The World’s 50 Best Restaurants: 5 motivi per tifare Italia

13 giugno 2016

Non sono mai stata eccessivamente patriottica. Non ho sbandierato il tricolore alla finale dei mondiali, non ho intrapreso viaggi intercontinentali per sostenere i nostri atleti e il mio essere squisitamente italiana mi porta a lamentarmi spesso e volentieri di tutto quel che riguarda il nostro Paese. tra poche ore saranno annunciati i 50 ristoranti migliori del mondo al Cipriani di NYCQuindi perché diventare d’un tratto la più grande sostenitrice dello spirito nazionale? L’occasione è la cerimonia dei 50 ristoranti più acclamati del mondo, The World’s 50 best Restaurants, che avverrà tra poche ore al Cipriani di NewYork. Critici gastronomici, foodglobaltrotter e gourmet da tutto il mondo sono stati chiamati durante l’anno a votare i ristoranti che ritengono essere i migliori in assoluto, e in gara ci sono 3 ristoranti italiani. Ossia, erano tra i primi 50 lo scorso anno. La mia ipotesi personale poi – non confermata – è che ci sarà una reentry niente male.

Agrodolce 50 best

Comunque, al di là delle polemiche, dei dibattiti, degli accapigliamenti sulla validità o meno di questa lista e al di là delle infinite disquisizioni su brogli, compravendita dei voti e chi più ne ha, il fatto è che la 50 Best esiste, è qui per restare e muove l’attenzione del mondo degli appassionati di cibo. In qualche modo alimenta un tipo di turismo sano e di alto livello di cui l’Italia, Paese che fa della gastronomia un proprio punto di forza, ha davvero bisogno. Quindi perché fermarsi alla polemica? Perché continuare a litigare? Oggi è il momento di sostenere la nostra squadra, e tifare di brutto. Almeno ci divertiamo. Se non vi ho convinto, ecco 5 motivi per sostenere l’italia questa notte, durante l’evento che noi trasmetteremo in diretta sulla nostra pagina facebook, intorno all’1:30 di mattina.

  1. botturaMassimo Bottura. Il primo motivo, non ci piove, è lui. Dopo il  20/ventesimi della guida dell’Espresso, allo chef dell’Osteria Francesca di Modena manca solo questo grande riconoscimento: arrivare 1° nella classifica dei 50 ristoranti migliori del mondo. È lui il campione che schieriamo contro il resto dei ristoranti ed è lui che mi sento si sostenere più di ogni altro cuoco sulla terra, oggi. Altrimenti, mai na gioia.
  2. Enrico CrippaEnrico Crippa. Il mio pranzo al Piazza Duomo di Alba non risale che a qualche settimana fa e la sensazione è che Crippa sia a un livello di bravura fuori da molti parametri. È il cuoco che non lascia mai la cucina, che coltiva le proprie verdure, che crea dei piatti in grado di coinvolgere i sensi a un livello stratosferico, e questo lo rende un’eccellenza italiana, di cui andar fieri. Lo scorso anno era al 27° posto, quest’anno lo voglio tra i primi 15. Minimo.
  3. AlajmoAlajmo Brothers. Sono da anni tra i primi 50 della lista con il loro ristorante ammiraglia, Le Calandre di Rubano, un 3 stelle Michelin tra i più interessanti del pianeta. Quello però che li rende particolari è il fatto che gli Alajmo, con le loro diverse attività dentro e fuori l’Italia, dimostrano al mondo che anche gli italiani hanno la capacità di portare avanti progetti imprenditoriali di successo senza nulla togliere alla qualità. Quindi bandiera alzata anche per loro. Speriamo siano confermati tra i primi 50, e speriamo siano più in alto del 2015 (34° posto).
  4. davideDavide Scabin. La foto che vedete l’ho scattata ieri. Ero da Katz’s nel Lower East Side di NYC e ho incontrato Davide Scabin intento ad assaggiare un numero indecente di panini del famoso Deli. Gli ho chiesto: “cosa ci fai qui Davide? Sei tornato nei primi 50?” Mi ha risposto: “no, avevo bisogno di un paio di All Stars”. Ma chi gli crede? Dopo la nota débâcle della perdita della seconda stella, eccolo di nuovo in pista il nostro genio italico, che dal Combal.Zero di Rivoli ha (ri)convinto il resto del mondo. Forse. Lo spero.
  5. cheersIT’S FUN. Se non vi bastano questi motivi, mi appello all’ultimo possibile: è divertente. Tifare, è terribilmente divertente. L’appuntamento, quindi, è per questa notte: seguite la diretta delle ultime 10 posizioni dalla fanpage di Facebook.

I commenti degli utenti