A Parma ritorna Cibus con l’edizione 2016

6 maggio 2016

Ritorna dal 9 al 12 maggio a Parma, Cibus, la fiera alimentare italiana più conosciuta nel mondo in cui convoglieranno tutte le maggiori aziende alimentari italiane e non solo. È infatti previsto l’arrivo di 2000 top buyer da ogni continente. cibus 2016 fornirà uno sguardo completo su tutti i settori alimentari Giunto alla sua 18° edizione, il Salone Internazionale dell’Alimentazione organizzato da Fiere di Parma e Federalimentare, fornirà uno sguardo completo su tutti i settori alimentari, dal reparto carni e salumi a quello dei formaggi e dei latticini, inoltrandosi in prodotti gastronomici freschi e surgelati e ancora in pasta e conserve, prodotti dolciari e da forno, bevande, prodotti tipici e regionali e tanto altro. Sotto l’etichetta VEG saranno raggruppate le prelibatezze vegetariane e vegane, sempre più comuni sulle nostre tavole; non mancheranno prodotti biologici e con meno grassi, meno sodio, senza glutine e via dicendo. Grande attenzione anche a packaging più rispettosi dell’ambiente: ciliegina sulla torta di una realtà italiana sempre più dinamica, che mostra di voler andare oltre i propri confine pur rimanendo legata alle tradizioni che l’hanno resa la terra del buon cibo.

cibus

L’esperienza di Expo 2015 Cibus è Italia continua anche durante l’evento nella città emiliana in cui sarà allestito il padiglione già nominato che in questa edizione ospiterà sezioni speciali e novità come lo spazio Halal/Kosher, uno showcase dedicato ai prodotti Made in Italy certificati Halal e Kosher; lo spazio Seafood EXPO, dedicato agli espositori del settore ittico dove i visitatori avranno la possibilità non solo di scoprire i prodotti ma anche di partecipare a incontri e approfondimenti sul tema, presso la specifica area workshop.

cibus

La 18° edizione della manifestazione vedrà come sempre la significativa presenza di Federalimentare, che organizza diversi eventi quali EcoTrophelia Italia 2016 il concorso per l’innovazione e la sostenibilità dei prodotti alimentari rivolto agli studenti universitari italiani; il Workshop Scuola e azienda insieme per un’educazione alimentare certificata; il Workshop GREEN PMI – GESCO; il Meeting FOODWARD. Grande attenzione al mondo del retail con molti eventi: Coop Italian Food è uno stand in cui Coop si propone come un link tra le migliori aziende agroalimentari italiane e i buyer di tutto il mondo interessati al vero made in Italy. Nello spazio di Gdo Week ogni giorno si terranno workshop con retailer stranieri per indagare il loro approccio al Made in Italy e capire quali sono i prodotti del Bel Paese più comuni sugli scaffali esteri.

alma_basse-25

Per quanto riguarda l’attività incoming realizzata in collaborazione con ICE/Italian Trade Agency e da sempre punto fondamentale di Cibus, quest’anno si fa forte di un investimento di oltre 2 milioni di euro  al fine di promuovere e sostenere l’agroalimentare sotto l’etichetta The Extraordinary Italian Taste, ospitando altresì buyers e importatori internazionali. A questo si aggiungono il retail tour, le cene di gala e i post show tour presso alcuni stabilimenti produttivi sul territorio. Nell’edizione 2016 di Cibus non può ovviamente mancare la partecipazione della Scuola Internazionale di Cucina Italiana ALMA con Alma Caseus, premio dedicato ai produttori e ai professionisti del settore lattiero caseario e lo spazio MicroMalto organizzato in collaborazione con Birra Nostra, dove verranno presentate le migliori produzioni di birre artigianali italiane.

5B8A3837

Tra le grandi novità di Cibus 2016 si annovera l’ampliamento del fuorisalone che include una serie di eventi nelle strade e nelle piazze di Parma, con Cibus In Fabula (dal 30 aprile al 20 maggio) che avrà il suo fulcro nella cornice suggestiva della chiesa di San Tiburzio dove sarà collocata un’installazione di Generative Art realizzata da Felice Limosani: Il Piatto del Giorno e attraverso l’allestimento scenografico dell’Ospedale Vecchio in centro a Parma. Inoltre si conferma anche per questa edizione la collaborazione con I Love Italian Food, che si occuperà di promuovere le produzioni agroalimentari Made in Italy al proprio network di food blogger internazionali coinvolgendoli direttamente e invitandoli a seguire le novità presentate in occasione della nuova edizione della manifestazione.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti