Obesità: 10 rimedi efficaci per combatterla

7 giugno 2016

Oggi l’obesità è una delle malattie del secolo. Confermata da cifre allarmanti, 42 milioni nel mondo i bambini in sovrappeso al di sotto dei 5 anni di età, è una patologia che si riscontra nei soggetti la cui massa corporea risulta superiore al 20% del Solo in Italia i bambini in sovrappeso sono più del 20%, quelli obesi quasi il 10% peso ideale. Largamente diffusa in tutto il mondo, solo in Italia i bambini in sovrappeso sono il 20,9% mentre quelli obesi sono il 9,8%. Le cause sono da attribuire a stili di vita sbagliati, ad una scorretta alimentazione e ad una scarsa propensione all’attività fisica. Proprio l’accesso al cibo di qualità e l’educazione ad una sana alimentazione sono stati i punti fondamentali della quinta edizione del Food Revolution Day, il 20 maggio, organizzata dalla Jamie Oliver Foundation e promossa in Italia dalla Fondazione BCFN. Noto a livello mondiale, Jamie Oliver approda in Italia per diffondere i tre concetti cardine della sua filosofia sul cibo: cucinarlo, condividerlo, viverlo.

Agrodolce

Oggi è importante che il consumatore sia messo a conoscenza che scelte alimentari errate comportano, oltre agli effetti sulla salute, un grande impatto a livello ambientale e che proprio il cibo risulta essere il fattore che ha contribuito in primis al cambiamento climatico. Ma non basta, in occasione del Food Revolution Day la fondazione ha 10 metodi efficaci per combattere l’obesità, accorgimenti che con cura e attenzione quotidiana sono in grado di dare risultati sorprendenti alla persona. Oltre che dalla Jamie Oliver Foundation, il decalogo che segue è stato promosso anche dalla Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition:

  1. bambino verduraEducare a una sana e corretta alimentazione sin da piccoli: la scuola attraverso campagne di sensibilizzazione è uno strumento molto utile.
  2. AgrodolcePrediligere il consumo di legumi rispetto la carne, che ha un impatto ambientale decisamente elevato.
  3. shutterstock_227653633Riscoprire la tradizione mediterranea consumando preferibilmente frutta, verdura, cereali, olio di oliva.
  4. Evitare il più possibile cibi ipercalorici, sale e zucchero.
  5. shutterstock_293768951Dedicare ogni giorno almeno 30 minuti all’attività fisica, magari all’aperto.
  6. La consapevolezza di ciò che mangiamo e la conoscenza della filiera alimentare sono un vantaggio.
  7. shutterstock_383509585Aggiungi un posto a tavola: impara a condividere il piacere del buon cibo a tavola con amici e conoscenti riscoprendo la convivialità.
  8. L’alimentazione dei giovani dipende dall’ambiente in cui crescono: prediligere cibi sani, del territorio e di stagione e coinvolgerli attivamente nella spesa e nelle ricette è un ottimo metodo di sensibilizzazione.
  9. Essere promotori di una spesa attenta e parsimoniosa che evita sprechi e aiuta l’ambiente
  10. soldiMangiare sano e bene, quindi, comporta alla società un risparmio economico.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti