Carne di pollo: il problema dei batteri resistenti

9 settembre 2016

Un’inchiesta di Altroconsumo che ha coinvolto 20 punti vendita su Roma e Milano ha provato a rispondere ai dubbi che molti di noi abbiamo in merito alla presenza di batteri resistenti agli antibiotici nei polli in vendita in macellerie e supermercati. l'allarme giunge dalla possibilità che i batteri resistenti si diffondano nell'ambiente domestico Su 40 petti di pollo acquistati, 25 sono risultati contaminati da Escherichia Coli. Chiariamolo subito: è normale trovare questo tipo di batteri sulla carne di pollo come anche in altri alimenti, e quindi non è il caso di fare allarmismo: con la cottura, infatti, questi microrganismi sono eliminati e quindi non sono considerati pericolosi per la nostra salute. Il problema però nasce nella possibilità che i batteri resistenti possano diffondersi nell’ambiente domestico arrivando così a contagiare l’uomo.

pollo all'ananas step (1)

Nei campioni analizzati da Altroconsumo, la carne di pollo è risultata resistente ad antibiotici della classe delle cefalosporine, battericidi che sono simili – ma meno potenti – delle penicilline. Nessun pollo, infine, è stato trovato resistente al Carbapenemi un antibiotico davvero potente e utilizzato come ultima scelta nel caso di infezioni serie. Negli allevamenti di polli non è legale utilizzare farmaci per prevenire le malattie che rallentano la crescita degli animali, tuttavia sono ugualmente utilizzati e anche con una certa frequenza per evitare il contagio che in un secondo momento potrebbe diffondersi anche in ambienti domestici.

petto di pollo

Un altro parametro dell’inchiesta di Altroconsumo è stato anche l’igiene: in 4 casi l’Escherichia Coli è stato trovato in quantità elevatissime, a Roma tre campioni erano contaminati da Salmonella. Per evitare di andare incontro a contaminazioni in cucina, quindi, bisogna trattare il pollo correttamente: non lavatelo per evitare che i batteri si diffondano nel lavandino attraverso l’acqua; cuocetelo sempre bene e ad alte temperature; non mischiate mai la carne cruda con quella cotta e con altri alimenti come le verdure; lavate sempre le mani e tutti i gli utensili che utilizzate con acqua calda e abbondante sapone.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti