Alfatossina: allarme rientrato per il latte

7 settembre 2016

Circa trentamila litri di latte contaminato da tossine, destinati al commercio sono stati sequestrati grazie ai rigidi controlli della Cooperativa 3A di Arborea (Oristano). In commercio per fortuna, il latte non è mai arrivato e grazie ai controlli l’allarme si è ridimensionato: dei 49 allevamenti coinvolti, il latte contaminato da aflatossina è stato riscontrato solamente in 7 di essi. Circa trentamila litri di latte contaminato da tossine, destinati al commercio sono stati sequestrati grazie a rigidi controlli.Francesco Casula, direttore della Cooperativa 3A Arborea, che ha dato la notizia, ha tenuto a precisare che nemmeno una piccola quantità del latte incriminato è stato utilizzato e che lo stesso è stato smaltito dalle aziende. Per i consumatori, quindi, nessun pericolo. La Asl di Oristano ha aperto un’indagine per cercare di capire da dove possano essere giunte le contaminazioni. Una delle ipotesi sembra riguardare l’utilizzo delle farine di mais che vengono utilizzate per alimentare il bestiame che provengono dall’estero. Al momento però nessuna certezza: occorrerà attendere i risultati condotti dagli istituti zooprofilattici ed eventualmente accertarsi se la tossina possa essersi sviluppata a causa di una cattiva conservazione delle farine.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti