Pomodori: 7 modi di cucinarli per l’estate

7 luglio 2016

Approdato in Europa con la scoperta dell’America, il pomodoro è un alimento che con il suo colore si presta a tinteggiare armoniosamente le tavole della nostra cucina, soprattutto nella calda stagione, spesso accompagnato da aromi intensi e profumati come basilico, origano, rucola. Una pianta erbacea dal  frutto tondo, allungato, morbido, gentile e colorato, disponibile sul mercato in diverse varietà: cuore di bue (detto anche Gigante), a grappolo, ciliegino, datterino, Roma, San Marzano e altre ancora. Ricco di vitamine e sali minerali, dal gusto dolce e intenso, il pomodoro è in grado di regalare piatti semplici ma ricchi di sapore: qui di seguito trovate 7 modi di cucinare i pomodori per l’estate.

  1. zuppa-di-pomodoro freddaZuppa di pomodoro fredda: piatto freddo ideale nella stagione estiva, si prepara preferibilmente con i San Marzano, una qualità da serbo, ideale per la preparazione di conserve. In breve tempo e con facili accorgimenti, dopo aver lessato e pelato i pomodori accuratamente, darete forma a un’eccezionale zuppa di pomodoro con carote e cipolla da servire con croccanti crostini accompagnati da parmigiano e basilico.
  2. pappa al pomodoroPappa al pomodoro: direttamente dalla Toscana, un piatto umile, di tradizione contadina, composto da pomodori e pane raffermo, senza sale. Il San Marzano, maturo e polposo, è perfetto per questo piatto. Semplicissimo il procedimento: dopo aver mondato e soffritto le verdure, stendete le fette di pane in padella aggiungendo il il concentrato di pomodoro, il basilico tritato, sale e pepe e lasciare cuocere. Il risultato? Semplice ed eccellente.
  3. pomodori-ripieni-di-tonno-980x400Pomodori ripieni di tonno: infinite sono le varianti con cui farcire un pomodoro. Tra le molte consigliamo il ripieno al tonno: un cremoso trito di tonno, capperi e maionese diventa ancor più allettante da gustare se racchiuso in un pomodoro maturo di gran consistenza, come il pachino o il datterino.
  4. Pomodori col risoPomodori ripieni di riso: identificato (come già in passato) come ottimo strumento di seduzione, il colore  del pomodoro richiama amore e passione. Se volete sedurre qualcuno, non vi resta che preparargli questo piatto. Veniamo al procedimento: togliete con cura la calotta del pomodoro e rimuovete la polpa al suo interno; nel frattempo preparate il ripieno con riso, basilico tritato, olio, sale e la stessa polpa. Infornate il tutto accompagnato da patate per circa 45 minuti.
  5. pomodori-ripieni-980x400Pomodori ripieni al formaggio: freschi e gustosi, un ottimo finger food estivo realizzato con caprino aromatizzato all’erba cipollina. Molte le varianti, tra cui anche la versione con fiocchi di latte, pepe e timo. La scelta in questo caso ricade sul pomodoro pachino o, per esaltarne la dolcezza, il datterino.
  6. ketchup still lifeKetchup fatto in casa: una salsa veloce e semplice da realizzare in casa che accompagna gustosissimi piatti di carne e non solo. Di origine malese, rivisitata in seguito dagli americani, risulta essere un miscuglio di ingredienti diversi il cui accostamento regala note agrodolci: l’acidità del pomodoro e dell’aceto si contrappongono alla dolcezza della cannella e dello zucchero di canna, mentre il piccante della senape, dello zenzero e dell’aglio, si stempera armoniosamente col gusto erbaceo del sedano, della cipolla e della carota.
  7. marmellata-di-pomodori-verdi-980x400Marmellata di pomodori verdi: una ricetta insolita il cui protagonista è il pomodoro verde. Questo ortaggio è noto per essere ricco di solanina, un agente anti-invecchiamento: un’assunzione eccessiva potrebbe essere nociva per il fisico, per cui se ne consiglia un uso moderato. Il procedimento è molto semplice: tagliate i pomodori a tocchetti (300 g) e lasciateli macerare per tutta la notte con il succo di limone (succo di 3 limoni e la buccia di 1), lo zucchero (150 g) e l’estratto di vaniglia (2 cucchiai); l’indomani frullate il tutto e cuocete nel wok fino a bollore, scoperchiate e continuate a cuocere mescolando affinché lo zucchero si caramelli. Pastorizzate e riempite i vostri vasetti.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti