Con il cuore nel piatto: a Roma la beneficenza è anche buona

22 giugno 2016

Ci sono chef che nei loro piatti mettono tutta l’anima e altri che ci mettono il cuore di nome e di fatto, e non ci riferiamo alle frattaglie. Si chiama infatti Con il Cuore nel Piatto – per gli amici CCNP – cuochi e ristoratori del lazio si organizzano per raccogliere fondi e sostenere progetti di beneficenza la manifestazione culinaria di solidarietà che già dal 2014 alcuni cuochi e ristoratori del Lazio organizzano per raccogliere fondi per sostenere progetti di beneficenza diversi ma sempre molto concreti. All’origine del progetto un gruppo di amici e colleghi: Laura Marciani e Sergio Bruschetti del Ristorante degli Angeli, la bella struttura di Magliano Sabina che ospita abitualmente l’evento; Davide Del Duca e Manuela Mengoni di Osteria Fernanda; Marco Claroni e Gerarda Fine dell’Osteria dell’Orologio di Fiumicino; Roberto Campitelli dell’Osteria di Monteverde e Michele Papagno, consulente del pastificio Rustichella d’Abruzzo, che oggi formano il consiglio direttivo della omonima associazione a cui si è unito anche il personal chef Bruno Settimi. Sono stati, in particolare, Laura e Michele a pensare di legare buona cucina e buone cause, e a proporre la cosa a quei colleghi nei cui piatti percepissero, oltre all’abilità tecnica, anche tanto cuore.

con il cuore nel piatto 2

Negli anni il progetto si è strutturato e, benché del tutto autogestito da chi nella vita fa ben altro, è cresciuto coinvolgendo sempre più addetti al settore. Partecipano quindi non solo chef ma anche pizzaioli, gelatieri, pasticceri e altro, che danno il loro contributo fattivo all’evento, e aziende e artigiani come sponsor, senza contare i tanti appassionati ed esperti di enogastronomia che partecipano ogni anno come pubblico dando vita a un efficace passaparola. Restano fermi, però, i principi di base: quello di divertirsi e mangiare bene in un clima conviviale, senza protagonismi, e soprattutto quello di portare un aiuto concreto e in maniera più diretta possibile dove serve davvero. Così, se lo scorso anno il ricavato della serata era servito per l’acquisto di un macchinario per il Reparto Infantile dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, per il 2016 CCNP avvia la collaborazione con la Caritas e il Comune di Roma per dare vita a una raccolta fondi destinata alla creazione di una struttura – già individuata ma da ristrutturare, in via Venafro 30 a Roma – dove ragazzi provenienti da diverse case famiglia della città potranno seguire gratuitamente corsi di alta formazione professionale in ambito enogastronomico – cucina, pizzeria, pasticceria, gelateria, maître e sommelier – per dar loro concrete possibilità di inserimento professionale. A insegnargli il mestiere saranno proprio chef e professionisti romani che hanno aderito al progetto e che metteranno gratuitamente a disposizione la loro esperienza.

L’anteprima a Roma

vinòforum 2

L’intero ricavato della serata – 5 euro ad assaggio con un biglietto di partecipazione minimo di 20 euro acquistabile solo in loco, ma indicando in anticipo la propria partecipazione alla serata sull’evento Facebook si può vincere una cena per due in uno dei ristoranti promotori – andrà appunto a coprire le spese necessarie per rendere funzionale la struttura. Non è questa l’unica novità della terza edizione dell’iniziativa, che per il 2016 si sdoppia in due: in attesa del consueto appuntamento a Magliano Sabina, infatti, il 1 luglio Con il cuore nel piatto 2016 arriva a Roma, negli spazi di Vinòforum messi a disposizione dall’organizzazione della kermesse estiva romana. Una sede ideale per godersi una serata estiva a base di buon cibo e buon vino – tra i partner, oltre a nomi come Otaleg, Valrhona e Romeo C&B ci sono anche Les Caves de Pyrene, Remigio, Tiziana Gallo e Trimani tanto per citarne alcuni – con i piatti preparati da 34 tra chef, pizzaioli e pasticceri di Roma e non solo.

Gianfranco Pascucci

Oltre ai promotori dell’iniziativa, infatti, sono in molti ad aver confermato la propria presenza anche quest’anno o ad aver aderito per la prima volta. Ci saranno chef di locali stellati –  ci saranno chef locali stellati, bravissimi pizzaioli e pasticcieri esperti Francesco Apreda, Lele Usai, Gianfranco Pascucci e pure Vitantonio Lombardo da Caggiano – e i protagonisti delle novità più interessanti della Capitale – Alessandro Miocchi di Retrobottega, Fabrizio Sepe de Le Tre Zucche, Mirko di Mattia di Livello 1 e Andrea Dolciotti da poco al Pigneto 1870 – bravissimi pizzaioli come Emiliano e Andrea Di Lelio di Sancho, Giancarlo Casa de la Gatta Mangiona (con i supplì) e Pier Daniele Seu di Gazometro 38. Al lato dolce ci penseranno Andrea De Bellis con i suoi dessert monoporzione, Alessandro Cannata e Francesca Fucci del Moma che prepareranno la Cheesecake con carote al sesamo e yuzu e a Marco Martini – che ha lasciato da poco Stazione di Posta per approdare a The Corner – che proporrà la sua Zuppa inglese.

fooders

Ancora qualche anticipazione: Mauro Secondi con il suo Raviolo al limone in 3 declinazioni; Noda Kotaro del Bistrot64 con lo Spaghetto di patate burro e alici; Ornella De Felice di Coromandel con i Tortelli con Parmigiano 30 mesi, burro francese e mosto cotto; Riccardo Loreni di Cuoco&Camicia con i Fagottelli al burro di Normandia, tartufo, brumble di parmigiano e verdure di stagione; Francesca Barreca e Marco Baccanelli di Mazzo con Pane, baccalà, chutney di datterini e maionese all’olio d’oliva; Andrea Palmieri di Bucavino con le Sarde alla beccafico al profumo di zenzero e salsa teriaky; Arcangelo Dandini con il suo Viaggio a Rocca Priora. Per conoscere il resto, e soprattutto per assaggiarlo, l’appuntamento è a partire dalle 18.30 del 1 luglio a Vinòforum (ingresso in viale del Ministero degli Affari Esteri).

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti