Terra Madre Salone del Gusto: le cene

6 settembre 2016

Cinque giorni, più di 500 eventi: Terra Madre Salone del Gusto 2016, a Torino dal 22 al 26 settembre si preannuncia davvero molto intenso ed emozionante. Tra tutti gli appuntamenti in programma, tra i più interessanti e stimolanti ci sono sicuramente le cene, appuntamenti per viaggiare in un mondo unico di profumi, ingredienti, storie. Eccole in dettaglio.

  1. BaronettoSi inizia con una bella iniziativa per i più giovani intenditori. Il famoso ristorante Del Cambio propone per il 20 settembre alle 20.30 un’anteprima del Salone del Gusto dedicata agli under 35 con un percorso di 7 portate curato dallo chef Matteo Baronetto. Il costo della serata è di € 75.
  2. Si prosegue il 22 settembre alle 20. Alla Casa del Quartiere di San Salvario i cuochi della rete di Terra Madre, capitanati dallo chef Xavier Hamon, vi porteranno tra i sapori e profumi della cucina bretone, utilizzando materie prime di piccoli produttori locali come formaggi, ostriche naturali o le vongole rosa di Glénans aux Algues. Il costo della cena è di € 30.cene-tram-torinoSi inizia giovedì 22 settembre alle 20.30 alla fermata del tram storico di piazza Castello, di fronte al teatro regio a Torino. Salirete su una delle antiche vetture e verrete trasportati tra le vie della città e tra i piatti dello chef Maurizio Dellapiana dell’Osteria dell’Arco di Alba (Cn). Si inizia con il Coniglio grigio di Carmagnola e giardiniera e con la terrina di pomodoro con salsa verde. Si prosegue con un piatto simbolo del Piemonte: Agnolotti del plin al sugo d’arrosto. Come secondo piatto lo chef proporrà la Guancia di vitello di razza piemontese all’Alta Langa; per finire gianduia di nocciole Igp Piemonte: 5 piatti e 2 presidi Slow Food ovvero il coniglio di Carmagnola e il vitello di razza piemontese. Un modo per scoprire il Piemonte attraverso le sue ricette e i suoi prodotti. La cena costa € 55 per persona in tavoli da tre o più persone, € 65 per tavoli da due. I prezzi comprendono il vino. Le cene sul tram si possono prenotare già da ora sul sito della manifestazione.
  3. xavier pelliccerIn contemporanea, sempre il 22 settembre, vi aspetta un evento unico, con un interprete e una cena davvero curioso. Stiamo parlando dello chef Xavier Pellicer che da poco ha aperto a Barcellona Céleri. Nel suo nuovo ristorante ribalta il rapporto tra animali e vegetali. Questi ultimi diventano protagonisti del piatto e non più accompagnamento, particolarità che lo chef riproporrà a Torino. Il tutto accompagnato da etichette italiane e francesi. Appuntamento da Eataly Torino Lingotto. L’evento costa € 80 (€ 70 per i soci Slow Food).
  4. Andiamo avanti con altre cene del 22 settembre che si prospetta quindi una ricca serata. Sempre alla 20.30 nelle spazio La fabbrica delle E di Torino si sfidano le cucine di mare e di montagna di due osterie premiate con la chiocciola dalla guida Osterie d’Italia. Stiamo parlando de La Campanara di Galeata (Fc) e dell’Osteria Dentro le Mura di Termoli, che, insieme agli apprendisti cuochi della Scuola di Cucina di Pollenzo, hanno elaborato un menu d’eccezione, in grado di interpretare i due territori d’origine, la costa romagnola e i monti molisani. La cena costa € 50 euro (€ 40 per i soci Slow Food).
  5. Passiamo al 23 settembre. La Casa Circondariale Lorusso e Cutugno alle 20.30 ospita l’anteprima del ristorante che proprio qui aprirà i battenti il 21 ottobre. Il locale si chiamerà Liberamensa, sarà aperto venerdì e sabato e vedrà lavorare in sala e in cucina ex detenuti. Non solo. Altra particolarità è che si useranno ingredienti prodotti nei luoghi di detenzione. Il Salone del Gusto sarà l’occasione per un’inaugurazione simbolica di questo progetto e vedrà la partecipazione dello chef Salvatore Toscano che porterà questa sera i piatti della sua terra, la Toscana.
  6. VittoriofusariIn contemporanea, sempre il 23 settembreall’agenzia di Pollenzo (Cn) potrete lasciarvi emozionare dai sapori dello chef Vittorio Fusari e dai suoi allievi dell’Università di Scienze Gastronomiche. Fusari, insieme ad altri chef, ha progettato proprio qui la Scuola di Cucina di Pollenzo. La cena costa € 60 (€ 50 per i soci Slow Food).
