Alimenti antiossidanti: quali sono?

7 agosto 2016

Si sente spesso parlare di alimenti antiossidanti, ma di cosa si tratta realmente? Sono sostanze, presenti in numerosi alimenti, che aiutano l’organismo a contrastare i radicali liberi al fine di prevenire l’invecchiamento e mantenere i tessuti sani. I radicali liberi sono frammenti di molecole molto instabili che si formano nell’organismo sia per normali processi fisiologici, nei quali sono spesso utili, sia a causa di fattori esterni chimici o fisici come alimentazione sbagliata, radiazioni, eccessiva esposizione al sole, inquinamento, fumo di sigaretta, farmaci o alcol. Gli alimenti antiossidanti aiutano il corpo a combattere i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento precoce e di malattie come problemi cardivascolari e infiammazioni I radicali sono molto instabili e, cercando stabilità, si combinano rapidamente creando a loro volta nuovi radicali liberi, con reazioni a catena che finiscono per danneggiare in modo irreparabile le cellule. Nello specifico sono colpiti prima i grassi della membrana cellulare, poi gli aminoacidi e lo stesso DNA. Perciò si ritiene che siano coinvolti nell’invecchiamento precoce, nella progressiva degenerazione del corpo e in molte malattie cardiovascolari, infiammazioni, demenza, Parkinson e tumori. I principali antiossidanti alimentari sono di origine vegetale e appartengono a 4 classi: vitamina Cvitamina E, carotenoidi e polifenoli. Pertanto, per evitare un eccesso di radicali liberi, è bene conoscere e introdurre con regolarità nella dieta gli alimenti che contengono una maggiore quantità di antiossidanti, che ci permettono quindi di combattere i radicali liberi e contrastare l’invecchiamento, migliorare la circolazione, salvaguardare il cuore e proteggere la vista.

  1. AgrodolceKiwi: Il kiwi è uno dei frutti più ricchi di antiossidanti. Contiene alte quantità di vitamina C e molti polifenoli, che sono in grado di proteggere dall’invecchiamento e dalle malattie degenerative, tra le quali troviamo il Parkinson e l’Alzheimer. In realtà la qualità “gold” è quella che contiene un tasso maggiore di polifenoli. Fatene quindi scorta soprattutto nel periodo migliore: da novembre a giugno.
  2. shutterstock_270269690Tè verde: il tè verde è un concentrato naturale di antiossidanti, in particolare polifenoli, bioflavonoidi e tannini. Un terzo del peso delle foglie è rappresentato da una classe di antiossidanti, chiamati anche catechine. La catechina più importante è l’EGCG o pigallocatechina 3-gallato, che possiede un potenziale antitumorale elevato. Il tè verde può essere gustato sia in inverno che in estate, caldo o freddo. L’importante è rispettare i giusti tempi di infusione poiché un infusione di 5 minuti porta ad estrarre solo il 20% delle catechine che potrebbero invece essere presenti con un’infusione di 8-10 minuti.
  3. shutterstock_152360780Melograno: nel melograno troviamo i flavonoidi, che hanno proprietà antiinfiammatorie, gastroprotettive e proteggono il cuore e le arterie. Inoltre nel melograno è presente l’acido ellagico, che ci aiuta a contrastare i radicali liberi.
  4. shutterstock_244946821Mirtilli e frutti rossi: i mirtilli vantano delle ottime proprietà antiossidanti e sono ricchi di sostanze benefiche per l’organismo: contengono, infatti, flavoinoidi che aiutano nella prevenzione dei tumori e delle malattie cardiovascolari, metaboliche e degenerative. Si consiglia di gustarli soprattutto a fine estate quando si possono cogliere i mirtilli selvatici che hanno maggior quantità di antiossidanti. Anche i frutti di bosco e i frutti rossi in generale (comprese fragole e ciliegie) sono ricchi di antiossidanti.
  5. CaroteCarote: la presenza di vitamina C e di beta-carotene rende le carote particolarmente ricche di antiossidanti. Va però ricordato che la vitamina C è molto deperibile, per questo è bene mangiare gli alimenti che la contengono crudi ed entro breve tempo.
  6. shutterstock_367278236Pomodori: i pomodori sono una fonte di licopene, un potente antiossidante. Proprio grazie al licopene, sono ritenuti un alimento benefico per proteggere il nostro organismo dall’ictus. La cottura dei pomodori aumenta la biodisponibilità del licopene e per questo la salsa di pomodoro è una fonte migliore di licopene rispetto al pomodoro crudo.
  7. AgrodolceCacao e cioccolato: il cacao contiene polifenoli ed in particolare quelli più abbondanti sono le catechine e le proantocianidine. Anche il cioccolato, se fondente almeno al 70%, mantiene le proprietà del cacao. Pertanto occhio all’etichetta: il cioccolato migliore è quello con il più elevato contenuto di cacao e con la minore presenza di zuccheri raffinati.
  8. shutterstock_193533122Olio extra-vergine di oliva: è ricco di vitamina E e acidi grassi monoinsaturi in grado di svolgere un’azione antiossidante, proteggere il sistema cardiovascolare e ritardare l’invecchiamento cellulare.

I commenti degli utenti