6 locali dove mangiare pugliese a Milano

17 giugno 2016

Trovare un milanese a Milano non è semplice come si potrebbe credere. Con la sua fama di centro economico e della moda, da oltre un secolo il capoluogo lombardo è un polo irresistibile per l’immigrazione interna: alcuni addirittura affermano che ogni famiglia di milano abbia un ramo pugliese c’è chi arriva per studiare e chi per lavorare, chi vorrebbe tornarsene al paesello il prima possibile e chi finisce per innamorarsi dei palazzi liberty e della metropolitana e decide di rimanere. Ogni regione d’Italia ha la sua rappresentanza sotto la Madonnina: ma alcune, come quella pugliese, si fanno notare di più. Alcuni addirittura affermano che ogni famiglia di Milano abbia un ramo pugliese, che sia di prima, seconda o terza generazione. Sicuramente, il gene dei panzerotti e delle orecchiette deve aver attecchito a dovere: trovare un locale dove mangiare pugliese a Milano non è affatto difficile, ecco 6 indirizzi utili.

  1. luiniParlando di panzerotti, non citare Luini (via Santa Radegonda, 16) sarebbe impossibile. La storica bottega a due passi dal Duomo è aperta dal 1888, e serve le tanto apprezzate specialità fritte dal 1949. Il panzerotto classico prevede mozzarella e pomodoro o mozzarella e prosciutto; ma da Luini può capitare di trovare anche ripieni di speck o di pesto alla genovese, in un vero e proprio melting pot culinario.
  2. breriI panzerotti pugliesi si servono però da un paio d’anni anche da Breri (via Pontaccio, 5), bistrot che affianca alle rape e al provolone anche le focacce e la tiella alla barese.
  3. leccentrico 2Se non amate il fritto ma non volete rinunciare al cibo di strada pugliese, Leccentrico (via Festa del Perdono, 14) potrebbe essere la soluzione. Davanti all’università statale si servono da pochi mesi ma con successo le specialità del Salento, dalla puccia cotta su pietra al pasticciotto, fino all’aperitivo con pomodori secchi e burratina.
  4. sapori di casaPer una pausa pranzo informale ma nel segno della tradizione, il posto giusto è invece la Trattoria Pugliese Sapori di Casa (via Panfilo Castaldi, 33). A un osservatore distratto, il suo lungo bancone potrebbe sembrare quello di una semplice gastronomia; ma sul lato opposto si allineano una serie di tavolini, a cui sedersi all’ora di pranzo per ordinare piatti del giorno come la pasta con le patate, le orecchiette con cime di rapa e mentuccia e gli spaghetti con i moscardini, vera specialità della casa. I formaggi e la pizza con le verdure, le cartellate e la torta con la ricotta e cioccolato esposti al bancone rappresentano gli accompagnamenti perfetti.
  5. trulli loveDecisamente più moderno Trulli Love (via dei Bossi, 2), che ha preso spunto dalla cucina pugliese per creare un locale degno di un designer lombardo. Lampade globulari, cucina a vista e una disposizione su due piani; ma soprattutto i rari capunti di grano arso, i bocconcini di capocollo, il pan condito con burratina e le fave con cicoria dell’alta Murgia, il tutto disposto nei piatti secondo le più eleganti tendenze contemporanee.
  6. pier 52Pier 52 (via Piero della Francesca, 52) deve invece la sua eleganza alla classicità, esemplificata dalle lunghe (e ormai rare) tovaglie bianche e dal dehors protetto da siepi discrete. Qui la cucina pugliese subisce qualche contaminazione: se i ricci di mare si accompagnano con il pescato del giorno o il fritto di paranza, può anche capitare di scegliere una fregola del pescatore, più mediterranea che pugliese. Qualunque sia la scelta del piatto forte, non dimenticate di ordinare come antipasto l’insolito e riuscito abbinamento di polpo scottato e stracciatella di bufala.

I commenti degli utenti