Roma: finisce l’estate, ma torna Fermentazioni

8 settembre 2016

Una delle cose positive che si porta dietro la fine dell’estate è l’inizio di una grande stagione di festival birrari. Nel panorama italiano, una delle manifestazioni brassicole più importanti è Fermentazioni, che anche quest’anno si svolge alle Officine Farneto (via Dei Monti della Farnesina, 77) di Roma, dal 16 al 18 settembrea nomi ormai consolidati si affiancano giovani emergenti nel mondo delle birre artigianali Andrea Turco di Cronache di Birra, in collaborazione con l’agenzia Sfero, ha selezionato 30 produttori considerati tra i principali esponenti del movimento birrario italiano. A nomi ormai consolidati, si affiancano anche giovani emergenti per facilitare il dialogo tra gli albori del movimento e le tendenze più nuove e dare allo spettatore un panorama completo di quanto accade nei birrifici italiani.

fermentazioni closeup

I birrifici sono stati selezionati secondo tre criteri: qualità, alternanza tra nomi consolidati ed emergenti, e rappresentatività geografica di tutta l’Italia birraria. L’occasione, quindi, è ottima per trovare anche qualche produttore che di solito sfugge alla distribuzione capitolina. A Fermentazioni 2016 parteciperanno: BiRen (Emilia-Romagna), Birra dell’Eremo (Umbria), Birra Perugia (Umbria), Birradamare (Lazio), Birrificio del Doge (Veneto), Birrificio di Cagliari (Sardegna), Birrificio Italiano (Lombardia), Birrificio Pontino (Lazio), BirrOne (Veneto), Brewfist (Lombardia), Brùton (Toscana), Canediguerra (Piemonte), Croce di Malto (Piemonte), Eastside (Lazio), Etnia (Lombardia), Foglie d’Erba (Friuli-Venezia Giulia), L’Olmaia (Toscana), La Casa di Cura (Abruzzo), La Fucina (Molise), La Ribalta (Lombardia), Lambrate (Lombardia), Manerba (Lombardia), MC-77 (Marche), Opperbacco (Abruzzo), P3 Brewing (Sardegna), Piccolo Birrificio Clandestino (Toscana), Ritual Lab (Lazio), Birrificio Sorrento (Campania), Toccalmatto (Emilia-Romagna), Turan (Lazio).

fermentazioni

Da tenere d’occhio anche il fitto programma di seminari e laboratori, in particolare quelli con abbinamenti gastronomici su temi molto dibattuti: il primo confronterà l’evoluzione delle scene birrarie delle due principali metropoli italiane, Roma e Milano; il secondo, invece, il cui focus è sulle birre aromatizzate con frutta e spezie, valuterà come ingredienti simili siano stati impiegati per produrre birre molto differenti. Il cibo accontenta grandi e piccini con menu family friendly e proposte più veloci: hamburger, salsiccia e broccoli, hot dog, pasta e pizza. Si inizia venerdì 16 alle 16 e si termina domenica 18 alle 24. L’ingresso costa 10 euro, comprensivi di bicchiere e porta bicchiere. Per la degustazione è necessario acquistare anche i gettoni, del valore di 1 euro = 1 gettone. Gli assaggi sono di circa 10 cl e costano da 1 fino a 3 gettoni, a seconda della tipologia di birra.

  • IMMAGINE
  • Silvia Negrato/Giorgia Costantino/Laura Negrato

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti