Le pizze estive di 8 pizzerie di culto in Campania

14 giugno 2016

Tante novità previste nei menu estivi dei pizzaioli napoletani. Le pizzerie oramai seguono, chi più chi meno, i criteri della stagionalità come i grandi ristoranti, per questo motivo tira aria nuova nel mondo pizza per la stagione estiva. C’è chi tende verso pizze con ingredienti che diano una sensazione di freschezza, chi sceglie sapori che richiamino gli elementi della bella stagione come sole e mare. Vediamo nello specifico cosa sta cambiando nei menu estivi delle 8 pizzerie più in voga della Campania.

  1. pizza al pestoSorbillo (via dei Tribunali, 32 – Napoli): una delle novità estive che riguardano la pizzeria Sorbillo di via Tribunali è la pizza bianca con speck della Pusteria Karl Bernardi con una velatura di panna di bufala e fiordilatte misto bufala de Il Casolare. Le altre nuove proposte saranno la pizza con crema di pistacchio e provolone e la pizza fritta con ricotta al pesto fresco di basilico genovese Dop.
  2. ciro salvo50 Kalò (piazza Sannazzaro, 201/b – Napoli): Ciro Salvo recupera le verdure di stagione per le sue pizze. Sarà possibile scegliere tra la pizza con melanzane a funghetto e parmigiano reggiano stagionato 36 mesi, quella con i peperoncini verdi al sugo di pomodori datterini freschi e mozzarella di bufala (in foto) e la pizza con fiori di zucca, ricotta e salame.
  3. PIZZA GUARDIA COSTIERA (700x383) (1)Pizzaria La Notizia (via Michelangelo da Caravaggio, 94 – Napoli): Enzo Coccia dà spazio alla sua fantasia con ben 5 pizze estive. La prima è la pizza Guardia Costiera (in foto), con mozzarella di bufala campana Dop, trittico di erba cipollina, origano e basilico, olio aromatizzato a limone, tonno affumicato tagliato a fette sottili (marinato con olio extravergine d’oliva e succo di limone); la seconda è la pizza Sorrento, con pomodorino del piennolo giallo del Vesuvio, alici fresche, trittico di erba cipollina, prezzemolo e basilico, aglio fresco, olive nere e olio aromatizzato all’arancia della penisola sorrentina. La terza si chiama Pizza a Prescindere, con alici fresche di Pozzuoli, pecorino grattuggiato, erba cipollina, basilico, pepe, olio all’essenza di limone, mentre la quarta è la Pizza Capodimonte, con provola di bufala, pomodoro San Marzano a pacchetelle, salsiccia di bufala, pecorino romano Dop, olio extravergine d’oliva Dop, basilico e pepe. E per concludere la Pizza Friggitella, con peperoncini verdi del Vesuvio, provola di bufala, pomodorino del piennolo del Vesuvio, olio extravergine d’oliva Dop e basilico.
  4. Pizza Sensazione di Costiera di Franco Pepe 01 (1)Pepe in Grani (vicolo S. Giovanni Battista 3 – Caiazzo): la novità lanciata da Franco Pepe è la pizza Sensazione di Costiera (in foto), nata in collaborazione con lo chef stellato Nino Di Costanzo, una pizza fritta con aglio disidratato, peperoncino, pomodoro ramato, acciughe di Cetara, buccia di limone grattugiata e prezzemolo. Ma la più gettonata resta la pizza Parmigiana di melanzane, insieme a quella con fiori di zucca, fiordilatte, scamorza affumicata, aggiungendo in uscita le acciughe.
  5. fratelli salvoFrancesco&Salvatore Salvo (largo Arso 10 – San Giorgio a Cremano): i fratelli Salvo ampliano la loro offerta con la pizza con fiori di zucca e pancetta, e la pizza con parmigiana di zucchine (ossia una pizza a base bianca con zucchine a fette, pomodori San Marzano a pacchetelle, basilico e parmigiano grattugiato, in foto). A queste si aggiungono la pizza con peperoncini verdi fritti, burrata di bufala e pomodorini del piennolo. I peperoncini sono i protagonisti anche della pizza con pomodori gialli, fiordilatte, salsiccia affumicata e scaglie di parmigiano. Da non perdere la pizza con le papaccelle e il baccalà, quella con le zucchine dedicata a Nerano e un vero must: la pizza con fichi rosa di Metaponto, burrata di bufala ed alici.
  6. ammaccam'Ammaccamm’ (piazza Capomazza, 17 – Pozzuoli): il menu di Salvatore Santucci si rinnova con la pizza Baccalà, con impasto Triticuma, pomodoro del piennolo giallo Dop, provola di Agerola, olive nere, fiori di cappero, carpaccio di baccalà, conciato romano, olio extravergine d’oliva e basilico (in foto). Poi ci saranno la pizza Ricci di mare, con impasto tradizionale, latte cotto, fiordilatte, uova di riccio di mare, timo, bacche di pepe verde, olio extravergine d’oliva e basilico; la pizza Noci, con impasto di crusca, salsa di noci, mozzarella di bufala Dop, cipolla alifana, pancetta arrotolata, olio extravergine d’oliva e basilico; la Seppia, con impasto al nero di seppia, fiordilatte, rucola, carpaccio di seppia, buccia di limone grattugiata, gamberetti sgusciati, olio extravergine d’oliva e basilico, e infine la Fresca Fresca, con impasto al sesamo, fonduta di pecorino Dop, fiordilatte, magia di limoni, noci di Sorrento, maggiorana ed olio extravergine d’oliva.
  7. concettina ai tre santiConcettina ai Tre Santi (via Arena della Sanità, 7 bis – Napoli): la novità lanciata da Ciro Oliva per quest’estate è la Pizza Scarpone (in foto), che prende il nome dal piatto tipico partenopeo melanzane a scarpone. La pizza è condita con pomodoro San Marzano sulla base, a cui si aggiungono le melanzane cotte al forno con olive nere e capperi, provola affumicata, chips di melanzane fritte, parmigiano reggiano stagionato 48 mesi e basilico. La caratteristica di questa pizza è la forma allungata della melanzana.
  8. pizzeria genovesiPizzeria Genovesi (via Alessandro Manzoni, 26 – Napoli): anche Gaetano Genovesi rinnova il menu con la pizza Fiore di Zucca, con ricotta, provola e fiori di zucca, la Profumata, con mozzarella di bufala, pomodori datterini tritati, rucola e formaggio. Troviamo ancora la pizza Gaetano, una pizza a base focaccia farcita con pomodori datterini crudi, bocconcini di bufala, rucola e scaglie di parmigiano reggiano, la Caprese al Pesto, con fiordilatte, pesto di basilico e pomodori datterini, e infine la Verace, la più semplice, con datterini e mozzarella di bufala, in pratica una margherita in versione estiva.

I commenti degli utenti