Il radicchio in 5 ricette da provare

1 settembre 2016

Una pregiata cicoria autunnale, di origine veneta, dal colore rosso amaranto tendente  al violaceo, il radicchio si presenta sul mercato con diverse varietà: quelle precoci, disponibili in autunno e quelle tardive, esistono varietà precoci, disponibili già in autunno, e varietà tardive, più resistenti al freddo più resistenti al freddo, pronte quindi da gustare in inverno. In base al ciclo di coltura e quindi in base al colore possiamo distinguere quest’ortaggio in Radicchio rosso (celebre quello rosso a palla di Chioggia, simile a quelli di Verona e di Gorizia oppure il famoso radicchio rosso di Treviso Igp, imbiancato, di specie tardiva) contraddistinto dal cespo lungo e affusolato, oppure in Radicchio variegato: frastagliata come un fiore, non a caso questa qualità è caratterizzata da un cespo arricciato, il cui colore varia dal verde al rosso intenso venato di bianco (tra i più comuni il radicchio rosa del Veneto, lo screziato di Lusia, il variegato di Chioggia e il variegato di Castelfranco). Ricco di fibre, vitamine e sali minerali, il radicchio è un ottimo alleato per l’apparato digerente ed è spesso consigliato per chi soffre di diabete e colesterolo. Compatto e uniformemente raccolto, dalle foglie tenere ma croccanti, è un ortaggio il cui gusto amarognolo e piccante è in grado di aromatizzare insalate e insaporire primi o secondi piatti. Ecco 5 ricette a base di radicchio da provare questo autunno.

  1. Risotto al radicchioRisotto al radicchio: si utilizza il radicchio rosso a foglia lunga, meglio se radicchio trevigiano, elegante, dal colore rosa sfumato, di cremosità intensa grazie al formaggio (gorgonzola) tinto e aromatizzato dalle note amarognole del radicchio e dello speck. Semplice e veloce la preparazione per creare un vero piatto di gusto: fate dorare in padella il burro, un trito di cipolla, dello speck tagliato a listarelle e successivamente versate il riso (Arborio) e il radicchio. Fate tostare ed evaporare con del vino bianco. In ultimo quasi a fine cottura mantecate il risotto con burro e gorgonzola: per un sapore più delicato potete utilizzare in alternativa della scamorza. È uno dei piatti veneti per eccellenza e gli esperti di vino consigliano di accompagnarlo con un profumato calice di Valpolicella Superiore ideale per smussare il sapore deciso del piatto.
  2. passatelli-6Passatelli asciutti con salsiccia e radicchio: ecco un altro piatto tipico, questa volta della cucina romagnola, di origini povere e contadine, una pasta asciutta ottima come alternativa ai passatelli in brodo, fatto di pane raffermo, uova, parmigiano e noce moscata. Basta far rosolare un trito di cipolla con burro, salsiccia sbriciolata e radicchio per poi unirli (una volta cotti a parte) ai passatelli.
  3. straccetti di vitello al radicchio2Straccetti di vitello con radicchio e melagrana: oggi vi proponiamo un piatto semplice, di effetto, velocissimo da preparare a casa, un ottimo secondo piatto da proporre e gustare in piacevoli serate con amici. Basta avere a disposizione del vitello, delle noci, della pancetta, due melograni e del radicchio rosso: un piatto delicato e saporito dove il gusto amarognolo della verdura è gentilmente ammorbidito dalla sapidità degli straccetti di vitello (profumati dal soffritto di pancetta ) e addolcito dal succo di melograno, ricco di vitamina C. Completerà il piatto la croccantezza delle noci unita ai chicchi di melograno.
  4. galleria fagioli - tortini canellini-980x400Tortini di cannellini e radicchio: dall’alto apporto nutritivo, questa pietanza è una valida alternativa a una porzione di carne. I protagonisti del piatto sono il radicchio rosso Spadone e i fagioli cannellini, di origine toscana, che possono essere comunque sostituiti con fagioli borlotti o ceci.
  5. arrosto ripieno (7)Arrosto ripieno con fontina e radicchio: un secondo piatto saporito, importante, di classe. Laboriosa la sua preparazione che però assicura ottimi  risultati: si consiglia di utilizzare un pezzo compatto di fesa di vitello scelta dal vostro macellaio di fiducia, della fontina Dop e del radicchio rosso dalla foglia fresca e compatta. Dopo aver farcito la carne con il mix di ingredienti indicati nella nostra ricetta, cuocete sul fuoco e poi infornate per altri 10 minuti per rendere ancor più tenera e omogenea la cottura della carne. Ideale il connubio tra fontina, il cui gusto deciso e consistente smussa l’aroma amarognolo e quasi piccante del radicchio. Si consiglia di servire con patate o purè.

I commenti degli utenti