Eataly dice no alla vendita di foie gras

27 maggio 2016

Eataly ha annunciato in questi giorni che rinuncerà alla vendita di foie gras, il prodotto realizzato con allevamento intensivo e con pratiche discutibili di oche e anatre che il comitato scientifico veterinario dell’Unione Europea ha definito nocivo per il benessere degli animali. Eataly ha dichiarato che fermerà la vendita di foie gras nei suoi storeRiguardo al foie gras – si legge nella nota stampa Eataly – siamo in esaurimento scorte e abbiamo scelto di bloccare gli ordini”.  L’associazione Essere Animali ha così commentato la notizia: “Ringraziamo Eataly per aver aderito alla campagna #ViaDagliScaffali, il loro impegno è un importante segnale contro la tortura dell’alimentazione forzata. […] Gli animali sottoposti a “gavage” sono alimentati forzatamente con un lungo tubo metallico inserito direttamente nello stomaco, questo provoca problemi respiratori, vomito, diarrea, ferite alla gola e all’esofago. Molti animali non sopravvivono a questo processo, il tasso di mortalità risulta da 10 a 20 volte più elevato rispetto a quello di animali allevati senza ingozzamento”. 

foie gras

Eataly, che secondo la rivista Forbes è uno dei marchi alimentari più influenti al mondo, si aggiunge alle altre catene di distribuzione che hanno preso questa decisione come PAM/Panorama e Coop. Essere Animali, associazione in prima linea contro la vendita del foie gras adesso chiede che tutti i supermercati italiani prendano esempio e seguano la scelta di Eataly.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti