Le Strade della Mozzarella arrivano a Roma

29 luglio 2016

LSDM, il congresso di cucina d’autore di cui Agrodolce è media partner, giungerà a Roma nel mese di ottobre dopo aver fatto tappa a New York, Milano e Paestum. Il punto di partenza è la materia prima, la mozzarella: c’è chi la cucina, chi la abbina, chi la trasforma dandole consistenze differenti dal suo status iniziale. Atti di estremizzazione che spesso hanno l’effetto di attirare maggiormente il pubblico. La materia, dunque, intesa come base di ogni cosa e cucina di materia come espressione massima del prodotto assoluto, non stravolto, armato semplicemente e assolutamente della sua essenza più pura e priva di fronzoli. Questa sarà la materia protagonista della tappa romana di LSDM che si terrà il 10 e 11 ottobre 2016.

Valeria Piccini

Valeria Piccini

Ad aprire le danze, moderato da Enzo Vizzari, il cuciniere Salvatore Tassa del ristorante Colline Ciociare (Acuto), per cui la rivoluzione gastronomica risiede nella cucina vegetale, che ribalta le gerarchie. Prosegue, moderato da Eleonora Cozzella, lo chef pescatore e cacciatore Luciano Zazzeri de La Pineta (Marina di Bibbona) con la sua cucina espressa, digeribile e precisa. A moderare la chef Valeria Piccini (Da Caino – Montemerano) sarà invece la nostra Lorenza Fumelli: la vulcanica e dolce chef della Maremma è ereditiera di una cultura del gusto che ha saputo rinnovare nel rispetto assoluto delle materie prime creando piatti succulenti, dagli aromi contrastanti e decisi.

Peppe guida

peppe guida

Lorenzo Sandano parlerà con lo chef Peppe Guida dell’Antica Osteria Nonna Rosa (Vico Equense) che affonda le sue radici nella cucina della nonna, esperta in conserve, sciroppi e liquori e principale responsabile della cucina dello chef, fatta di elementi genuini e di sapori come quelli di una volta. Non servono molte presentazioni per Cristina Bowerman del Glass di Roma, moderata da Luciano Pignataro. L’11 ottobre è la volta di Errico Recanati del ristorante Andreina (Loreto), moderato da Paolo Marchi. Per il giovane chef, cresciuto tra fuochi e pentole, la cucina non è mai stata una novità ma è diventata nel corso del tempo esigenza di sperimentazione e ricerca del sapore semplice, capace di andare dritto al cuore degli ingredienti.

gaetano-e-pasquale-torrente-640x480

gaetano e pasquale torrente

A seguire Alfonso Pepe a capo della Pasticceria Pepe (Sant’Egidio del Monte Albino), moderato da Sara Bonamini; Luigi Cremona modera invece gli stellati Marcello e Mattia Spadone de La Bandiera (Civitella Casanova) che nel loro ristorante portano in tavola solo pietanze confezionate con prodotti reperiti da piccoli produttori e allevatori, erbe spontanee e il famoso pasticcio di fegatino con 25 ingredienti diversi. Chiudono il cerchio i sapori atavici di Michelina Fischetti di Oasis Sapori Antichi (Vallesaccarda), moderata da Guido Barendson e i visionari e vagabondi Pasquale e Gaetano Torrente de Al Convento (Cetara), moderati da Massimiliano Tonelli.

I commenti degli utenti