  7. Il 23 settembre alle 20 nel quartiere di San Salvario che per il Salone ha organizzato un interessante programma di iniziative tra cui il Festival internazionale della cucina mediterranea alla Casa del Quartiere (via Oddino Morgari, 14). All’interno del Festival non perdetevi una cena molto speciale, un assaggio di Mediterraneo tra fichi, miele, orzo, frumento, melograni, vini e olivi, i prodotti protagonisti dell’edizione 2016 dell’iniziativa. Non è necessario prenotare.
  8. chef-pierpaolo-livorno-unisg-1024x754Nella stessa serata di venerdì 23 settembre, quasi in contemporanea, ci sarà un nuovo incontro sul tram storico di Torino. Questa volta la cena non sarà incentrata solo sul Piemonte ma spazierà lungo tutta la Penisola. Questa volta saremo nelle mani di Pierpaolo Livorno, chef dell’Agenzia di Pollenzo di Bra (Cn) ma la formula sarà la stessa: due antipasti (alici di menaica fritte in carpione e peperone corno bue di Carmagnola ripieno di paté di tonno), un primo (riso di Grumolo delle Abbadesse, rose, capperi di Salina e frutti rossi), un secondo (agnello sambucano) e un dolce (dal titolo Come un tiramisù). I presidi Slow Food che faranno da ingredienti d’eccezione ai piatti sono ben 5 e raccolgono eccellenze da Nord (peperone di Carmagnola, agnello sambucano, riso di Grumolo delle Abbadesse) a Sud (alici di menaica, capperi di Salina). Prezzi sempre da € 55 a 65, vino compreso.
  9. Le cene di Terra Madre Salone del Gusto 2016 proseguono dal 24 settembre al Festival internazionale della cucina mediterranea di San Salvario. Dalle 19.30 alla Casa del Quartiere potremo avere un assaggio delle specialità del Burkina Faso. Il tutto sarà accompagnato dalla musica dei Fanfara Station, un musicista tunisino e uno statunitense che contribuiranno a portare un’atmosfera esotica nel cuore di Torino.
  10. pizza napoletanaNella stessa serata, sabato 24, nel ristorante Nuove Salette (via Goito, 7) si potranno degustare diverse interpretazioni della pizza, una ricetta riprodotta in tutto il mondo con diverse sfumature. In questo caso ci si concentrerà sulle varianti mediterranee, da Capo Verde alla Giordania.
  11. Di respiro internazionale anche la cena del 25 settembre da Eataly Torino Lingotto con Sergey e Ivan Berezutskiy, due giovani gemelli russi che nel loro ristorante di Mosca, il Twins (giustamente), propongono interpretazioni moderne di ricette super tradizionali della Grande Madre Russia. Altro aspetto interessante è il continuo gioco di dualità, tra differenze e somiglianze, presente in ogni piatto. Una coppia tutta da scoprire.
  12. La cena del 25 settembre alla Casa del Quartiere è invece dedicata alla cucina marocchina e a uno dei suoi piatti più famosi, il cous cous.
  13. Stessa data, 25 settembre,  per un appuntamento che ci riporta in Italia. All’Eataly Torino Lingotto alle 20.30 si confronteranno cinque ex sous-chef, cinque secondi di ristoranti famosi, che oggi proseguono con successo la loro carriera. Stiamo parlando di Federico Zanasi del Principe delle Nevi di Cervinia, di Pierpaolo Livorno dell’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo, di Marcello Rapisardi di Pasticceria & Dessert di Milano, di Marco Visciola del Marin da Eataly Genova e di Yoji Tokuyoshi del ristorante Tokuyoshi di Milano. Il costo della serata è di € 80 (€ 70 per i soci Slow Food).
  14. EnòGli appuntamenti culinari serali di questa edizione di Terra Madre Salone del Gusto si avviano alla conclusione il 26 settembre alle 20.30 con una degustazione-aperitivo di ispirazione mediterranea all’emporio enogastronomico Enò (via Bernardino Galliari, 12/l).
  15. Sempre il 26 settembre, in contemporanea, presso Eataly Torino Lingotto (via Nizza, 230), 5 chef stellati prepareranno una cena sopra le righe, al termine della quale i partecipanti dovranno indovinare età, sesso e provenienza di chi ha cucinato i diversi piatti. I nomi degli chef rimarranno segreti: fa tutto parte del gioco.
  16. Pino CuttaiaStessa data, stessa ora. All’Agenzia di Pollenzo, si conclude questa carrellata di appuntamenti del Salone del Gusto 2016, con una cena a più mani. Gli chef Pino Cuttaia del ristorante La Madia di Licata (Ag) e Pierpaolo Livorno del Garden dell’albergo dell’Agenzia di Pollenzo (Cn), insieme ai loro allievi della Scuola di Cucina di Pollenzo rivisiteranno per voi le tradizioni culinarie siciliane, tra spezie e presidi Slow Food. La cena costa € 80 (€ 70 per i soci Slow Food).

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti