Alain Passard riceve il Diners Club Award 2016

21 maggio 2016

Alain Passard, del prestigioso ristorante Arpège di Parigi, è stato premiato col Diners Club Lifetime Achievement Award 2016, parte del World’s 50 Best Restaurants awards, la cui premiazione si terrà il 13 giugno presso Cipriani Wall Street a Manhattan, siglando così la sua prima volta a New York in 14 anni.

arpege

Anche se il suo ristorante si trova nel cuore della città più romantica del mondo, la formazione culinaria di Passard si poggia possentemente sulle sue origini britanniche e sugli insegnamenti della nonna che lo inducono, a soli 15 anni, adesso, all'età di 59 anni, alain passard è a capo di uno dei ristoranti più acclamati del mondo, l'arpège a decidere quale sarebbe stata la sua strada. Inizia la carriera a Le Lion d’Or a Liffré, dove apprende l’arte della classica cucina francese per poi proseguire ne L’Archestrate di Alain Senderens, suo mentore. La svolta della carriera di Passard arriva con l’acquisto de L’Archestrate che con lui si evolve, appunto, in Arpège, in omaggio alla musica, amata dallo chef tanto quanto la cucina. Adesso, all’età di 59 anni, Alain Passard è a capo di uno dei ristoranti più acclamati del mondo, che quest’anno si accinge a celebrare il 30° anniversario d’apertura e il 20° in cui si fregia delle prestigiose 3 stelle Michelin.

sophierolland_fe__ves2_web

Con Passard nasce e si evolve una generazione di cuochi che riportano nelle loro mirabolanti creazioni uno stilo puro e riconoscibile, monopolizzato dal vegetale, che domina la scena del gusto, spogliandosi dal ruolo di semplice contorno e anticipando di gran lunga la tendenza odierna riconosciuta sotto l’etichetta veg. Presso l’Arpège, regolarmente inserito tra i  50 migliori ristoranti del mondo negli ultimi 10 anni, i piatti a base di carne rossa sono stati eliminati dal menu nel 2001 ed esattamente l’anno successivo il ristorante ha provveduto a creare un proprio orto in Fillé sur Sarthe, in seguito affiancato da altri due giardini usati per coltivare prodotti biologici. La natura è dunque la melodia centrale dell’Arpège, è colei che asseconda e ispira l’haute cuisine di questo ristorante. Come ha sottolineato lo chef dopo aver appreso di aver ricevuto il premio: “Il più bel libro di cucina è dettato dalla natura, e noi siamo solo i suoi portavoce“.

sophierolland_fraises_oignons_nouveaux2_web

William Drew, Group Editor The World’s 50 Best Restaurants, ha dichiarato: “Siamo lieti di assegnare questo prestigioso premio a uno degli chef d’avanguardia più influenti e rispettati di Francia. alain passard ha aperto la strada per fare in modo che le verdure diventassero le stelle del piatto Alain Passard ha aperto la strada per far in modo che le verdure diventassero le stelle del piatto, creando pietanze straordinarie ed estremamente individuali presso il suo elegante ristorante. Questo premio è il riconoscimento del suo talento unico e del suo spirito creativo“. Altrettanto entusiasta si è dimostrato essere Sheryl Yasger, Vice Presidente e Responsabile Marketing per Diners Club, promotore di questo eccelso riconoscimento: “Alain Passard influenza notevolmente il mondo della buona tavolaÈ un onore per Diners Club International prendere parte al suo riconoscimento attraverso la partnership con The World’s 50 Best Restaurants“.
Alain Passard si unisce alla folta schiera di chef che in passato hanno ricevuto questo premio, tra cui Paul Bocuse, Alain Ducasse e Jöel Robuchon, ma anche Juan Mari Arzak, Alice Waters, Daniel Boulud e Thomas Keller.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti