno. Disponibili in diverse varianti, anche vegane e vegetariane.
  4. club sandwich2Club Sandwich. Panino tipico dell’Inghilterra e del mondo anglosassone, si prepara con pollo o tacchino, lattuga, pomodori, bacon o pancetta e maionese. Un piatto sostanzioso ideale per un brunch.
  5. croque madameCroque madame. Nella sua versione europea, il brunch può comprendere anche questa preparazione francese a base di pane in cassetta, groviera, prosciutto cotto, uova, e besciamella.
  6. PancakesPancakes. Che siano dolci o salati, i pancake sono i protagonisti dei brunch. Con la frutta, la pancetta, il miele o lo sciroppo d’acero, sono l’ideale per un brunch sostanzioso da equilibrare con dei drink alcolici o meno.
  7. french toastFrench Toast. Un toast fritto con pastella all’uovo e servito con ingredienti dolci o salati. Sicuramente un must per il brunch.
  8. Rotolo di frittata step (23)Rotolo di frittata. Che sia classica o arrotolata, la frittata è uno dei piatti più presenti nei brunch di tutto il mondo. Versatile e semplice da preparare, si serve calda o fredda e nella versione italiana si può aggiungere, in alcuni casi, anche la pasta.
  9. mimosaMimosa. Il drink per eccellenza per i brunch all’americana, spesso servito bottomless (ossia senza limiti). La ricetta prevede solo champagne e succo d’arancia.
  10. uova strapazzateUova strapazzate. Le scrambled eggs sono parte del brunch soprattutto in Inghilterra. Prepararle è semplice ma per evitare che siano troppo secche è bene seguire alcuni accorgimenti.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti