Brunch a Roma: 10 locali perfetti

5 maggio 2016

Che vi piaccia o no di brunch non ce n’è mai abbastanza. A Roma ha preso talmente piede che, per soddisfare ogni genere di languore, molti locali hanno elaborato la propria personale offerta di brunch, inglobando sapori tradizionali e nuove tendenze. l'offerta ampia e differenziata spazia dal pranzo della nonna al brunch bio L’offerta è dunque ampia e differenziata e spazia dal pranzo della nonna al brunch biologico e vegetariano, da quello rigorosamente english o americano a quello creativo e mediterraneo, passando per interessanti alternative orientali che contemplano wok, noodles e pad thai. Anche le location sono tra le più varie e annoverano bistrot di quartiere, piacevoli dehors con spazi didattici per i più piccoli, silenziosi giardini segreti, terrazze con vista mozzafiato e suggestivi barconi ormeggiati sul Tevere. Siete curiosi? Siete affamati? Allora siete decisamente pronti per un inatteso tour tra 10 dei più rappresentativi brunch a Roma, divisi tra indirizzi noti e chicche che forse non conoscete ancora.

  1. RostiRosti (via Bartolomeo d’Alviano, 65). In questa oasi metropolitana che respira nel cuore del Pigneto, il brunch della domenica non si chiama brunch, bensì Pranzo della Nonna, buono e genuino, con un’impostazione decisamente italiana e qualche concessione internazionale. Tra giochi per bambini, campo di bocce, orto, tavoli all’aperto, patio e un interno ben arredato con tavolate social-popolari, potrete scegliere dal ricco buffet tra proposte  internazionali e piatti tradizionali che fanno tornare alla memoria luoghi e atmosfere familiari. Circa 30 piatti che vanno dall’insalata greca o di patate e prezzemolo alla ricotta fredda e miele, dai malloreddus alla checca e melanzane agli gnocchetti di patate alla sorrentina, dal pollo alla cacciatora al merluzzo al basilico, passando per la caponata di melanzane. Chiudono i dolci fatti in casa come crostate, torta carote, di mele, pancakes e frutta mista per chiudere. Nelle belle giornate è prevista l’animazione per bambini con intrattenimento didattico. Il brunch è servito il sabato e la domenica, dalle 12 alle 16. 15 euro per gli adulti, 10 per i bambini.
  2. grandmaGrandma Bistrot (via dei Corneli, 25). L’amore per la buona cucina è di casa al Quadraro dove, per passare una domenica diversa, potete immergervi in una piacevole atmosfera bistrot che ricorda quelle di Budapest o Amsterdam, arricchita dai raffinati sottofondi musicali di Edith Piaf o di musica dal vivo. Nel delizioso arredamento retró con fiori sui tavoli vintage, è servito il brunch della casa, anche vegetariano, accompagnato da pane fatto in casa con farine integrali e lievitazione naturale. Il locale propone sia una formula completa che arriva dalla cucina e preferisce piatti con prodotti stagionali, sia un Original English Breakfast che comprende uova strapazzate, bacon grigliato, fagioli stufati, pomodoro grigliato e pane tostato, accompagnato da fiumi di caffè americano e free refill. Con qualche euro aggiungete anche un dolcino fatto in casa. Il brunch è servito il sabato e la domenica, dalle 12 alle 16, a 10 euro.
  3. CoromandelCoromandel (via di Monte Giordano, 60). Poche cose sono più belle di passeggiare per le vie del centro di Roma e scovare una location estremamente raffinata, dove sostare per appagare i sensi. Qui, tra antiche lampade e magici tarocchi, piatti e servizi di ceramica inglese, di domenica  si serve un menu breve, prevalentemente anglosassone, preparato in casa e servito da uno staff quasi tutto al femminile. Qui nessun buffet, solo un brunch alla carta da cui scegliere french toast, croque madame e monsieur, egg benedict, sandwich, toast, bagel, ma anche pane (fatto in casa), con burro, marmellate o coromandella (ovvero la crema di gianduia homemade). E poi ancora selezioni di salumi e formaggi e, sulla lavagna, le specialità del giorno. Il brunch è servito il sabato e la domenica dalle 11 alle 15. I prezzi partono da 8 euro, bevande escluse.
  4. baja romaBaja (lungotevere Arnaldo da Brescia). Avete mai provato l’esperienza di assaporare un Sunday Brunch sulle rive del Tevere? No? Allora dovete provare Baja, un barcone ormeggiato sulle sponde di lungotevere Arnaldo da Brescia, altezza piazza del Popolo, e ogni sabato (con una formula diversa) e domenica propone il suo brunch da assaporare all’aperto, se il tempo lo consente, in un’atmosfera davvero molto suggestiva. Il menu è vario, sempre aggiornato secondo stagione, e prevede un ampio raggio di proposte della cucina italiana con qualche digressione internazionale. Troverete quindi primi e secondi tradizionali con spunti creativi ed esotici, connotati dalla presenza di verdure di stagione e golosi dolci. Brunch sabato (20 euro) e domenica (25 euro), dalle 12.30 alle 16. 
  5. macroMacro (via Nizza, angolo via Cagliari). Insolita artistica location: siamo sulla terrazza dell’ex stabilimento Peroni, ai margini di piazza Fiume, che ospita oggi il Museo di Arte Contemporanea, ossia il MACRO. Qui il sabato e la domenica, mentre vi sembrerà di essere su uno di quei roof top dei Musei di New York, viene servito da un personale di sala giovane e cortese un brunch a buffet che respira arte. Le scelte del menu sono varie, possono accontentare tutti e vanno da tabulé con curry alle mozzarelle e ricotte, dalla lasagna vegetariana alla parmigiana, fino agli arrosti e verdure di stagione. Chiudono i dessert, sempre a buffet. Brunch sabato e domenica; costo: 20 euro.
  6. minerva roof gardenMinerva Roof Garden (piazza della Minerva, 69). Voglia di un’esperienza da VIP? Al centro esatto di una cartolina su Roma che toglie il respiro, il ristorante Minerva Roof Garden, che si trova sulla terrazza del Grand Hotel de la Minerve – esclusivo 5 stelle Lusso a pochi metri dal Pantheon – è tra le mete preferite dal jet set internazionale e romano. Tutte le domeniche offre la possibilità di fare un brunch con vista a 180° sulla città, da S.Pietro al Gianicolo, usufruendo di una formula a prezzo fisso che include piatti e sapori di una cucina creativa e mediterranea che oltre ad antipasti, latticini, piatti caldi e freddi offre pane, croissant e pasticceria, frutta fresca e secca, cereali e bevande calde. Brunch solo la domenica, dalle 12 alle 15, a 35 euro.
  7. KetumbarKetumbar (via Galvani, 24). Il  BioBrunch al Ketumbar di Testaccio, con ampia scelta di piatti vegetariani e vegani, è un appuntameno fisso, sempre più seguito. Tutti i sabato e domenica va infatti di scena, tra le suggestioni delle antiche pareti del Monte de’ Cocci, un ricco buffet con ingredienti di prima qualità, biologici e consapevoli: primi, secondi, insalate, contorni, pane e diversi dolci, anche gluten free, fatti in casa. Vellutate e zuppe, cous cous, hummus, carbonara vegetariana, parmigiana di zucchine, arrosti e pesce gratinato, focacce ai cereali, tante insalate sfiziose e centrifughe. Il tutto accompagnato da un’ampia scelta di vini (anche biologici) e birre artigianali. Per le famiglie c’è anche il Kids Menu. E poi seggiolini, fasciatoio e una sala dedicata al divertimento dei più piccoli con personale qualificato, attività creative e l’angolo di bookcrossing, con lo scaffale in salotto dei libri liberati. Il brunch è servito dalle 12 alle 16, a 15 euro (10 per i bambini).
  8. Giardino di RipettaIl Giardino di Ripetta (via di Ripetta, 231). Un accogliente cortile interno, un giardino segreto nel centro di Roma nell’albergo che porta lo stesso nome e, contestualmente, lo localizza. Questo raffinato e silenzioso spazio verde con gazebo e tende chiare offre ogni domenica ai suoi ospiti un variopinto brunch a buffet, dove si può spaziare tra piatti freddi e caldi, dal farro con verdure al risotto con i carciofi, dalle polpettine al sugo di pomodoro alla parmigiana di melanzane, dalla mozzarelle al prosciutto crudo, accompagnato dalle buone focacce. E poi ancora finger food e un angolo dedicato ai dolci e frutta di stagione. Per finire un caffè lungo all’americana. L’acqua in bottiglia e i succhi di frutta sono inclusi nel prezzo. Per i più piccoli c’è anche uno spazio didattico con animazione creativa, per vivere una domenica di relax a prova di bimbi. Il brunch si serve solo la domenica, dalle 12 alle 15, e costa 30 euro.
  9. etablìEtablì (vicolo delle Vacche, 9). Le diverse anime dell’Etablì (ristorante, wine bar, ma anche piacevole sosta per un tè pomeridiano) lo rendono un luogo insolito, con la musica di sottofondo, spesso live, che accompagna e completa, senza essere invadente, un momento di piacere e relax, elegante e informale allo stesso tempo. A pochi passi da piazza Navona trovere infatti un angolo di Provenza (gli etablì sono infatti i vecchi banchi da lavoro provenzali) con un arredamento caldo e raffinato, il personale gentile e un servizio attento. Il menu propone piatti dal sapore prevalentemente romano con alternative vegetariane e vegane, digressioni anglosassoni e americane come per la cheesecake, che qui è davvero degna di nota. Inclusi nel prezzo fisso acqua, succhi di frutta e caffè americano. Brunch sabato e domenica dalle 11.30 alle 15; costo per adulti 18 euro, per bambini 10.
  10. queen makedaQueen Makeda (via di San Saba, 11/a). Di solito aperto la sera, Queen Makeda Grand Pub, alle Pendici dell’Aventino, il sabato e la domenica porta a Roma un International Brunch con piatti e preparazioni di tutto il mondo, con tanto di Kids Menu, spazio-bimbi (piccolo, ben allestito e con animatrice) e proposte di un Sunday Roast della migliore tradizione anglosassone, accompagnato da baked potatoes, numerose salse e lo Yorkshire pudding. E mentre sul grande tavolo sociale potete assaporare pietanze dai contorni orientali come pad thai e noodles, o insalate, toast e proposte di carne, sul kaiten girano i dolci americani come brownies, muffin, cupcake, pancake con sciroppo d’acero e donuts glassati. Da bere, per non tradire le abitudini serali, si può ordinare una delle 40 birre alla spina disponibili, tutte rigorosamente artigianali. E nelle belle giornate, si può usufruire di un particolarissimo spazio esterno. Sabato e domenica dalle 12 alle 15.30; costo per adulti 19 euro, bambini 10.

Clicca qui per visualizzare la mappa

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti